logo Camera
SILOS
Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

 Formato pdf  

FERROVIE
Trasversale ferroviaria Orte-Falconara (potenziamento e parziale raddoppio)
Raddoppio linea ferroviaria Orte-Falconara - Tratta Terni-Spoleto

SCHEDA N. 67
Costo
Quadro finanziario
CUP
  • J61H02000090008
Sistema infrastrutturale

Ferrovie
Localizzazione
9° Allegato Settembre 2011: Si
Soggetto titolare

RFI Spa
Stato di attuazione

Progettazione definitiva
Ultimazione lavori

Oltre 2025
Descrizione

L’intervento consiste nella realizzazione di una nuova linea ferroviaria a semplice binario con tracciato diverso da quello della linea attuale, che costituisce un collegamento “diretto”, quasi interamente in galleria, tra le stazioni di Terni e Spoleto, di lunghezza pari a circa 22 km. La galleria principale, di 19 km circa, è dotata di un “posto di servizio” intermedio ed è affiancata da una galleria di soccorso. Sono previste inoltre 2 gallerie lato Spoleto, di cui una artificiale, un viadotto di 65 m e “opere d’arte” per la risoluzione di interferenze con la rete di viabilità e la rete idrografica.

DELIBERE CIPE E/O ORDINANZE ATTUATIVE

68/2005
DATI STORICI

2001
Il progetto “raddoppio Spoleto-Terni e nodo Falconara” è incluso tra i progetti di investimento del Contratto di programma 2001-2005, tra MIT e RFI S.p.A..Nella delibera CIPE n. 121/2001 la “Trasversale ferroviaria Orte-Falconara” è inclusa tra i sistemi ferroviari dei “corridoi trasversali e dorsale appenninica”, per un costo di 1.926,384 Meuro ed una disponibilità di 273,72 Meuro.

2002
L’opera è compresa nell’Intesa Generale Quadro tra il MIT e la Regione Marche, sottoscritta il 24 ottobre.

2003
Il Comune di Spoleto richiede al soggetto aggiudicatore, RFI Spa, di rivedere il progetto preliminare presentato in ordine alle infrastrutture stradali interferite nella zona di imbocco della galleria principale.Il Comune di Terni richiede opere complementari al progetto.Il 2 dicembre la Regione Marche esprime parere favorevole, con prescrizioni e raccomandazioni, tenendo conto dei pareri espressi dai Comuni di Spoleto e Terni, nonché dal “Servizio programmi per l’assetto del territorio” e dal "Servizio geologico” della Regione.

2004
Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole, con prescrizioni, in ordine alla compatibilità ambientale.Il progetto “raddoppio Spoleto-Terni e nodo Falconara” viene incluso nel Piano delle Priorità degli Investimenti (PPI) di RFI Spa, edizione aprile 2004 con un costo a vita intera di 799,9 Meuro per il quale risultano disponibili 69,7 a carico della legge finanziaria 2001, mentre 526,2 sono inclusi nel fabbisogno 2005 espresso nel 4° addendum al Contratto di programma 2001-2005. Il 27 maggio la Commissione VIA esprime parere favorevole, con prescrizioni e raccomandazioni, sul progetto preliminare dell’opera.Il CIPE con delibera n. 91 del 20 dicembre, approva il PPI di RFI Spa, edizione aprile 2004.

2005
Il MIT, con nota del 10 maggio, trasmette al CIPE la relazione istruttoria relativa alla “Direttrice Orte-Falconara - Raddoppio della tratta ferroviaria Spoleto-Terni”.Il CIPE, con delibera n. 68 del 27 maggio, approva con prescrizioni, ai soli fini tecnico-amministrativi, il progetto preliminare della “Direttrice Orte-Falconara – Raddoppio della tratta ferroviaria Spoleto-Terni”, incluso nell’infrastruttura strategica “trasversale ferroviaria Orte-Falconara”. L’intervento risulta finanziato dal Contratto di programma RFI 2001-2005 per 52 Meuro. I maggiori oneri derivanti dalle prescrizioni, ammontanti a 3,34 Meuro, troveranno probabilmente copertura nei prossimi PPI o verranno riassorbiti in sede di progettazione definitiva.

