logo Camera
SILOS
Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

 Formato pdf  

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA
Asse ferroviario Salerno - Reggio Calabria - Palermo - Catania
Opere connesse al Ponte sponda calabra - Variante alla linea ferroviaria Salerno-Reggio Calabria in località "Cannitello"

SCHEDA N. 43
Costo
Quadro finanziario
CUP
  • J11H03000170000
Tipologia opera

Rete ferroviaria
Localizzazione
9° Allegato Settembre 2011: Si
Soggetto titolare

RFI Spa
Stato di attuazione

Lavori conclusi
Ultimazione lavori

2012
Classificazione intervento

Classificazione: CIPE Legge Obiettivo
Descrizione

L’intervento consiste in una variante, della lunghezza di circa 1,150 km, dell’esistente linea ferroviaria Salerno-Reggio Calabria in località Cannitello, da realizzare in affiancamento al tracciato esistente. Nell'impostazione originaria l’intervento mirava a liberare le aree interessate dalle opere di fondazione della torre est del Ponte sullo Stretto di Messina. Successivamente è stato considerato come intervento finalizzato a migliorare ed implementare il sistema della rete ferroviaria regionale ed oggi è tornato ad essere un intervento propedeutico alla costruzione del Ponte.

DELIBERE CIPE

83/2006
77/2009
121/2009
4/2010
6/2012
28/2014
DATI STORICI

2001
La delibera CIPE n. 121 comprende il “Ponte sullo Stretto di Messina”, con un costo di 4.957,986 Meuro, e l’”asse ferroviario Salerno-Reggio Calabria-Palermo-Catania”, con un costo di 12.291,67 Meuro.

2002
L’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Calabria, sottoscritta il 16 maggio, comprende le infrastrutture “Ponte sullo Stretto di Messina e relative opere di collegamento” e “tratta calabrese della linea ad alta capacità ferroviaria Napoli – Battipaglia – Reggio Calabria”.

2003
Il CIPE, con la delibera n. 66, approva il progetto preliminare del Ponte sullo Stretto di Messina”.
In data 27 novembre viene sottoscritto un Accordo di programma tra MIT, MEF, Regioni Calabria e Sicilia, RFI Spa e ANAS Spa.

2004
RFI Spa, in qualità di soggetto aggiudicatore, in data 9 giugno, trasmette il progetto definitivo ai soggetti interessati, con eccezione del Ministero dell’ambiente, al quale è stato trasmesso in data 25 giugno.
Il 28 luglio la Commissione VIA verifica l’ottemperanza del progetto definitivo alle prescrizioni del provvedimento di compatibilità ambientale, senza emettere ulteriori prescrizioni.
Il 29 luglio si tiene la Conferenza di Servizi.

2005
Nelle sedute CIPE del 29 luglio e del 3 agosto, l’intervento “variante di Cannitello” viene esaminato ma non deliberato a causa dell’opposizione della Regione Calabria e della presenza di un parere sfavorevole del Ministero per i beni e le attività culturali.

