logo Camera
SILOS
Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

 Formato pdf  

SISTEMI URBANI
Rete metropolitana dell'area milanese
Nuova linea metropolitana M4 da Lorenteggio a Linate

SCHEDA N. 87
Costo
Quadro finanziario
CUP
  • B81I06000000003
Sistema infrastrutturale

Sistemi urbani
Localizzazione
9° Allegato Settembre 2011: Si
Soggetto titolare

Comune di Milano
Stato di attuazione

Lavori in corso
Ultimazione lavori

2023
Descrizione

La nuova linea metropolitana M4 di Milan o “Linea blu” collegherà il centro storico con la parte Est (Q.re Forlanini e Aeroporto Linate) e con la parte Ovest (Q.re Lorenteggio e Stazione San Cristoforo). Caratteristiche del sistema: metropolitana leggera ad automatismo integrale , un sistema tecnologico che conserva le caratteristiche della metropolitana classica, ma con standard tecnici prestazionali più elevati e meno dispendiosi. L’innovativo sistema di guida automatica (driverless: senza conducente) adotta una tecnologia per il controllo intelligente del traffico che garantisce ai passeggeri i più elevati standard di sicurezza. Principali interscambi: S. Cristoforo FS, Sant’Ambrogio M2, San Babila M1, Dateo FS, Forlanini FS, Sforza Policlinico M3.

DELIBERE CIPE E/O ORDINANZE ATTUATIVE

112/2006
92/2007
70/2008
99/2009
59/2013
66/2013
16/2014
10/2017
DATI STORICI

2001
Nella delibera n. 121 del 21 dicembre, l’allegato 1 riporta la voce “Allacciamenti ferroviari e stradali grandi hub aeroportuali” con un costo di 309,9 Meuro.

2003
L’opera è compresa nell’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Lombardia, sottoscritta l’11 aprile.

2004
Il 7 maggio la Regione Lombardia esprime parere favorevole con prescrizioni e raccomandazioni, confermando l’esclusione del progetto stesso dalla valutazione d’impatto ambientale

2005
Il CIPE, con delibera n. 3 del 18 marzo, integra il PIS, prevedendo, tra l’altro, dieci “aggiornamenti” di opere già incluse nel Programma originario, tra i quali figura, sotto la voce "Corridoio 5" (Lisbona-Kiev) nel quadro dei “Sistemi urbani - allacciamenti ferroviari grandi hub aeroportuali”, la nuova linea M4 della metropolitana di Milano, con un onere aggiuntivo di 240 Meuro a carico delle risorse destinate all'attuazione del Programma medesimo.
Il Sindaco di Milano, nella sua qualità di Commissario delegato per l’emergenza del traffico e della mobilità nella città di Milano, con provvedimento n. 546 del 16 maggio 2005, ha autorizzato: la costituzione, tra il Comune di Milano ed uno o più soci privati , di una società mista a maggioranza pubblica con il compito di provvedere al completamento della progettazione, alla realizzazione e alla gestione della linea 4 della metropolitana di Milano; l’indizione di una gara pubblica per la scelta del socio o dei soci provati con cui costituire la società mista, con l’impegno ad apportare la quota privata del capitale di rischio e ad eseguire le prestazioni tecniche e finanziarie necessarie alla realizzazione ed alla gestione dell’opera.

2006

Il MIT, con nota del 28 marzo, trasmette al CIPE la relazione istruttoria della “Metropolitana M4 Lorenteggio-Linate”, proponendo l’approvazione del progetto preliminare limitatamente alla 1^ tratta funzionale tra Lorenteggio e Sforza Policlinico.
Il CIPE, con delibera n. 112 del 29 marzo, approva il progetto preliminare e prende atto che, sul piano finanziario, il MIT ipotizza che il relativo costo venga coperto, per 351,5 Meuro, da risorse del Comune di Milano e, per 197,2 Meuro, da risorse dei privati partecipanti alla società mista pubblico-privata che realizzerà e gestirà l’opera. Per il fabbisogno residuo di 240 Meuro viene prevista la copertura a carico delle risorse destinate all’attuazione del Programma.
L’opera è contemplata dalla delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
Nel mese di giugno il Comune di Milano pubblica il bando di gara per l’affidamento della Concessione di costruzione e gestione, ai sensi del D.Lgs 190/2002, della Linea M4 di Milano, progettata da Lorenteggio a Linate (con previsti prolungamenti e diramazioni) limitatamente alla 1a tratta funzionale (da Lorenteggio a Sforza Policlinico).
La L. 296/2006 autorizza, all’art. 1, comma 979, a valere sugli importi di cui al comma 977 (Finanziamento opere di preminente interesse nazionale e utilizzazione di quota parte delle risorse per Capitanerie di porto) un contributo quindicennale di 3 Meuro a decorrere dall'anno 2007, di 6 Meuro a decorrere dall'anno 2008 e di 6 Meuro a decorrere dall'anno 2009 per la realizzazione del tratto della metropolitana di Milano M4 Lorenteggio-Linate.