2006
Nell’allegato 2 alla delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS, figura il “raddoppio della tratta ferroviaria Spoleto-Terni” quale sub intervento della Trasversale ferroviaria Orte-Falconara per il quale è intervenuta deliberazione del CIPE.

2008
Nel CdP RFI 2007-2011, aggiornamento 2008, sottoscritto tra il MIT e RFI in data 18 marzo, l’intervento “Raddoppio Spoleto-Terni” è inserito tra le “opere prioritarie da avviare”, con un costo di 532 Meuro e un fabbisogno di 3 Meuro.Il 1° agosto viene sottoscritto il 2° Atto aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Umbria. Con tale Atto le parti decidono, tra l’altro, di ribadire l’inserimento, tra gli interventi della legge n. 443/2001, del raddoppio della ferrovia Orte-Falconara e di confermare la realizzazione del tratto Terni-Spoleto, aggiornando il finanziamento già stanziato di 532 Meuro in relazione all’esito della progettazione in corso.

2009
L’intervento è contemplato dalla delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.L’Organismo di Ispezione interno di RFI convalida il progetto definitivo dell’intervento, che è stato completato al 30 aprile 2008 e che necessita di ulteriori approvazioni.

2010
Il CIPE, con delibera n. 27 del 13 maggio, esprime parere favorevole sullo schema di aggiornamento 2009 del CdP RFI 2007-2011.
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera " Raddoppio Spoleto - Terni" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; 4: Opere di valenza regionale realizzabili entro il 2013”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
Nel CdP RFI 2007-2011, aggiornamento 2009, sottoscritto il 23 dicembre 2010, sono compresi gli interventi: " Potenziamento itinerario Orte-Falconara (Fase prioritaria: Progettazione raddoppi Spoleto–Campello, Fabriano-PM 228, Castelplanio–Montecarotto e Spoleto-Terni; Realizzazione raddoppi Spoleto–Campello, Fabriano-PM 228 e Castelplanio–Montecarotto)" tra le opere in corso, tabella A03-Sviluppo infrastrutturale rete convenzionale, con un “Costo a Vita Intera” di 347 Meuro, interamente disponibili al 2008, di cui 185 contabilizzati al 2009; " Potenziamento itinerario Orte-Falconara (Progettazione raddoppi Foligno-Fabriano e PM 228-Castelplanio; Realizzazione raddoppi Spoleto-Terni, Foligno-Fabriano e PM 228-Castelplanio" tra le opere programmatiche, A03-Sviluppo infrastrutturale rete convenzionale, con un “Costo a Vita Intera” di 3.006 Meuro interamente da reperire (2.492 da risorse della Legge obiettivo e 515 da altre risorse dello Stato) a seguito del definanziamento, ai sensi della delibera CIPE 10/2009 e per gli effetti del DPCM del 11/09/2008, delle risorse disponibili al 2008 pari a 511 Meuro.

2011 Aprile

In data 21 marzo 2011, le Regioni Umbria, Abruzzo, Lazio, Toscana e Marche, sottoscrivono un documento congiunto, sottoposto all’attenzione del MIT, con il quale manifestano l’esigenza del completamento del sistema ferroviario centrale con il potenziamento delle trasversali che mettono in comunicazione il Tirreno e l’Adriatico, in particolare con il raddoppio della linea Orte-Falconara ed il collegamento della stessa con la linea Adriatica nel “Nodo ferroviario di Falconara”. L’attenzione è anche focalizzata sulla predisposizione di interventi infrastrutturali per la velocizzazione dei servizi sulle altre linee convenzionali, come la Foligno-Terontola-Arezzo, l’adeguamento della linea ferroviaria Roma-Pescara, il miglioramento e il completamento della rete regionale interconnessa alla rete statale.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera "Raddoppio Spoleto - Terni" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “4 Opere di valenza regionale realizzabili entro il 2013”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.


2011 Dicembre

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, risulta che il progetto definitivo è in fase di approvazione interna, per il successivo invio al CIPE.