2006
La Segreteria del CIPE, con nota del 27 gennaio, con riferimento al parere sfavorevole della Regione Calabria espresso nella seduta preparatoria del 24 gennaio, invita il MIT a valutare se ricorrono le condizioni per esperire la procedura prevista dal D.Lgs. 190/2002, nei casi di dissenso della Regione e se quindi la proposta di approvazione possa essere sottoposta alle definitive determinazioni del CIPE ovvero se sia ipotizzabile una soluzione diversa.
L’8 febbraio il MIT trasmette al CIPE la relazione istruttoria della “variante alla linea ferroviaria Salerno–Reggio Calabria in località Cannitello - progetto definitivo opera provvisionale”.
Il 22 marzo la Regione Calabria esprime parere favorevole alla realizzazione della “variante di Cannitello” subordinatamente alla condizione che l’opera non sia condizione essenziale alla realizzazione del Ponte sullo Stretto ma serva soltanto a migliorare ed implementare il sistema della rete ferroviaria regionale.
In data 26 marzo viene sottoscritto il contratto tra la Stretto di Messina Spa e la Società Impregilo, capogruppo mandataria del raggruppamento temporaneo d’imprese (RTI), per l’affidamento a Contraente generale della progettazione definitiva, esecutiva e della realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina e dei suoi collegamenti stradali e ferroviari. Il contratto è del valore di 3,9 miliardi di euro e prevede dieci mesi per la progettazione definitiva ed esecutiva e 5 anni per la realizzazione dell’opera. Del RTI, guidato dalla capogruppo mandataria Impregilo Spa, con una quota del 45%, fanno parte la società spagnola Sacyr S.A. (18,70%), Soc. italiana per Condotte D’Acqua Spa (15%), C.M.C. di Ravenna (13%), Ishikawajima-Harima Heavy Industries CO Ltd (6,30%), il Consorzio Stabile A.C.I. S.c.p.a (2%). Il Contraente generale si avvarrà inoltre delle società danesi e canadesi Cowi A/S, Sund & Baelt A/S e Buckland & Taylor Ltd come soggetti incaricati della progettazione.
Il MIT, in data 29 marzo, consegna al CIPE la relazione istruttoria aggiornata e il dossier di valutazione sulla “variante di Cannitello”. In particolare nella relazione istruttoria aggiornata l’opera viene presentata come intervento finalizzato a migliorare ed implementare il sistema della rete ferroviaria regionale: la variante rappresenta la 1^ fase delle opere atte a consentire la continuità dell’esercizio ferroviario durante la costruzione della galleria che libererà la parte più cospicua del fronte mare.
Il CIPE, con delibera n. 83 del 29 marzo, approva il progetto definitivo “variante di Cannitello” che si configura come opera di 1^ fase della successiva “variante finale”, per un importo complessivo di 19 Meuro, e assegna a RFI un contributo di 19 Meuro a valere sui fondi dell'art. 1, co. 78, della L. 266/2005.
Nell’allegato 2 alla delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS, la “variante alla linea ferroviaria Salerno-Reggio Calabria in località Cannitello” figura quale sub intervento dell’Asse ferroviario Salerno-Reggio Calabria-Palermo-Catania per i quali è intervenuta deliberazione del CIPE.

2008
Il CIPE, con delibera del 30 settembre 2008, n. 91 procede al rinnovo del vincolo preordinato all’esproprio sugli immobili interessati al progetto “Ponte sullo Stretto di Messina”, considerato che Stretto di Messina Spa ha riavviato le attività necessarie per la realizzazione dell’opera.