2007

Il 30 luglio il Ministero dei trasporti trasmette al CIPE il parere favorevole, con prescrizioni ed osservazioni, della Commissione interministeriale, che sottolinea come il parere espresso sia “indicativo” e dovrà essere integrato da un successivo parere, che valuti anche gli aspetti tecnici e della sicurezza.
Il 31 luglio viene sottoscritto, tra il MIT, la Regione Lombardia, la Provincia e il Comune di Milano, un protocollo di intesa per la realizzazione della rete metropolitana dell’area milanese. Il protocollo individua come primo intervento prioritario la realizzazione dell’intera linea M4 da Lorenteggio a Linate e pone l’onere della relativa copertura, per il 40%, a carico dello Stato e, per il 60%, a carico degli enti locali. Inoltre riporta quale finanziamento disponibile per il 1° lotto (San Cristoforo – Sforza Policlinico), l’importo complessivo arrotondato di 510 Meuro, inclusivo dell'intero finanziamento di cui all'art. 1, comma 979, della L. 296/06.
Il Ministero per i beni culturali, con nota del 2 agosto, formula il proprio parere favorevole, nel dichiarato scopo di evitare soluzioni di continuità nell'espletamento delle procedure approvative, ma condizionando il parere al rispetto delle prescrizioni dettate dalla Soprintendenza archeologica della Lombardia.
Il Comune di Milano, in qualità di soggetto aggiudicatore, con nota del 22 agosto, trasmette al MIT ed alle altre amministrazioni interessate il progetto preliminare dell’intervento. Il 23 agosto esso viene depositato presso il competente ufficio regionale, che pubblica il relativo avviso di deposito sul proprio sito Internet.
Il 28 agosto il MIT trasmette al CIPE la relazione istruttoria concernente il progetto preliminare della “nuova linea metropolitana M4 Lorenteggio–Linate, 1^ tratta funzionale Lorenteggio–Sforza Policlinico”.
Il MIT, con note del 29 agosto, trasmette al CIPE il Protocollo d’intesa e comunica ulteriori notizie sul progetto,con particolare riferimento all’aliquota dell’IVA applicata ed ai limiti di recuperabilità dell'imposta.
La Regione Lombardia, con nota del 29 agosto, conferma il proprio interesse alla realizzazione dell’intervento e ribadisce il parere favorevole, che dichiara già formalizzato con D.G.R. 17 maggio 2004.
L’art. 7, comma 3, del D.L. 159/2007, autorizza, per la realizzazione di investimenti relativi al sistema ferroviario metropolitano di Milano, la spesa di 150 Meuro per l'anno 2007, quale cofinanziamento delle politiche a favore del trasporto pubblico. Lo stesso decreto riconosce tali opere come prioritarie.
Il CIPE, con delibera n. 92 del 30 agosto, approva il progetto preliminare della nuova metropolitana M4 Lorenteggio-Linate, 1a tratta funzionale Lorenteggio-Sforza Policlinico. Per la realizzazione dell'opera è prevista la costituzione di una società mista pubblico-privata cui partecipano Comune di Milano e Metropolitana Milanese Spa e soci privati individuati sulla base della gara in atto (bando 6 giugno 2006). Il costo complessivo dell’intervento è stimato in 788,7 Meuro, di cui risultano già finanziati 708,7 Meuro. Per finanziare i restanti 80 Meuro il CIPE assegna, a valere sull’art. 1, comma 977, della L. 296/2006, con decorrenza 2009, un contributo quindicennale di 7,6 Meuro.Entro 60 giorni dalla pubblicazione della delibera nella G.U., la Regione Lombardia dovrà trasmettere un atto formale da cui risulti l'impegno ad assicurare, a carico di propri fondi, l'eventuale integrazione della copertura finanziaria del costo dell'opera che si renda necessaria in relazione all'entità del volume di investimenti effettivamente attivato con i contributi a carico della L. 296/06. La Regione Lombardia dovrà inoltre stipulare un atto aggiuntivo al Protocollo d’intesa del 31 luglio 2007, che espliciti chiaramente la destinazione al progetto del finanziamento di cui all’art. 1, comma 979, della L. 296/06.
La Regione Lombardia, con delibera del 26 settembre, esclude il ricorso alla procedura VIA a seguito dello screening effettuato e, per quanto concerne la localizzazione urbanistica dell’opera, formula il consenso ai fini dell’intesa Stato-Regione, subordinatamente al recepimento di prescrizioni.
Il CIPE, nella seduta del 4 ottobre, effettua una prima valutazione del progetto preliminare, prevedendo che, all’interno del PIS, l’opera venga inclusa tra quelle da avviare entro il 2012. Tale modifica viene recepita nell’intesa che la Conferenza unificata esprime nella seduta del 30 ottobre.
Il Ministero per i beni culturali, con nota 29 ottobre, trasmette il proprio parere favorevole con prescrizioni.
Il 30 ottobre il MIT trasmette la relazione istruttoria aggiornata.
Il 5 novembre, con l’Atto integrativo al protocollo del 31 luglio, il MIT si impegna a sottoporre al CIPE la richiesta del finanziamento di 9,9 Meuro per la progettazione definitiva, a valere sulle risorse del D.L. 159/2007 e ad assumere ogni iniziativa al fine del reperimento dei fondi di legge obiettivo. Lo stesso giorno l’Unità tecnica-Finanza di Progetto (UTFP) trasmette una relazione sul progetto relativo all’intera tratta citata in cui espone l’avviso che il progetto medesimo necessiti di contribuzione pubblica ma suggerisce comunque di riconsiderare il piano in fase di approvazione definitiva.
L’8 novembre il MIT fornisce precisazioni e invia documentazione integrativa.
Il CIPE, con delibera n. 118 del 9 novembre, prende atto dell’assegnazione di 150 Meuro disposta con l’art. 7 del D.L. 159/2007 e della destinazione di quota parte di tale importo, pari a 141,47 Meuro, all’integrale finanziamento del costo della 2° tratta. La Corte dei conti restituisce la delibera perché non corredata da adeguata documentazione di supporto.
Il 20 dicembre la Commissione interministeriale esprime parere favorevole sulla tratta “Sforza Policlinico-Linate”, con osservazioni e prescrizioni.


2008

Il D.L. 112/2008, all’articolo 6-quinquies, istituisce, a decorrere dall’anno 2009, un Fondo per il finanziamento, in via prioritaria, di interventi finalizzati al potenziamento della rete infrastrutturale di livello nazionale, inclusivo delle reti di telecomunicazione ed energetiche ed alimentato con gli stanziamenti nazionali assegnati per l’attuazione del QSN 2007-2013 (“Fondo infrastrutture”).
Il MIT, con nota del 22 luglio, chiede la reiscrizione dell’argomento all’o.d.g. trasmettendo, con note acquisite in data 18 e 24 luglio 2008, una nuova relazione istruttoria.
Il CIPE, con delibera n. 70, che sostituisce la n. 118/2007 ricusata dalla Corte dei Conti, approva con prescrizioni e raccomandazioni il progetto preliminare. Per la realizzazione dell’intervento si prevede di estendere alla tratta in esame la modalità esecutiva già approvata per la prima tratta, dal momento che il bando di gara per la scelta del socio privato relativo al 1° lotto prevede tale possibilità di estensione. Il piano economico-finanziario sintetico, riferito all’intera tratta della linea M4 S. Cristoforo-Linate e redatto sulla base di una durata di 30 anni, prevede un “potenziale ritorno economico” derivante dalla gestione. Il costo della progettazione definitiva (9,9 Meuro) viene posto a carico dell’art. 7, comma 3, del D.L. 159/07.
L’art. 18, comma 3, del D.L. 185/2008 dispone che il CIPE assegni una quota delle risorse nazionali disponibili del FAS al Fondo infrastrutture, fermo restando il vincolo di destinare alle regioni del Sud l'85% delle risorse ed il restante 15% a quelle del Centro-Nord.
Il 22 ottobre viene emanato il DPCM recante "Interventi necessari per la realizzazione dell’Expo Milano 2015" successivamente modificato dal DPCM 7 aprile 2009, integrato dal DPCM 1 marzo 2010 e sostituito dal DPCM 6 maggio 2013. Il decreto ha istituito gli organi che provvedono a porre in essere tutti gli interventi necessari per la realizzazione dell'Expo, vale a dire le opere essenziali e le attività di organizzazione e di gestione dell'evento (tali opere sono quindi indicate analiticamente nell’allegato 1 al decreto), nonché le opere connesse (descritte nell’allegato 2), secondo quanto previsto nel dossier di candidatura approvato dal BIE. L’opera M4 Lorenteggio Linate – 1° e 2° lotto Sforza Policlinico-Linate è inserita tra le opere connesse all'interno della rete metropolitana.
Il CIPE, con delibera n. 112 del 18 dicembre, dispone l’assegnazione di 7.356 Meuro a favore del Fondo infrastrutture per interventi di competenza del MIT.