2012 Settembre

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
Nel CdP RFI 2007-2011, aggiornamento 2010/2011, sottoscritto tra il MIT e RFI SpA il 21 maggio 2012,  sono compresi gli interventi: "Potenziamento itinerario Orte-Falconara (Fase prioritaria)", tra le opere in corso, Tabella A03/A04 - Sviluppo infrastrutturale, con un “Costo a Vita Intera” di 347 Meuro di cui 198 contabilizzati al 2010;  "Potenziamento itinerario Orte-Falconara (Completamento)" tra le opere programmatiche, 03/04 Sviluppo infrastrutturale, con un “Costo a Vita Intera” di 3.006 Meuro da reperire.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche;Tabella 2, Opere in fase di progettazione del PIS
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


2012 Dicembre

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


2013 Giugno

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 2 - Le opere in progettazione del deliberato CIPE.


2013 Ottobre

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabella 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


2014 Giugno

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabella A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


2014 Dicembre

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013.
Nel CdP RFI 2012-2016, sottoscritto tra il MIT e RFI SpA l’8 agosto 2014, l’opera Raddoppio Orte-Falconara: tratta Spoleto-Terni è riportata nella Tabella A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici – A04 – Potenziamento e sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale/Alta Capacità, con un costo di 572 Meuro, una copertura finanziaria, al netto del definanziamento di 6 Meuro di risorse MIT, di 11 Meuro da risorse MEF e un fabbisogno di 561 Meuro.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il programmatico: le opere in progettazione.


2016 Marzo

Il CIPE, con delibera n. 112 del 23 dicembre 2015, esprime parere favorevole sullo schema di aggiornamento 2015 del CdP RFI 2012-2016 parte investimenti.


2016 Dicembre

Nel CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2015, sottoscritto il 29 aprile 2016, l’opera “Raddoppio Orte-Falconara: tratta Spoleto-Terni” è riportata nella Tabella A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici – A04 – Potenziamento e sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale/Alta Capacità, con un costo di 572 Meuro, una copertura finanziaria complessiva di 11 Meuro da risorse MEF e un fabbisogno di 561 Meuro.
Il CIPE, nella seduta del 10 agosto 2016, esprime parere favorevole sullo schema di aggiornamento 2016 del CdP RFI 2012-2016 parte investimenti.
Nel CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2016, sottoscritto il 17 giugno 2016 e approvato con legge 1 dicembre 2016, n. 225, l’opera “Raddoppio Orte-Falconara: tratta Spoleto-Terni” è riportata nella Tabella A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici – A04 – Potenziamento e sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale/Alta Capacità, con un costo di 572 Meuro, una copertura finanziaria complessiva di 11 Meuro da risorse MEF e un fabbisogno di 561 Meuro.


2018 Maggio

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2017, appendice 2 – Interventi, tabella Interventi prioritari – ferrovie, nell’ambito delle “Trasversali appenniniche centro Italia”, identificate con il codice 9, è inserito l’intervento: Tratta Orte-Falconara: Velocizzazione e/o completamento raddoppio; Tratta Roma-Pescara: varianti di tracciato”, classificato “progetto di fattibilità” con la nota “Prog. di fattibilità comparato, finalizzato a verificare la soluzione migliore per i collegamenti tra Roma e l'area adriatica”.
In data 1 agosto 2017 è sottoscritto lo schema di contratto di programma RFI, parte investimenti 2017-2021, sul quale il CIPE ha espresso parere favorevole, con raccomandazioni, con delibera n. 66 del 7 agosto 2017, registrata con osservazioni dalla Corte dei Conti e pubblicata in GU n. 83 del 10 aprile 2018. Riguardo ai contenuti, il nuovo piano degli investimenti in corso e programmatici è articolato in 4 sezioni di cui la prima è composta dalle opere da realizzare dotate di integrale copertura finanziaria (opere in corso finanziate) mentre le altre tre (fabbisogni finanziari 2018-2021, 2022-2026 e oltre Piano) hanno carattere programmatico. Inoltre sulla base delle indicazioni fornite dall’allegato al DEF 2017 “Connettere l’Italia: fabbisogni e progetti di infrastrutture” è riportata, tra l’altro, la classe DPP suscettibile di variazioni sulla base delle indicazioni del documento pluriennale di pianificazione. Nella tabella A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici – A08 - Interventi prioritari ferrovie - direttrici di interesse nazionale – è riportato l’intervento: Raddoppio Orte-Falconara: tratta Spoleto-Terni, con classe DPP “intervento in project review”, con un costo di 572 milioni di euro, una copertura finanziaria di 11 milioni di euro e un fabbisogno di 561 milioni di euro quale impegno programmatico per il 2018.
L’Autorità di regolazione dei trasporti, nella seduta del 30 novembre 2017, esprime parere sul CdP RFI 2017-2021 parte investimenti.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2018, capitolo IV. Lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo IV. 2 Ferrovie, tabella Interventi prioritari da sottoporre a progetto di fattibilità – modalità: ferrovie, è inserito l’intervento “9 Trasversali appenniniche centro Italia - Tratta Orte-Falconara: Velocizzazione e completamento raddoppio; Tratta Roma-Pescara: varianti di tracciato”, con obiettivi dello studio di fattibilità “Pianificare le trasversali appenniniche, con l’obiettivo di comparare le diverse possibili soluzioni per potenziare le relazioni tra Roma, le Marche, l’Abruzzo ed il Molise”.