2009
L’intervento è contemplato dalla delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
Il 17 aprile 2009 viene firmato l'accordo tra la Società Stretto di Messina e il Contraente Generale Eurolink (la Società di progetto costituita dall'ATI guidata da Impregilo) finalizzato al riavvio delle attività per la costruzione del Ponte sullo Stretto di Messina
In luglio il MIT chiede l’iscrizione all’odg della prima riunione utile del CIPE, della “variante di Cannitello”, chiede la modifica del soggetto aggiudicatore e trasmette l’aggiornamento del Contratto di programma RFI 2007-2011, dal quale risulta che l’opera (inserita tra quelle in corso) ha un costo di 26 Meuro.
Eurolink, con nota del 27 luglio, manifesta la disponibilità a ritenere incluse nell'ambito del programma anticipato di opere e servizi di cui all'art. 1-bis dell'accordo del 17 aprile le attività necessarie a rimuovere l'interferenza ferroviaria di Cannitello, allo stato in corso di progettazione esecutiva da parte di RFI e, conseguentemente, a darvi esecuzione alle condizioni contenute nel contratto del 26 marzo 2006 .
Il CIPE, con delibera del 31 luglio n. 77, modifica il soggetto aggiudicatore della “variante di Cannitello”, che era stato individuato in RFI con la delibera n. 83/2006. Essendo l’intervento connesso e complementare al progetto del Ponte sullo Stretto, la cui realizzazione è stata affidata al Contraente Generale con contratto stipulato in data 27 marzo 2006, il Soggetto aggiudicatore viene ora individuato in Stretto di Messina Spa. Il MIT, entro novembre 2009, dovrà riferire sugli esiti dell’istruttoria in corso sugli “Interventi mirati alla sistemazione dei nodi urbani di Villa San Giovanni e Messina complementari alla realizzazione del Ponte sullo Stretto incluso variante Cannitello”.
In data 25 settembre Stretto di Messina e RFI Spa sottoscrivono un accordo con il quale si impegnano a procedere, per quanto di rispettiva competenza, allo svolgimento delle attività di progettazione esecutiva e di realizzazione della variante di Cannitello.
Lo stesso giorno Stretto di Messina Spa ed il Contraente Generale Eurolink Scpa stipulano un apposito atto aggiuntivo al Contratto principale (la realizzazione del Ponte) per la realizzazione della Variante di Cannitello. Dal contratto è esclusa la progettazione esecutiva già svolta da RFI.
Con D.P.C.M. 3 novembre 2009, il Dott.Pietro Ciucci viene nominato Commissario straordinario per la velocizzazione delle procedure relative alla realizzazione delle opere propedeutiche e funzionali del Ponte sullo Stretto, dei relativi collegamenti stradali e ferroviari nonché delle opere e misure mitigatrici e compensative dell'impatto ambientale, territoriale e sociale del progetto.
Il CIPE, nella seduta del 6 novembre, prende atto delle attività poste in essere dal Commissario.
In data 30 novembre viene sottoscritto con MIT il secondo atto aggiuntivo alla convenzione di concessione del 30 dicembre 2003, che recepisce i contenuti degli atti integrativi stipulati con Eurolink e Parsons e del Piano economico finanziario aggiornato per la realizzazione del Ponte.
Il 9 dicembre la Regione Calabria impugna di fronte al TAR del Lazio la Delibera CIPE 77/2009 e presenta ricorso alla Corte Costituzionale per conflitto di attribuzione tra Stato e Regione segnalando la sospetta incostituzionalità della decisione assunta dal CIPE il 31 luglio 2009, che rivede unilateralmente l’intesa raggiunta tra Stato e Regione, in contrasto con quanto stabilito dal Titolo V della Costituzione nel rispetto dei principi di sussidiarietà e di effettiva e leale collaborazione tra Stato, Regioni ed enti locali.
L’11 dicembre viene avviato il procedimento finalizzato alla dichiarazione di pubblica utilità per il perfezionamento delle procedure di esproprio.
Il CIPE, nella seduta del 17 dicembre 2009 assegna 213 Meuro ad ANAS e 117 Meuro a RFI quali quote partecipative all’aumento di capitale della Stretto di Messina S.p.A., nonché 7 Meuro per il finanziamento della variante di Cannitello, opera complementare alla realizzazione del Ponte sullo Stretto.
Il 23 dicembre vengono ufficialmente iniziati i lavori per la realizzazione della variante ferroviaria di Cannitello, propedeutici alla realizzazione del Ponte sullo Stretto. Questa fase propedeutica durerà 60 giorni mentre il completamento della variante ferroviaria di Cannitello sarà realizzato in 18 mesi.
L’art. 2, commi 193-195, della L. 191/2009, autorizza, per l’anno 2012, la spesa di 470 Meuro da parte di Anas per l’aumento di capitale della Stretto di Messina SpA, per lo studio la progettazione, la gestione e l’esercizio del solo collegamento viario e approva il II atto aggiuntivo alla Convenzione di concessione.