2009

Nel Tavolo Lombardia, del 23 febbraio, è approvato l’aggiornamento degli elenchi relativi alle opere essenziali, connesse e necessarie per l’accessibilità EXPO 2015. I due lotti della M4 risultano inseriti tra le opere connesse.
La delibera CIPE n. 3 assegna al Fondo infrastrutture 5.000 Meuro per interventi di competenza del MIT.
L’opera è contemplata dalla delibera CIPE n. 10, di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
In data 17 aprile la Giunta Comunale di Milano approva il progetto definitivo della seconda tratta della M4.
In maggio il Comune di Milano, in qualità di soggetto aggiudicatore, trasmette al MIT, alle altre amministrazioni interessate e agli enti gestori delle interferenze il progetto definitivo dell’intervento.
Nell’ambito della riunione del 25 maggio 2009 del Tavolo istituzionale per il governo complessivo degli interventi regionali e sovra-regionali viene proposto di utilizzare i 480 Meuro già destinati alla linea metropolitana M6 con D.P.C.M. 22 ottobre 2008 per il completamento della quota di finanziamento statale della nuova linea metropolitana M4 “Tratta Sforza Policlinico - Linate aeroporto”.
Il MIT indice, in data 15 luglio, la Conferenza di Servizi, con la partecipazione dei soggetti interessati, che hanno espresso parere favorevole con prescrizioni e/o osservazioni.
Il Ministero per i beni culturali, con nota 15 luglio, trasmette il proprio parere favorevole con prescrizioni.
Il 15 luglio la Regione Lombardia formula parere favorevole sul progetto definitivo della nuova linea M4 “Tratta Sforza Policlinico - Linate aeroporto”, condizionato al recepimento di proposte e prescrizioni.
La Direzione Generale dei Sistemi di trasporto a impianto fisso del MIT, con nota del 30 luglio, trasmette il parere favorevole, sotto il profilo tecnico, con prescrizioni, reso nell’adunanza del 28 luglio, dalla Commissione interministeriale di cui alla legge n. 1042/1969, sulla “Tratta Sforza Policlinico - Linate”.
Il Comune di Milano, con nota del 23 settembre, propone a proprio carico un importo pari a 91 Meuro, che trovano copertura nel bilancio di previsione approvato con Delibera di Consiglio Comunale.
Con deliberazione n. 38 del 24 settembre il Consiglio Comunale di Milano approva lo Statuto della costituenda Società per azioni “SVP Linea M4 S.p.A” per la progettazione, costruzione e gestione, in concessione del Comune di Milano della Linea M4.
La Comm.ne ex legge 1042/69 esprime parere favorevole sotto il profilo economico in data 15 ottobre.
Il 26 ottobre il MIT chiede al CIPE l’iscrizione all’odg per la prima seduta del CIPE, dell’opera in esame.
Il MIT, con nota 2 novembre, trasmette al CIPE la relazione istruttoria e i relativi allegati e con nota 3 novembre 2009 trasmette il parere formulato dall’UTFP sul Piano economico finanziario dell’opera .
Il 6 novembre il MEF chiede di approfondire l’applicazione dell’IVA sul costo dell’opera.
Il CIPE, con delibera del 6 novembre n.99, approva il progetto definitivo dell’opera, il cui costo, pari a 910 Meuro, comprensivo dell’IVA al 10%, verrà coperto per 546 Meuro dallo Stato, per 91 Meuro dal Comune di Milano e per 273 Meuro da parte di una Società mista pubblico/privata da costituirsi tra il Comune e i privati offerenti le migliori condizioni. Detta società avrà in concessione dal Comune di Milano la costruzione e gestione della linea stessa per una durata di 30 anni. Il CIPE valuta la proposta del MIT di utilizzare i 480 Meuro già destinati alla linea metropolitana M6 con D.P.C.M. 22 ottobre 2008 per la copertura della restante quota di contributo statale e assegna un finanziamento di 56,13 Meuro a carico della quota del 15% destinato a favore del Centro-Nord del Fondo infrastrutture. L’assegnazione resta condizionata all’emanazione di un D.P.C.M. di modifica del quadro finanziario allegato al precedente decreto.
Il 20 novembre il Commissario straordinario richiede l'adozione di un nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di riallocazione delle risorse destinate al compimento dell'EXPO 2015.
Nella riunione del 30 novembre il Tavolo istituzionale per il governo complessivo degli interventi regionali e sovraregionali concorda sull’emanazione di un nuovo D.P.C.M. in cui i finanziamenti previsti a carico del bilancio Expo per la realizzazione della linea M6, individuati in 481 Meuro, vengano destinati per 480 Meuro alla realizzazione del II lotto della linea M4, II lotto, tratta Sforza Policlinico-Linate.


2010

Il 1° marzo viene emanato il DPCM che modifica gli allegati del DPCM del 22 ottobre 2008 ridefinendo il quadro finanziario delle opere dell’Expo. L’intervento "M4 Lorenteggio Linate – primo lotto San Cristoforo-Sforza Policlinico" è inserito tra le opere connesse e finanziate facente parte della rete metropolitana. L'intervento ” Nuova linea metropolitana Policlinico-Linate” è inserito tra le opere “essenziali”, con un costo di 910 Meuro, in sostituzione della Linea M6. In particolare, il DPCM stabilisce che i finanziamenti previsti a carico del bilancio EXPO per la realizzazione della Linea M6 siano destinati, per l’importo pari a 480 Meuro, alla realizzazione della Linea M4, secondo lotto, tratta Sforza Policlinico-Linate.
Con Provvedimento n. 3 del 4 maggio, il Commissario straordinario autorizza la costituzione della Società SPV linea M4 S.p.A. (partecipata per 2/3 dal Comune di Milano) e l’estensione della procedura di evidenza pubblica già avviata per la prima tratta anche alla seconda, in considerazione del fatto che le due tratte risultano completamente finanziate, al fine di garantire una continuità costruttiva e gestionale.
Il 4 maggio viene inviata la lettera d’invito ai concorrenti.
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera “Metropolitana di Milano linea M4", suddivida in due lotti, è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”. Il lotto "Lorenteggio-Sforza/Policlinico" è riportato anche nella tabella “6 :Progetti inoltrati alla Struttura Tecnica di Missione in avanzata fase istruttoria”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.


2011 Aprile

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera “Metropolitana di Milano linea M4-Lorenteggio-Linate", suddivisa in due lotti, è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, la concessione di costruzione e gestione della Linea 4 della metropolitana di Milano risulta aggiudicata in via provvisoria al raggruppamento di imprese composto da Impregilo, Ansaldo STS, Ansaldo Breda, Astaldi, Sirti e ATM.