2019 Ottobre

Il MIT, con note del 5 settembre 2018, trasmette al Parlamento, per l'espressione del parere da parte delle commissioni permanenti competenti per materia, ai sensi della citata legge 14 luglio 1993, n. 238, lo schema di CdP 2017-2021 – parte Investimenti, tra il MIT e RFI SpA, che recepisce le raccomandazioni della delibera CIPE n° 66/2017 e le osservazioni della Corte dei Conti in sede di registrazione della stessa.
In data 24 ottobre 2018 l’VIII^ Commissione permanente (Lavori pubblici, comunicazioni) del Senato esprime parere favorevole, con condizioni e osservazioni, sullo schema di CdP 2017-2021 – parte Investimenti, tra il MIT e RFI SpA. In data 6 novembre 2018 la stessa Commissione esprime delle precisazioni in merito ad alcune osservazioni contenute nel proprio parere del 24 ottobre 2018. In data 25 ottobre 2018 la IX^ Commissione permanente (Trasporti, poste e telecomunicazioni) della Camera dei Deputati esprime parere favorevole, con condizioni e osservazioni, sullo schema di CdP 2017-2021 – parte Investimenti, tra il MIT e RFI SpA. Le condizioni espresse nei suddetti pareri - di cui si dovrà tenere conto nei prossimi aggiornamenti del CdP - sono cinque e riguardano i seguenti interventi: Linea AV/AC Venezia-Trieste: tratta Venezia-Ronchi dei Legionari e tratta Ronchi dei Legionari-Trieste; Nuova linea Trieste-Divaca; Nodo AV di Firenze, stazione in zona Belfiore-Macelli; Raddoppi selettivi o integrali di linea; Elettrificazione e/o applicazione di tecnologie «zero emission». Nello specifico le condizioni riguardano: la sospensione degli interventi 0291 “Linea AV/AC Venezia-Trieste: tratta Venezia-Ronchi dei Legionari”, 0262 “Linea AV/AC Venezia-Trieste: tratta Ronchi dei Legionari-Trieste” e 1604B "Nuova linea Trieste-Divaca" (già privi di coperture per la realizzazione dell’opera e con fabbisogni finanziari oltre Piano, ovvero oltre il 2026) per poi procedere al loro “ritiro” con il prossimo aggiornamento contrattuale. Per quanto attiene all’intervento A5000–1 “Nodo AV di Firenze” la revisione del progetto della stazione in zona Belfiore-Macelli al fine di contenerne i costi; quanto ai “Raddoppi selettivi o integrali di linea” la verifica della possibilità di revisionare i progetti di raddoppio al fine di individuare tratte prioritarie coerenti con le ipotesi di sviluppo dei modelli di esercizio concordati con le Regioni; quanto, infine, all’intervento “Elettrificazione e/o applicazione di tecnologie «zero emission» la possibilità di dare con i prossimi aggiornamenti al Contratto di programma, compatibilmente con le risorse disponibili, ulteriore impulso agli interventi di elettrificazione delle linee al fine di consentire la sostituzione dei mezzi ferroviari ancora oggi alimentati a combustibili fossili. Riguardo invece le 58 osservazioni espresse nei suddetti pareri la gran parte sono riferite alla possibilità di elaborare studi di fattibilità di interventi non ancora previsti nel Contratto di Programma 2017-2021 – parte Investimenti.
Il CIPE nella seduta del 28 novembre 2018 è informato sul CdP RFI 2017-2021. In particolare l’informativa concerne il prosieguo dell’iter del Contratto di programma alla luce delle indicazioni delle competenti commissioni parlamentari. Il MIT e RFI introdurranno nelle tabelle del Contratto l’indicazione relativa allo status delle singole opere a valle dei pareri delle Commissioni Parlamentari.
Con decreto interministeriale n. 87 del 7 marzo 2019 è approvato il CdP RFI 2017-2021 parte investimenti, tra MIT e RFI SpA sottoscritto digitalmente da RFI SpA in data 20 dicembre 2018 e dal MIT in data 28 gennaio 2019. Tale decreto è registrato alla Corte dei conti in data 9 maggio 2019.
Il CIPE, con delibera n. 37 del 24 luglio 2019, esprime parere favorevole sullo schema di aggiornamento del CdP RFI 2017-2021 parte investimenti per gli anni 2018 e 2019. L’aggiornamento prevede la contrattualizzazione di circa 15,4 miliardi di euro (al netto di 503 milioni di definanziamenti), di cui di 7,3 miliardi di euro di investimenti da fondi di legge di bilancio 2019 e 5,9 miliardi da legge di bilancio 2018, oltre a 2,2 miliardi di FSC 2014-2020. Al 31 ottobre 2019 l’iter per l’approvazione del CdP RFI 2017-2021 parte investimenti per gli anni 2018 e 2019 non risulta concluso. Riguardo ai contenuti, nella versione del documento inviato informalmente dal MIT nel mese di settembre 2019, l’intervento “Raddoppio Orte-Falconara: tratta Spoleto-Terni” è riportato nella tabella “A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici - Classe c - Interventi prioritari – Interventi prioritari ferrovie – direttrici di interesse nazionale - Classe DPP “Intervento invariante” con un costo di 572,00 milioni di euro, una copertura finanziaria di 13,42 milioni di euro e un fabbisogno di 558,58 milioni di euro nel 2020.