2010
Il 10 marzo viene sottoscritto un Protocollo di intesa tra Prefettura di Reggio Calabria, Società Stretto di Messina Spa, Società di Progetto Eurolink Scpa, OO.SS. Fillea, Filza e Feneal ai fini della prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata relativo ai lavori di realizzazione della “Variante di Cannitello” quale opera connessa alla realizzazione del Ponte sullo Stretto.
Il CIPE, con delibera n. 4 del 13 Maggio, approva la sperimentazione del monitoraggio finanziario per la variante di Cannitello.
Il CIPE, con delibera n. 27 del 13 maggio, esprime parere favorevole sullo schema di aggiornamento 2009 del CdP RFI 2007-2011.
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera " Infrastruttura ferroviaria variante di Cannitello" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
Nel CdP RFI 2007-2011, aggiornamento 2009, sottoscritto il 23 dicembre 2010, è compresa la “Variante di Cannitello: progettazione e assistenza all'attivazione a cura RFI e realizzazione opere a cura SdM” tra le opere in corso, tabella A03-Sviluppo infrastrutturale rete convenzionale, con un “Costo a Vita Intera” di 3 Meuro, quali risorse aggiuntive 2009.

2011 Aprile

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera " Infrastruttura ferroviaria variante di Cannitello" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011” ; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”; “6: Programma Infrastrutture Strategiche – Stato avanzamento lavori”.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risultano in corso i lavori con un avanzamento del 35%. L'ultimazione è prevista per settembre 2011.


2011 Dicembre

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle tabelle tabelle 1, 3, 5, le stesse di aprile, e nella tabella 6 "Programma delle Infrastrutture Strategiche Rendicontazione fondi FAS Accelerazione e Infrastrutture".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, risulta che i lavori in corso hanno raggiunto un avanzamento del 38%  in base al SAL di settembre 2011 ed il termine lavori è previsto per il 9/12/2011. 


2012 Marzo

Il CIPE, con delibera n. 6 del 20 gennaio, ridefinisce il quadro finanziario complessivo del Fondo per lo sviluppo e la coesione per il periodo 2012-2015. Per quanto riguarda la variante di Cannitello nella tabella "1 - Quadro delle riduzioni di spesa sul Fondo Infrastrutture" risulta una riduzione di spesa di 337 Meuro (l'intero importo assegnato con Delibera CIPE 121/2009) di cui 330 Meuro relativi all'aumento di capitale ANAS e RFI nella Società Stretto di Messina e 7 Meuro alla Variante di Cannitello. Questi ultimi (7 Meuro) sono gli unici riassegnati in tabella "4 - Assegnazioni a interventi indifferibili e provvisti di titoli giuridici perfezionati (art. 33, comma 3, legge n. 183/2011)".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2012, risulta che i lavori in corso hanno raggiunto un avanzamento del 54%  in base al SAL di novembre 2011 e la fine lavori è prevista per il 14/05/2012.


2012 Settembre

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 2, opere indifferibili; allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, risulta un avanzamento dei lavori del 98% in base al SAL di giugno 2012. La data presunta di fine lavori viene posticipata al 20 settembre 2012.


2012 Dicembre

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


2013 Giugno

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.


2013 Ottobre

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS)  - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risultano conclusi i lavori in data 30/10/2012.


2014 Giugno

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabella A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


2014 Dicembre

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013. Lo stesso giorno, il CIPE, con delibera n. 28, prende atto della modifica del soggetto aggiudicatore della “variante di Cannitello” della linea ferroviaria Salerno-Reggio Calabria, che risulta ora essere RFI SpA, e assegna alla stessa l’importo di 7 Meuro di cui alla delibera n. 6/2012, tabella 4, per la realizzazione del mascheramento della galleria artificiale e la riqualificazione del lungomare di Cannitello.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella delle revoche e delle riassegnazioni di legge Obiettivo; Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.


2016 Marzo

Il CIPE, con delibera n. 112 del 23 dicembre 2015, esprime parere favorevole sullo schema di aggiornamento 2015 del CdP RFI 2012-2016 parte investimenti.


2016 Dicembre

Nel CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2015, sottoscritto il 29 aprile 2016, l’opera “Variante di Cannitello – opere di mitigazione” è riportata nella Tabella A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici – A04 – Potenziamento e sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale/Alta Capacità, con un costo di 7 Meuro interamente finanziato da risorse MISE.
Il CIPE, nella seduta del 10 agosto 2016, esprime parere favorevole sullo schema di aggiornamento 2016 del CdP RFI 2012-2016 parte investimenti.
Nel CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2016, sottoscritto il 17 giugno 2016 e approvato con legge 1 dicembre 2016, n. 225, l’opera “Variante di Cannitello – opere di mitigazione” è riportata nella Tabella A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici – A04 – Potenziamento e sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale/Alta Capacità, con un costo di 7 Meuro interamente finanziato da risorse MISE.