2011 Dicembre

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera "Metropolitana di Milano M4", suddivisa in 1° e 2° tratta, è riportata nelle stesse tabelle di aprile. 
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, si rileva che si tratta di un PPP e verrà costituita una società mista pubblico (2/3) privato (1/3) per la realizzazione delle opere ed impianti e la successiva gestione della linea di trasporto metropolitano, per la durata complessiva di 30 anni. Relativamente all'aggiudicazione provvisoria della gara, in data 15/06/2011, viene presentato ricorso per l'annullamento dall'impresa concorrente Pizzarotti SpA. All'aggiudicazione definitiva dell'intera linea e non solo della I° tratta come inizialmente previsto si giunge in data 08/08/2011 e in data 06/10/2011 viene sottoscritto il Contratto Accessorio con l'Aggiudicataria ATI Impregilo SpA, dando avvio alle opere propedeutiche ed urgenti alla realizzazione della Linea.


2012 Marzo

Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2012, si rileva che con sentenza n.235/2011, del 19/01/2012 il TAR della Lombardia ha respinto il ricorso. Con ordinanza n.567/2012 del 08/02/2012 il Consiglio di Stato ha respinto la richiesta incidentale di sospensiva avanzata da Pizzarotti SpA. In data 29 febbraio 2012 si è proceduto alla consegna della prima area di cantiere. L'ultimazione dell'intera opera è prevista entro marzo 2018.


2012 Settembre

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 1, opere confermate; allegato 2, opere indifferibili (2° lotto); allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera, suddivisa in due lotti, è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche. Inoltre, la tratta funzionale Lorenteggio-Sforza Policlinico è riportata nella "Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS" e la tratta "Sforza Policlinico-Linate" nella "Tabella 2, Opere in fase di progettazione del PIS".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, risulta che "in data 6 marzo 2012 si è proceduto alla consegna anticipata dei lavori unitamente alla consegna dell'area di Linate. Entro l'inizio della manifestazione universale EXPO 2015 é prevista la realizzazione della tratta funzionale Linate/Forlanini FS. Allo scopo, con deliberazione di Giunta Comunale PG 279038/2012 in data 23.04.2012, é stata individuata una soluzione denominata "Scenario 2L" con l'ATI Impregilo, che ha esposto un maggior costo pari a circa 60,94 Meuro, in parte costituito da varianti costruttive e maggiori opere, in parte derivante da modalità realizzative adeguate allo scopo. A tale costo ne sono stati aggiunti ulteriori, pari a 3,5 Meuro, per la gestione ed esercizio della tratta Linate/Forlanini FS nei mesi di durata dell'EXPO. A fronte di tali importi l'Amministrazione ha effettuato un'istruttoria preliminare nella quale si è concluso che l'importo massimo riconosciuto non potrà superare 50 Meuro. Per procedere alla realizzazione delle opere in tempo utile per l'EXPO, l'ATI Impregilo ha manifestato la necessità di condividere un nuovo programma lavori relativamente alla tratta Linate/Forlanini FS, oltre a diverse modalità esecutive, modifiche progettuali e variazioni dell'importo lavori". La Direzione Lavori ha emesso il 25 maggio 2012 il primo Stato di Avanzamento Lavori (SAL) di circa 9,42 Meuro.


2012 Dicembre

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


2013 Giugno

L'opera, articolata in due lotti, è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale – M4 Lorenteggio-Linate – tratta 2 Sforza Policlinico-Linate; Tabella 2 - Le opere in progettazione del deliberato CIPE - M4 Lorenteggio-Linate – tratta 1 Lorenteggio- Sforza Policlinico.
Il 6 maggio viene emanato il DPCM “Nomina del Commissario unico delegato del Governo per EXPO Milano 2015”  che sostituisce il DPCM 22 ottobre 2008 e successive modificazioni ed integrazioni. La nuova linea metropolitana M4 di Milano tratta Policlinico-Linate è inserita tra le opere essenziali di connessione al sito di cui all'allegato 1. La tratta San Cristoforo-Policlinico invece è inserita tra le opere connesse all'interno della rete metropolitana di cui all'allegato 2.


2013 Ottobre

L'art. 18, comma 1, del decreto-Legge 21 giugno 2013, n. 69, per consentire nell'anno 2013 la continuità dei cantieri in corso ovvero il perfezionamento degli atti contrattuali finalizzati all'avvio dei lavori istituisce presso il MIT un Fondo con una dotazione complessiva pari a 2.069 milioni di euro, di cui 335 Meuro per l'anno 2013, 405 Meuro per l'anno 2014, 652 Meuro per l'anno 2015, 535 Meuro per l'anno 2016 e 142 Meuro per l'anno 2017. Il comma 3 stabilisce che con delibere CIPE, da adottarsi entro quarantacinque giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto possono essere finanziati, tra l’altro, a valere sul fondo di cui al comma 1, nei limiti delle risorse annualmente disponibili, la linea M4 della metropolitana di Milano.
Il CIPE, con delibera n. 59 8 agosto 2013, approva ai sensi dell’articolo 18, comma 3, del Decreto-Legge n. 69/2013, l’assegnazione programmatica di 172,2 Meuro, a valere sulle risorse di cui al comma 1 del medesimo articolo, alla Linea M4 di Milano.
Il CIPE, con delibera n. 66 del 9 settembre 2013, approva, con prescrizioni, il progetto definitivo dell’intera Linea M4 della metropolitana di Milano; prende atto del quadro economico e del PEF del progetto definitivo unificato dell’intera Linea, per un costo complessivo di 1.819,70 Meuro, IVA compresa; assegna in via definitiva all’opera la somma di 172,20 Meuro a valere sul fondo di cui all’art. 18, comma 1, del Decreto-Legge n. 69/2013 (l’effettiva erogazione del finanziamento è subordinata a una sentenza favorevole del Consiglio di Stato sul ricorso dell’Impresa Pizzarotti e C. Spa, per l’annullamento dell’aggiudicazione definitiva in favore del RTI Impregilo); esprime parere favorevole sullo schema di convenzione.
L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risultano emessi SAL per un valore complessivo di 17,53 Meuro.
Il comma 2 dell’articolo 13 del D.L. 145/2013 destina ulteriori 42,8 Meuro alla realizzazione del collegamento Zara Expo S.S. 11 – S.S. 233, lotto 1-B (previsto alla lettera a), comma 1, del medesimo articolo), che consegue alla riduzione di quanto assegnato per l’annualità 2013 dal CIPE nella seduta del 9 settembre 2013. Ai sensi del comma 1 dello stesso articolo 13, le risorse assegnate con le delibere CIPE n. 146 del 17 novembre 2006 e n. 33 del 13 maggio 2010 sono revocate e destinate, tra l’altro, alla compensazione del predetto importo.