COSTO PRESUNTO

Costo al 21 dicembre 2001 N.D. Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione di costo al 30 aprile 2004 529,000 Fonte: RFI Spa
Previsione di costo al 30 aprile 2005 532,340 Fonte: Delibera CIPE 68/2005
Costo al 6 aprile 2006 N.D. Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione di costo al 30 aprile 2007 532,340 Fonte: Delibera CIPE 68/2005
Costo al 30 giugno 2008 N.D. Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione di costo al 30 aprile 2009 532,340 Fonte: Delibera CIPE 68/2005
Previsione di costo al 30 aprile 2010 532,340 Fonte: DPEF 2010-2013
Costo ad aprile 2011 532,370 Fonte: DEF 2011
Previsione di costo al 30 aprile 2011 532,370 Fonte: DEF 2011
Costo al 30 giugno 2011 532,370 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione di costo al 31 dicembre 2011 532,370 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Costo a giugno 2012 532,340 Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione di costo al 30 settembre 2012 532,340 Fonte: Delibera CIPE 68/2005
Costo a dicembre 2012 532,340 Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Costo a settembre 2013 532,340 Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione di costo al 31 ottobre 2013 532,340 Fonte: Delibera CIPE 68/2005
Costo ad agosto 2014 532,340 Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo a settembre 2014 532,340 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione di costo al 31 dicembre 2014 572,000 Fonte: CdP RFI 2012-2016
Previsione di costo al 31 marzo 2016 572,000 Fonte: CdP RFI 2012-2016
Previsione di costo al 31 dicembre 2016 572,000 Fonte: CdP RFI 2012-2016
Previsione di costo al 31 maggio 2017 572,000 Fonte: CdP RFI 2012-2016
Previsione di costo al 31 maggio 2018 572,000 Fonte: CdP RFI 2017-2021
Previsione di costo al 31 ottobre 2019 572,000 Fonte: CdP RFI 2017-2021 - Aggiornamento 2018/2019
QUADRO FINANZIARIO