COSTO PRESUNTO

Costo al 21 dicembre 2001 N.D. Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione di costo al 30 aprile 2004 N.D. Fonte:
Previsione di costo al 30 aprile 2005 19,000 Fonte: RFI Spa
Costo al 6 aprile 2006 N.D. Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione di costo al 30 aprile 2007 19,000 Fonte: Delibera CIPE 83/2006
Costo al 30 giugno 2008 N.D. Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione di costo al 30 aprile 2009 19,000 Fonte: Delibera CIPE 83/2006
Previsione di costo al 30 aprile 2010 26,000 Fonte: Delibera CIPE 10/2009
Costo ad aprile 2011 26,000 Fonte: DEF 2011
Previsione di costo al 30 aprile 2011 26,000 Fonte: Delibera CIPE 121/2009
Costo al 30 giugno 2011 26,000 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione di costo al 31 dicembre 2011 26,000 Fonte: Delibera CIPE 121/2009
Costo a giugno 2012 26,000 Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione di costo al 30 settembre 2012 26,000 Fonte: Delibera CIPE 121/2009
Costo a dicembre 2012 26,000 Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Costo a settembre 2013 26,000 Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione di costo al 31 ottobre 2013 26,000 Fonte: Delibera CIPE 121/2009
Costo ad agosto 2014 26,000 Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo a settembre 2014 26,000 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione di costo al 31 dicembre 2014 26,000 Fonte: Delibera CIPE 121/2009
Previsione di costo al 31 marzo 2016 26,000 Fonte: Delibera CIPE 121/2009
Previsione di costo al 31 dicembre 2016 26,000 Fonte: Delibera CIPE 121/2009
QUADRO FINANZIARIO

Disponibilità indicate nella delibera CIPE 121/01 e successivi aggiornamenti:  
Risorse disponibili al 21 dicembre 2001 N.D. - Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Risorse disponibili ad aprile 2011 26,000 - Fonte: DEF 2011
Risorse disponibili al 30 giugno 2011 26,000 - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Risorse disponibili a giugno 2012 26,000 - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Risorse disponibili a dicembre 2012 26,000 - Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Risorse disponibili a settembre 2013 26,000 - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Risorse disponibili ad agosto 2014 26,000 - Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Risorse disponibili a settembre 2014 26,000 - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)

Risorse disponibili al 31 dicembre 2016: 26,000  
Fondi Legge Obiettivo 19,000 - Fonte: Delibera CIPE 121/2009
FSC - Opere indifferibili (b) 7,000 - Fonte: Delibera CIPE 6/2012

Fabbisogno residuo al 31 dicembre 2016: 0  

(b) Fondo per lo sviluppo e la coesione - Opere indifferibili di cui all’art. 33, comma 3, della legge n. 183/2011
Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione esecutiva
Conferenza di servizi:
Note:

DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione esecutiva        


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore: Stretto di Messina Spa
Modalità di selezione: Affidamento diretto
Procedura:
Sistema di realizzazione: Contraente generale
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Fase progettuale a base di gara: Esecutiva
Tempi di esecuzione:  
Progettazione:
Lavori: 537 giorni
Data bando:
CIG/CUI: 2480187B0C
Data aggiudicazione: 21/12/2009
Tipo aggiudicatario: ATI
Nome: EUROLINK S.C.P.A.
Codice fiscale: 08998531001
Data stipula contratto: 21/12/2009
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1): 14.414.507,83
Importo oneri per la sicurezza: 478.245,43
Importo complessivo a base di gara: 14.892.753,26
Importo di aggiudicazione (2): 13.771.737,73
Somme a disposizione: 6.705.524,92
Importo totale: 20.477.262,65
% Ribasso di aggiudicazione: 10,00
% Rialzo di aggiudicazione: 0,00
Note: L'importo di aggiudicazione € 13.771.737,73 è al netto del ribasso e degli aggiornamenti contrattuali. Il finanziamento definitivo (€ 26 milioni) include anche ulteriori € 3 milioni di competenza RFI-Rete Ferroviaria Italiana.
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori: Conclusi
Data presunta inizio lavori: 23/12/2009
Data effettiva inizio lavori: 23/12/2009
Stato avanzamento (importo): 15.952.845,79
Stato avanzamento (percentuale): 100,00
Data presunta fine lavori: 13/06/2011
Data effettiva fine lavori: 30/10/2012
Data presunta fine lavori x varianti: 20/05/2012
Tempi realizzazione: In ritardo - Il ritardo ha riguardato sostanzialmente le barriere anti-rumore ed è stato determinato da problemi di fornitura e posa delle stesse. L'infrastruttura è tuttavia entrata in esercizio secondo previsioni il 20/05/2012, data di ultimazione sostanziale dei lavori.
Data collaudo statico:
Data collaudo tecnico-amministrativo: 30/09/2014
Note: All'importo eseguito di € 15.952.845,79 è stata applicata una penale di € 841.394,42. Il collaudo statico è stato eseguito in data 11/04/2012 ed il relativo certificato è stato emesso il 30.04.2012. Il certificato di collaudo finale tecnico-amministrativo è stato redatto in data 30 settembre 2014 e sottoscritto dal Contraente con riserva in data 13 novembre 2014.

Contenzioso
Totale riserve definite:
Importo complessivo riserve definite:
Totale riserve da definire: 2
Importo complessivo riserve da definire: 1.567.273,43
Note:

Sospensione lavori
Numero totale: 1
Giorni di sospensione totali: 6
Note: Lavori sospesi in data 24/01/2012 causa agitazione degli autotrasportatori

Varianti
Numero totale: 7
Giorni proroga totali: 343
Motivi:
Altri motivi: E' stato stipulato l'Atto integrativo n. 7 del 19/06/2012 che riguarda la Perizia tecnica di assestamento finale.
Importo: 15.390.150,26
Importo oneri sicurezza: 562.695,53
Somme a disposizione: 10.047.154,21
Totale: 26.000.000,00
Note: Gli importi suindicati sono al netto del ribasso e comprendono gli aggiornamenti contrattuali (inclusa compensazione materiali). E' pendente presso la Corte d'Appello di RC un contenzioso relativo ad una indennità di esproprio.
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Calabria del 16 maggio 2002
Delibera CIPE 66/2003 del 1° agosto 2003
Accordo di programma tra MIT e MEF, Regione Calabria, Regione Sicilia, RFI Spa e ANAS Spa del 27 novembre 2003
Delibera CIPE 83/2006 del 29 marzo 2006
Delibera CIPE 77/2009 del 31 luglio 2009
II Atto aggiuntivo alla convenzione di concessione del 30 novembre 2009
Delibera CIPE 121/2009 del 17 dicembre 2009
Protocollo di Intesa tra Prefettura di Reggio Calabria, Società Stretto di Messina Spa, Società di Progetto Eurolink Scpa, OO.SS. Fillea, Filza e Feneal ai fini della prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata relativo ai lavori di realizzazione della “Variante di Cannitello” quale opera connessa alla realizzazione del Ponte sullo Stretto. del 10 marzo 2010
Delibera CIPE 4/2010 del 13 maggio 2010
CdP RFI 2007-2011, aggiornamento 2009 del 23 dicembre 2010
Delibera CIPE 6/2012 del 20 gennaio 2012
Delibera CIPE 28/2014 del 1° agosto 2014
Delibera CIPE 112/2015 del 23 dicembre 2015
CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2015 del 29 aprile 2016
CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2016 del 17 giugno 2016
Seduta CIPE del 10 agosto 2016
Legge n. 225 del 1° dicembre 2016
Siti internet ufficiali


Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione o cliccando su OK acconsenti al loro uso.