2014 Giugno

Il CIPE, con delibera n. 16 del 14 febbraio 2014, modifica la delibera CIPE n. 66/2013. Il finanziamento di 172,200 Meuro assegnato con tale delibera viene rimodulato in 129,400 Meuro da risorse del Fondo cd “Sblocca cantieri” (istituito dall’art. 18, c. 1 del decreto-legge 69/2013) e in 42,800 Meuro da risorse del Fondo revoche (art. 32, c. 6, del decreto-legge 98/2011) ai sensi di quanto disposto dall’articolo 13, comma 1, del decreto-legge 145/2013. Nel rispetto di quanto disposto dal comma 2 del citato articolo 13, del decreto legge n. 145/2013, tale finanziamento si intende complessivamente revocato in caso di mancata stipula del contratto di finanziamento entro il 31 dicembre 2014.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-1 Corridoio Mediterraneo; A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


2014 Dicembre

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla nota di aggiornamento al DEF 2013.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella delle revoche e delle riassegnazioni di legge Obiettivo; Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.
La Commissione Europea, in data 29 ottobre 2014, adotta l’Accordo di Partenariato con l’Italia per l'impiego dei fondi strutturali e di investimento europei per la crescita e l’occupazione nel periodo 2014-2020.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, risultano emessi 10 SAL (al 30 giugno 2014) per un valore complessivo di 108,190 Meuro.
Il Comune di Milano, con Delibera di Giunta n. 2.418 del 28 novembre 2014 approva le “linee di indirizzo per la stipula della convenzione di concessione e per gli ulteriori adempimenti contrattuali necessari alla prosecuzione del progetto di realizzazione e gestione della Linea 4 della metropolitana di Milano.
In data 22 dicembre 2014 sono sottoscritti la Convenzione, tra il Comune di Milano e la società M4 SpA, e il contratto di finanziamento, tra i Soci privati (Salini Impregilo, Astaldi, AnsaldoBreda, Ansaldo STS, ATM e Sirti), il Comune di Milano (nella qualità di socio della SPV) e un pool di banche e soggetti istituzionali. Banca IMI e BNP Paribas quali Coordinating Bank, unitamente a Credit Agricole CIB, MPS Capital Services, Natixis e UniCredit hanno strutturato il finanziamento in qualità di Mandated Lead Arranger. L’ammontare del contratto di finanziamento è fino a 516,5 Meuro di cui 300 Meuro di risorse BEI, messe a disposizione direttamente da Cassa Depositi e Prestiti per 217,5 Meuro e per 82,5 Meuro da Banca IMI, UniCredit e MPS. Altri 206 Meuro sono a carico dei soci privati. Il termine ultimo dei lavori, secondo il cronoprogramma generale di costruzione allegato alla convenzione, è previsto nel 2022.
L’articolo 1, comma 703, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015), definisce le nuove procedure di programmazione delle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020. 


2016 Marzo

Il CIPE, con delibera n. 8 del 28 gennaio 2015, prende atto dell’Accordo di Partenariato Italia 2014-2020, adottato con decisione esecutiva in data 29 ottobre 2014 dalla Commissione Europea e relativo alla programmazione dei Fondi SIE (Fondi strutturali e di investimento europei) per il periodo 2014-2020.
L'opera è riportata nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2015 (aprile e novembre 2015), Allegato 3 Opere prioritarie del Programma Infrastrutture Strategiche.
Con DPCM 25 febbraio 2016 è istituita la Cabina di Regia, di cui all’articolo 1, comma 703, lettera c), della legge 23 dicembre 2014, n. 190, che, per la programmazione del Fondo sviluppo e coesione 2014-2020, costituisce la sede di confronto tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano nonché le Città metropolitane e assicura il raccordo politico, strategico e funzionale per facilitare un’efficace integrazione tra gli investimenti promossi, imprimere l’accelerazione e garantirne una più stretta correlazione con le politiche governative per la coesione territoriale.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risultano in corso i lavori con un avanzamento del 12,46%. 


2016 Dicembre

L'opera “Milano Linea M4 Lorenteggio Linate” è riportata nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2016, Appendice - Stato avanzamento delle 25 opere del PIS.
Il CIPE, con delibera n. 25 del 10 agosto 2016, approva le aree tematiche e i relativi obiettivi strategici a cui destinare la dotazione finanziaria del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020 e stabilisce che l’elaborazione dei piani operativi deve tenere conto delle finalizzazioni delle risorse indicativamente esposte nelle tabelle allegate alla delibera stessa. Per l’area tematica “Infrastrutture” è prevista una dotazione finanziaria di 11,5 miliardi di euro.
In data 13 settembre 2016 è sottoscritto, tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Città Metropolitana di Milano, il Patto per Milano “Interventi per lo sviluppo economico, la coesione sociale e territoriale della Città di Milano e dell’area metropolitana” che prevede interventi per un importo complessivo di 644,200 milioni di euro di cui 110,000 milioni di euro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Nella Scheda interventi e risorse, dove sono indicati in dettaglio le aree tematiche e gli interventi strategici individuati dalla Città di Milano e condivisi con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, è riportato l’intervento “Recepimento prescrizioni e raccomandazioni CIPE: interscambio tra linee M4 e M3 stazione Sforza-Policlinico e altri interventi. Attivazione prima tratta funzionale”, con un costo di 70 milioni di euro da finanziare per 25 milioni di euro con risorse FSC 2014-2020 e per i restanti 45 milioni di euro con risorse comunali e locali.
In data 7 ottobre 2016, il Comune di Milano pubblica, sul proprio sito, il bando per l’assegnazione di contributi destinati ai privati cittadini, proprietari, inquilini, titolari di diritti reali o che hanno l’immobile in comodato, residenti in unità abitative prospicienti le aree interessate dai cantieri della M4, che sostengano spese per interventi di isolamento termo-acustico, per attenuare il disagio provocato dai lavori. L’Amministrazione mette a disposizione di inquilini e proprietari 600mila euro per sostenere le spese per interventi di isolamento termo acustico che attenuino il disagio dei cantieri. Sono ammesse al contributo le spese relative alla realizzazione di opere e all’acquisto di dispositivi per il contenimento acustico e il miglioramento termico che possano beneficiare delle agevolazioni fiscali nazionali per la ristrutturazione e/o il risparmio energetico per l’anno 2016 (per un massimo di 1.000 euro) e finestre comprensive di infissi con vetri a isolamento termoacustico (per un massimo di 1.500 euro). La somma erogata coprirà fino al 20% del totale della spesa sostenuta ed è cumulabile con le agevolazioni fiscali nazionali.
In data 25 novembre 2016 è sottoscritto, tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Lombardia, il Patto per la Regione Lombardia “Interventi per lo sviluppo economico, la coesione sociale e territoriale della Regione Lombardia” che prevede interventi per un importo complessivo di 10,746 miliardi di euro di cui 718,700 Meuro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Il costo totale degli interventi dell’area “infrastrutture” ammonta a 7,911 miliardi di euro di cui circa 503,000 Meuro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Nell’allegato A, dove sono indicati in dettaglio le aree tematiche e gli interventi strategici individuati dalla Regione Lombardia e condivisi con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, è riportata l’opera “Milano – Linea metropolitana M4 – Reintegro taglio finanziamenti da 172,2 a 154,5 M€” con un costo di 17,700 Meuro interamente da finanziare con risorse FSC 2014-2020.
Il CIPE, con delibera n. 54 del 1 dicembre 2016, approva il Piano operativo infrastrutture (POI), di competenza del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, in applicazione dell’art. 1, comma 703, lettera c), della legge n. 190/2014 (legge di stabilità 2015) e della delibera CIPE 25/2016, che ha ripartito le risorse del FSC 2014-2020 tra le aree tematiche nazionali e gli obiettivi strategici. La dotazione finanziaria del POI è pari a 11.500 milioni di euro ed è posta a valere sulle risorse FSC 2014- 2020 destinate all’area tematica «1 Infrastrutture» dalla delibera n. 25/2016. Nel POI, Asse tematico C: Interventi per il trasporto urbano e metropolitano, Linea di azione Interventi per il potenziamento del trasporto rapido di massa nelle aree urbane e metropolitane, completamenti di itinerari già programmati/nuovi itinerari, regione Lombardia, è inserito l’intervento: “Milano - Linea metropolitana M4 - reintegro taglio finanziamenti da 172,2 a 154,5”, con un ammontare di 17,7 milioni di risorse assegnate.
Lo stesso giorno il CIPE, con delibera n. 56, assegna le risorse a valere sul Fondo FSC 2014-2020 alle Regioni Lazio e Lombardia e alle Città metropolitane di Milano, Firenze, Genova e Firenze. La dotazione finanziaria del Patto con la Città metropolitana di Milano è determinata in 110,000 milioni di euro.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risultano in corso i lavori con un avanzamento del 16,83%.