Disponibilità indicate nella delibera CIPE 121/01 e successivi aggiornamenti:  

Risorse disponibili al 31 ottobre 2019: 13,420  
RFI Spa 13,420 - Fonte: CdP RFI 2017-2021 - Aggiornamento 2018/2019

Fabbisogno residuo al 31 ottobre 2019: 558,580  

Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione definitiva
Conferenza di servizi:
Note: Progettazione Definitiva conclusa approvata ed inviata alla Struttura Tecnica di Missione del MIT il 18/02/2013. Si conferma, a tutto il 30/06/2019, lo stato del lavoro. Si rappresenta inoltre che l'ATI aggiudicataria ha cambiato denominazione sociale in ATI Neosia, Geodata, Sintagma, Poyry

DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione definitivaEsterno 560.576.957,848.271.399,907.239.175,54ATI Tecnimount,GEodata,Sintagma,Elecrowatt22/03/200631/07/2009


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore:
Modalità di selezione:
Procedura:
Sistema di realizzazione:
Criterio di aggiudicazione:
Fase progettuale a base di gara:
Tempi di esecuzione:  
Progettazione:
Lavori:
Data bando:
CIG/CUI:
Data aggiudicazione:
Tipo aggiudicatario:
Nome:
Codice fiscale:
Data stipula contratto:
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1):
Importo oneri per la sicurezza:
Importo complessivo a base di gara:
Importo di aggiudicazione (2):
Somme a disposizione:
Importo totale:
% Ribasso di aggiudicazione:
% Rialzo di aggiudicazione:
Note:
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori:
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori:
Stato avanzamento (importo):
Stato avanzamento (percentuale):
Data presunta fine lavori:
Data effettiva fine lavori:
Data presunta fine lavori x varianti:
Tempi realizzazione:
Data collaudo statico:
Data collaudo tecnico-amministrativo:
Note:

Contenzioso
Totale riserve definite:
Importo complessivo riserve definite:
Totale riserve da definire:
Importo complessivo riserve da definire:
Note:

Sospensione lavori
Numero totale:
Giorni di sospensione totali:
Note:

Varianti
Numero totale:
Giorni proroga totali:
Motivi:
Altri motivi:
Importo:
Importo oneri sicurezza:
Somme a disposizione:
Totale: 0,00
Note:
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

CdP RFI 2001-2005 del 2 maggio 2001
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Marche del 24 ottobre 2002
Delibera di Giunta della Regione Marche n. 1823 del 2 dicembre 2003
PPI RFI Spa del mese di aprile 2004
2° Atto aggiuntivo Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Umbria del 1° agosto 2008
CdP RFI Spa 2007-2011, aggiornamento 2008 dell'8 giugno 2009
CdP RFI Spa 2007-2011, aggiornamento 2009 del 23 dicembre 2010
CdP RFI Spa 2007-2011, aggiornamento 2010/2011 del 21 maggio 2012
CdP RFI Spa 2012-2016 dell'8 agosto 2014
Delibera CIPE 112/2015 del 23 dicembre 2015
CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2015 del 29 aprile 2016
CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2016 del 17 giugno 2016
Legge n. 225 del 1° dicembre 2016
CdP RFI 2017-2021 del 1° agosto 2017
Delibera CIPE 66/2017 del 7 agosto 2017
Autorità di regolazione dei trasporti - Parere del 30 novembre 2017
Decreto Interministeriale n. 87 del 7 marzo 2019
CdP RFI 2017-2021, aggiornamento 2018/2019 del mese di luglio 2019
Delibera CIPE 37/2019 del 24 luglio 2019
Siti internet ufficiali


Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione o cliccando su OK acconsenti al loro uso.