2018 Maggio

Il CIPE, con delibera n. 10 del 3 marzo 2017, approva varianti localizzative al progetto definitivo approvato con la delibera 66/2013.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2017, Appendice 1 – Programmi di interventi - Programma città metropolitana di Milano, tra gli interventi della categoria “Completamento delle linee ferroviarie, metropolitane e tranviarie in esecuzione” identificati dall’id 3, è inserito l’intervento “Completamento lavori in corso delle Linee Metropolitana M1 e M4, anche per collegamento tramite M4 con aeroporto di Linate”, classificato “invariante”, con la nota “Nel P.O. (MIT) è contenuto il ripristino dei tagli di finanziamento per la linea metropolitana M4, e la tratta della M1 Sesto FS - Monza Bettola. La linea M4 Lorenteggio-Linate è una delle 25 opere del PIS (ALL.INF. DEF 2015).”
Con decreto del MIT n. 587, del 22 dicembre 2017, è ripartito il fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese, di cui all’articolo 1, comma 140, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, destinato al trasporto rapido di massa pari a 1.397,000 milioni di euro. Al Comune di Milano sono assegnate risorse per un ammontare di 103,50 milioni destinate alla “Metropolitana-Linea M4: opere aggiuntive tratta Lorenteggio Linate”, del costo complessivo di 172,50 milioni di euro.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2018, capitolo IV. Lo stato di attuazione degli interventi programmati”, paragrafo IV. 4 sistemi di trasporto rapido di massa per le aree metropolitane, Tabella “Programma città metropolitana di Milano - Interventi invarianti”, tra gli interventi della categoria “Completamento delle linee ferroviarie, metropolitane e tranviarie in esecuzione” identificati dall’id 3, è inserito l’intervento “Linea Metropolitana M4 - Tratta Lorenteggio - Linate” con un costo di 2.043,44 milioni di euro.
In data 1° giugno 2018 la Giunta comunale di Milano approva l’atto integrativo alla convenzione tra Comune di Milano e M4 SpA. L’accordo, tra l’altro, aggiorna il quadro economico e prevede le coperture finanziarie. L’investimento integrativo complessivo, pubblico privato, ammonta a circa 313 milioni di euro di cui circa 267 di risorse pubbliche.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risultano in corso i lavori, con un avanzamento del 26,85% al 31 dicembre 2017.


2019 Ottobre

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2019, “capitolo III. Appendice: lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo III.4 Piano Città/Aree Metropolitane, Figura 0.8: Programmi Città Metropolitana di Milano”, sono riportati i costi, le risorse disponibili e il fabbisogno residuo articolati per programma. Per gli interventi della categoria “Completamento delle linee ferroviarie, metropolitane e tranviarie in esecuzione” identificati dall’id 3, tra i quali rientra l’intervento “Linea Metropolitana M4 - Tratta Lorenteggio - Linate” si rileva un costo complessivo di 3.763,63 milioni e un ammontare di finanziamenti statali definiti di 2.248,16 milioni di euro e di altri finanziamenti di 1.515,47 milioni di euro.
In data 5 febbraio 2019 è sottoscritto l’Atto integrativo n. 1 alla Convenzione di Concessione del 22 dicembre 2014 tra Comune di Milano e SPV Linea M4 SpA. Il costo complessivo dell’opera passa dall’importo previsto in convenzione di 1.682.368.011,76 euro (al netto di IVA) all’importo di 1.943.822.072,92 euro (al netto di IVA). Tale Atto integrativo prevede una estensione di 15 mesi del cronoprogramma contrattuale e l’attivazione della linea metropolitana per tratte funzionali.
Nella relazione di bilancio 2018 di SPV Linea M4 SpA, presentata nel mese di giugno 2019, si riporta, tra l’altro, che il contributo pubblico, rideterminato a seguito degli accordi raggiunti con l’Atto integrativo n. 1 alla Convenzione di Concessione del 5 febbraio 2019, ammonta a 1.484.965.878 euro a valere per 1.086.726.509 euro su risorse statali e per 398.239.369 euro su risorse comunali. L’attivazione della linea 4 della metropolitana di Milano, della lunghezza di circa 15 km, con 21 stazioni è prevista per tratte funzionali a partire da gennaio 2022 (TF1, Linate-Forlanini FS). L’attivazione della seconda tratta funzionale è programmata per giugno 2022 (TF2, prolungamento a Dateo) e la terza a dicembre 2022 (TF3, prolungamento a S. Babila). L’ultimazione dei lavori dell’intera linea è programmata invece per giugno 2023.
Il CIPE, nella seduta del 24 luglio 2019, è informato dal MIT e dal Comune di Milano sull’andamento dei lavori della linea metropolitana M4 di Milano.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2019, risultano in corso i lavori, con un avanzamento al 30 giugno 2019 del 41,43% sul costo complessivo di 1.943.822.072,92 euro (al netto di IVA).


COSTO PRESUNTO

Costo al 21 dicembre 2001 N.D. Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione di costo al 30 aprile 2004 N.D. Fonte:
Previsione di costo al 30 aprile 2005 N.D. Fonte:
Costo al 6 aprile 2006 N.D. Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione di costo al 30 aprile 2007 N.D. Fonte:
Costo al 30 giugno 2008 N.D. Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione di costo al 30 aprile 2009 1.698,700 Fonte: Delibera CIPE 70/2008 e Delibera CIPE 92/2007
Previsione di costo al 30 aprile 2010 1.698,700 Fonte: Delibera CIPE 99/2009 e Delibera CIPE 92/2007
Costo ad aprile 2011 1.698,700 Fonte: DEF 2011
Previsione di costo al 30 aprile 2011 1.698,700 Fonte: DEF 2011
Costo al 30 giugno 2011 1.698,700 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione di costo al 31 dicembre 2011 1.698,700 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Costo a giugno 2012 1.497,000 Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione di costo al 30 settembre 2012 1.698,700 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Costo a dicembre 2012 1.497,000 Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Costo a settembre 2013 1.819,700 Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione di costo al 31 ottobre 2013 1.819,700 Fonte: DEF 2013 (settembre 2013) e Delibera CIPE 66/2013
Costo ad agosto 2014 1.819,700 Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo a settembre 2014 1.819,700 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione di costo al 31 dicembre 2014 1.819,700 Fonte: DEF 2013 (settembre 2013) e Delibera CIPE 66/2013
Previsione di costo al 31 marzo 2016 1.819,700 Fonte: DEF 2013 (settembre 2013) e Delibera CIPE 66/2013
Previsione di costo al 31 dicembre 2016 1.850,605 Fonte: Comune di Milano
Previsione di costo al 31 maggio 2017 1.850,605 Fonte: Comune di Milano
Costo al 26 aprile 2018 2.043,440 Fonte: DEF 2018
Previsione di costo al 31 maggio 2018 2.164,250 Fonte: Delibera CIPE 10/2017,Comune di Milano e Bilancio di esercizio 2017 SPV Linea M4 SpA
Costo al 30 aprile 2019 2.043,440 Fonte: DEF 2019
Previsione di costo al 31 ottobre 2019 1.943,822 Fonte: SPV Linea M4 SpA - Bilancio 2018
QUADRO FINANZIARIO

Disponibilità indicate nella delibera CIPE 121/01 e successivi aggiornamenti:  

Risorse disponibili al 31 ottobre 2019: 1.943,822  
Comune di Milano 398,239 - Fonte: SPV Linea M4 SpA - Bilancio di esercizio 2018
Fondi Legge Obiettivo 720,000 - Fonte: Delibera CIPE 66/2013 e Delibera CIPE 16/2014
Fondi D.L. n. 159/2007 9,900 - Fonte: Delibera CIPE 66/2013
Fondo Infrastrutture 56,127 - Fonte: Delibera CIPE 66/2013
Fondi Privati 458,856 - Fonte: SPV Linea M4 SpA - Bilancio di esercizio 2018
Fondo "sblocca cantieri" (d) 129,400 - Fonte: Fonte: Delibera CIPE 66/2013 e Delibera CIPE 16/2014
Fondo revoche (e) 25,100 - Fonte: Delibera CIPE 16/2014 e Delibera CIPE 54/2016
Fondi FSC 2014-2020 - PO Infrastrutture 17,700 - Fonte: Delibera CIPE 54/2016
Fondi FSC 2014-2020 25,000 - Fonte: Delibera CIPE 56/2016 - Patto per la città metropolitana di Milano
Fondo investimenti - Art 1, comma 140, Legge 232/2016 103,500 - Fonte: MIT - DM 587 del 22/12/2017

Fabbisogno residuo al 31 ottobre 2019: 0  

(d) Fondo di cui all'art. 18, comma 1, del decreto-legge n. 69/2013 le cui risorse sono state incrementate dai commi 1 e 1-bis dell'articolo 3 del decreto legge 133/2014
(e) Risorse di cui all'articolo 32, comma 6, decreto-legge n. 98/2011
Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione definitiva
Conferenza di servizi: Conclusa
Note:

DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione definitivaInterno18.521.853,491.698.709.532,00   29/09/199828/02/2009


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore: Comune di Milano
Modalità di selezione: Affidamento con bando
Procedura: Procedura aperta
Sistema di realizzazione: Concessione ex art. 143 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Fase progettuale a base di gara: Definitivo
Tempi di esecuzione:  
Progettazione: 32 mesi
Lavori: 72 mesi
Data bando: 23/05/2006
CIG/CUI: 3136915824
Data aggiudicazione: 08/08/2011
Tipo aggiudicatario: ATI
Nome: IMPREGILO SPA
Codice fiscale: 00830660155
Data stipula contratto:
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1): 1.276.474.271,00
Importo oneri per la sicurezza: 19.400.000,00
Importo complessivo a base di gara: 1.295.874.271,00
Importo di aggiudicazione (2):
Somme a disposizione: 402.835.261,00
Importo totale: 1.698.709.532,00
% Ribasso di aggiudicazione:
% Rialzo di aggiudicazione:
Note: Si tratta di un PPP: è stata costituita una società misto pubblica (2/3) e privata (1/3) per la realizzazione delle opere ed impianti e la successiva gestione della linea di trasporto metropolitano per la durata complessiva di 30 anni. L'importo indicato di 1.679.309.532,00 corrisponde al costo dell'intera opera (I° tratta + II° tratta) a base di gara; la gara conclusa in data 08.08.2011 con l'aggiudicazione definitiva riguarda l'intera linea. Pubblicate in Gazzetta Ufficiale le deliberazioni CIPE di approvazione del progetto definitivo n. 66/2013 e n. 16/2014. Stipulata in data 22/12/2014 la Convenzione di Concessione per la progettazione, costruzione e gestione della Linea 4 della metropolitana di Milano, con cui il quadro finanziario dell'opera è stato rideterminato in complessivi € 1.850.604.812,94.
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori: In corso
Data presunta inizio lavori: 06/03/2012
Data effettiva inizio lavori: 06/03/2012
Stato avanzamento (importo): 805.247.178,41
Stato avanzamento (percentuale): 41,43
Data presunta fine lavori: 31/03/2022
Data effettiva fine lavori:
Data presunta fine lavori x varianti: 31/12/2023
Tempi realizzazione: Secondo previsione
Data collaudo statico:
Data collaudo tecnico-amministrativo:
Note: Con la stipula dell’Atto integrativo n. 1 alla Convenzione, in data 05 febbraio 2019, il costo complessivo dell’opera passa dall’importo previsto in convenzione di € 1.682.368.011,76 (netto IVA), all’importo di € 1.943.822.072,92 (netto IVA). Tale Atto integrativo prevede una estensione di 15 mesi del cronoprogramma contrattuale e l’attivazione della linea metropolitana per tratte funzionali. Nel mese di ottobre 2019 risultano emessi n. 41 SAL per lavori eseguiti al 30 giugno 2019, per un ammontare pari a € 805.247.178,41 e con un avanzamento del 41,43% sul costo complessivo di € 1.943.822.072,92, netto IVA. Per quanto riguarda i cosiddetti “altri costi”, sono stati emessi anche n. 11 "certificati di rimborso", per la contabilizzazione dell’avanzamento dei costi non compresi nel contratto di costruzione (EPC), né quindi nei SAL (ad esempio: espropri, DL, AV e ATC), per un ammontare pari a € 53.861.790,55 riferito ai costi sino al 31/12/2017. Complessivamente tra lavori e altri costi del Q.E., si registra pertanto una produzione pari a € 859.108.968,96, ossia pari a 44,20 % sull’importo complessivo del contratto. I cantieri sono stati interamente avviati, con la realizzazione delle opere civili e l’avvio anche delle opere necessarie per l’attivazione delle Tratte Funzionali, contrattualizzate con il suddetto Atto Integrativo. Alcune aree sono state interessate da attività di bonifica e da ritrovamenti archeologici, le cui attività di scavo sono gestite con la Soprintendenza. Nel marzo 2018 sono state concluse entrambe le gallerie della tratta est, con scavo meccanizzato, da St. Linate aeroporto a St. Tricolore; nella prima metà di luglio u.s. sono state concluse anche quelle della tratta ovest, tra S. Cristoforo e St. Solari. Lo scavo delle TBM di grande diametro, da utilizzare per le gallerie della tratta centrale, ha completato la tratta tra St. Tricolore e Mn. Largo Augusto. E’ stata avviata anche la realizzazione degli impianti, la posa dell’armamento e delle finiture nella tratta est; è stato consegnato il primo treno presso l’Asta di manovra di Linate.

Contenzioso
Totale riserve definite: 95
Importo complessivo riserve definite: 442.788.730,59
Totale riserve da definire: 12
Importo complessivo riserve da definire: 26.379.659,22
Note: Con la sottoscrizione dell’Atto integrativo n. 1, del 05/02/2019, i costruttori e la Concessionaria rinunciano alle riserve iscritte in calce al Registro di Contabilità, alla data dell’ultimo SAL precedente alla stipula stessa (quindi al SAL n. 38 al 31/12/2018), ad eccezione delle riserve n. 66 (split payment, reiterata e da trattare in sede di Riequilibrio del PEF), n. 32 transata per € 4.236.000,00 e n. 13 transata con il riconoscimento dei soli “costi vivi” dei costruttori, da definire secondo una proposta conciliativa.

Sospensione lavori
Numero totale:
Giorni di sospensione totali:
Note:

Varianti
Numero totale: 9
Giorni proroga totali:
Motivi:
Altri motivi:
Importo: 1.494.580.313,76
Importo oneri sicurezza: 113.737.488,39
Somme a disposizione: 335.504.270,77
Totale: 1.943.822.072,92
Note: In recepimento delle Prescrizioni CIPE, per cause di forza maggiore ed anche al fine di mitigare l’impatto dei cantieri sulla città, sono state approvate dal comune di Milano diversi gruppi di varianti: "Var. Tricolore" (2015), "Var. Centro" (2016), “Var. Deposito S. Cristoforo”, “Var. Bonifiche” (2017). “Var. Tricolore” è in parte localizzativa, ed è pertanto trasmessa al CIPE per le approvazioni di competenza, espresse con Deliberazione CIPE 10/2017. Per le varianti approvate fino alla fine del 2017 il costo dell’opera non ha subito alcun incremento, poiché i maggiori costi hanno trovato copertura tra le somme a disposizione del QTE contrattuale. Esaurite le risorse del QE con la “Var. Bonifiche”, con il proseguimento della definizione delle ulteriori varianti è stato necessario stanziare ulteriori contributi a titolo di integrazione del contributo/prezzo a carico dell’Amministrazione comunale per la realizzazione dell’infrastruttura, al fine di finanziare i maggiori costi non coperti dal QE contrattuale. A tale contributo si è poi sommata la disponibilità di ulteriori contributi statali (Patto per Milano del 2016, per l’attivazione delle tratte funzionali e per il collegamento M3-M4, e il DM 587 del 2017), con totale copertura pubblica dei maggiori costi riconosciuti, rispetto al precedente QE contrattuale, con l’Atto Integrativo n. 1 del 05/02/2019. Con tale atto, il QE risulta ridefinito pari a € 1.943.822.072,92 (netto IVA) ed è comprensivo del finanziamento di nuove somme a disposizione per gli imprevisti.
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Lombardia dell'11 aprile 2003
Delibera della Giunta Regione Lombardia n. VII/17526 del 7 maggio 2004
Delibera CIPE 112/2006 del 29 marzo 2006
Bando di gara del Comune di Milano - Commissariato per l'Emergenza del Traffico e della Mobilità nella Città di Milano del mese di giugno 2006
Legge n. 296 (Art. 1, comma 979) del 27 dicembre 2006
Protocollo di intesa tra il Ministero delle Infrastrutture, la Regione Lombardia, la Provincia di Milano e il Comune di Milano, per la realizzazione della rete metropolitana dell’area milanese del 30 luglio 2007
Delibera CIPE 92/2007 del 30 agosto 2007
Atto integrativo al protocollo di intesa tra il Ministero delle Infrastrutture, la Regione Lombardia, la Provincia di Milano e il Comune di Milano, per la realizzazione della rete metropolitana dell’area milanese del 5 novembre 2007
Legge n. 222 del 29 novembre 2007
Delibera CIPE 70/2008 del 1° agosto 2008
DPCM del 22 ottobre 2008
Tavolo Lombardia del 23 febbraio 2009
DPCM del 7 aprile 2009
Tavolo Lombardia del 25 maggio 2009
Delibera Regione Lombardia del 15 luglio 2009
Deliberazione Consiglio Comunale di Milano n. 38 del 24 settembre 2009
Delibera CIPE 99/2009 del 6 novembre 2009
Tavolo Lombardia del 30 novembre 2009
DPCM del 1° marzo 2010
Tavolo Lombardia del 19 aprile 2010
Provvedimento n.3 del Commissario Straordinario del 4 maggio 2010
DPCM del 6 maggio 2013
Decreto-Legge n. 69 del 21 giugno 2013
Delibera CIPE 59/2013 dell'8 agosto 2013
Legge n. 98 del 9 agosto 2013
Delibera CIPE 66/2013 del 9 settembre 2013
Delibera CIPE 16/2014 del 14 febbraio 2014
Legge n. 190 del 23 dicembre 2014
Delibera CIPE 8/2015 del 28 gennaio 2015
DPCM del 25 febbraio 2016
Delibera CIPE 25/2016 del 10 agosto 2016
Patto per la Regione Lombardia “Interventi per lo sviluppo economico, la coesione sociale e territoriale della Regione Lombardia” tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Lombardia del 25 novembre 2016
Delibera CIPE 56/2016 del 1° dicembre 2016
Delibera CIPE 54/2016 del 1° dicembre 2016
Delibera CIPE 10/2017 del 3 marzo 2017
Decreto MIT n. 587 del 22 dicembre 2017
SPV Linea M4 SpA - Bilancio 2018 del mese di giugno 2019
Seduta CIPE del 24 luglio 2019
Siti internet ufficiali

http://www.metro4milano.it


Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione o cliccando su OK acconsenti al loro uso.