logo Camera
SILOS
Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

 Formato pdf  

SISTEMI URBANI
Monza metropolitana
Prolungamento della linea metropolitana M1 fino a Monza Bettola, tratta Sesto Fs-Monza Bettola

SCHEDA N. 94
Costo
Quadro finanziario
CUP
  • B61E04000030001
Sistema infrastrutturale

Sistemi urbani
Localizzazione
9° Allegato Settembre 2011: Si
Soggetto titolare

Comune di Milano per il tramite di Metropolitana Milanese Spa
Stato di attuazione

Lavori in corso
Ultimazione lavori

2021
Descrizione

L’intervento riguarda il prolungamento della linea metropolitana M1 fino a Monza Bettola, tratta Sesto FS-Monza Bettola. La lunghezza è di 1.879 m e comprende la realizzazione delle stazioni di Restellone e Monza Bettola, nonché dell’asta di manovra di quest’ultima, di 395 m, e l’acquisto di nove treni.

DELIBERE CIPE E/O ORDINANZE ATTUATIVE

25/2008
85/2017
DATI STORICI

1999
Viene sottoscritto un Protocollo d’Intesa tra Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comuni di Cinisello Balsamo, Milano, Monza e Sesto San Giovanni per la realizzazione d una nuova metropolitana leggera di collegamento tra Milano e l’hinterland.

2000
E’ sottoscritto il Protocollo di Accordo con il quale i Comuni interessati si impegnano a predisporre gli strumenti urbanistici e a garantire l’acquisizione delle aree necessarie alla realizzazione dell’intervento.

2001
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 121 nell’ambito dei “Sistemi Urbani”.

2003
L’intervento è compreso nell’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Lombardia.
La Regione Lombardia esprime parere favorevole, con prescrizioni, esponendo i risultati della verifica ambientale effettuata sul progetto e confermando l’esclusione del progetto stesso dalla valutazione d’impatto ambientale.
Il Ministero per i beni culturali si esprime favorevolmente, subordinatamente alle condizioni indicate dalle Soprintendenze.

2004
Il MIT trasmette al CIPE le istruttorie relative alla linea T1 proponendo l’approvazione, con prescrizioni, dei progetti preliminari delle opere – dell’importo globale di circa 670 Meuro – e l’assegnazione di finanziamenti per un importo complessivo di circa 229,7 Meuro, di cui parte da reperire su altri interventi del Programma relativi alla Regione Lombardia.
Il CIPE, con delibera n. 56, approva il progetto preliminare dell’intervento, visti i pareri favorevoli espressi dalla Regione Lombardia, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Commissione Interministeriale (che ha ridimensionato il costo dell’opera a 174,9 Meuro). Sul piano finanziario prende atto che il costo è coperto per 70,4 Meuro dagli Enti locali e assegna un contributo di 54 Meuro a valere sull’art. 13 della legge n. 166/2002 decorrente dal 2006. I rimanenti 50,5 Meuro sono a valere sugli ulteriori fondi che verranno destinati all’attuazione del PIS. In caso di mancata attribuzione, viene preventivato la stralcio di cinque dei nove treni previsti. Considerato che l’esercente Azienda Trasporti Milanese Spa è disponibile ad integrare il finanziamento per l’acquisto dei treni fino ad un massimo di 8,95 Meuro, il fabbisogno residuo per l’acquisto del materiale rotabile risulta essere di circa 41,6 Meuro. Il soggetto aggiudicatore viene individuato nel Comune di Milano, i lavori vengono affidati in appalto integrato, i tempi di realizzazione del prolungamento della M1 vengono stimati in circa 5 anni.

2006
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
Il Rapporto “Infrastrutture Prioritarie” redatto dal MIT sottolinea la necessità del reperimento della copertura finanziaria statale mancante relativa al materiale rotabile.

2007
Il 31 luglio viene sottoscritto, tra il MIT, la Regione Lombardia, la Provincia e il Comune di Milano, un protocollo di intesa per la realizzazione della rete metropolitana dell’area milanese.
L’art. 7, comma 3, del decreto-legge n. 159/2007 autorizza, per la realizzazione di investimenti relativi al sistema ferroviario metropolitano di Milano, la spesa di 150 Meuro per il 2007 e riconosce tali opere come prioritarie.
Il Comune di Milano, soggetto aggiudicatore, trasmette al MIT ed alle Amministrazioni interessate il progetto definitivo dell’intervento con un costo di 205,9 Meuro.
Il 5 novembre viene firmato l’Atto Integrativo al Protocollo del 31 luglio per la realizzazione delle rete metropolitana dell’area milanese. Con tale atto il MIT si impegna a sottoporre al CIPE, nella seduta del 9 novembre, il completamento del finanziamento delle opere civili della tratta “Sesto Fs -Monza Bettola” della linea 1 della Metro di Milano, nonché l’informativa che il progetto definitivo, pervenuto al MIT il 30 ottobre, comporta un incremento dei costi di costruzione delle opere civili.
Il CIPE, nella seduta del 9 novembre, prende atto dell’integrazione di finanziamento, per l’importo di 34,9 Meuro, da destinare alle opere civili relative alla linea M1 della Metro di Milano.
Il MIT informa sulla ripartizione delle risorse previste nell’Atto aggiuntivo, pari a 103 Meuro, di cui 72,6 destinati al prolungamento della linea M1 da Sesto San Giovanni a Monza Bettola.
Il CIPE, nella seduta del 23 novembre, prende atto delle ulteriori finalizzazioni per 47 Meuro derivanti dal decreto legge n. 159/2007.

2008

Il 25 gennaio si svolge la CdS.
Il Ministero per i beni culturali si esprime favorevolmente con prescrizioni.
Il MIT trasmette il parere favorevole, con prescrizioni e osservazioni.
La Regione Lombardia esprime parere favorevole con prescrizioni, e proposte sul progetto definitivo della linea metropolitana M1 da Sesto FS a Monza Bettola.
Il MIT invia al CIPE: la relazione istruttoria dell’opera; la scheda ex delibera n. 63/2003; la stesura aggiornata della relazione e documentazione integrativa.
Il CIPE, con delibera n. 25, approva con prescrizioni e raccomandazioni, il progetto definitivo della tratta “Sesto FS - Monza Bettola” il cui costo complessivo è pari a 205,9 Meuro. Rispetto al progetto preliminare si rileva un aumento di circa il 33,2% degli importi tecnici delle opere, in quanto è aumentata la percentuale di galleria da realizzare a “foro cieco” e il numero delle scale mobili, oltre a un maggior dislivello per gli ascensori per la stazione di Cinisello-Monza e la modifica della tecnologia dell’impianto di biglietteria. Il fabbisogno residuo relativo all’opera, quantificabile in 72,6 Meuro, viene posto a carico dei fondi previsti dal D.L. n. 159/2007.
Il 22 ottobre viene emanato il DPCM recante "Interventi necessari per la realizzazione dell’Expo Milano 2015" successivamente modificato dal DPCM 7 aprile 2009, integrato dal DPCM 1 marzo 2010 e sostituito dal DPCM 6 maggio 2013. Il decreto ha istituito gli organi che provvedono a porre in essere tutti gli interventi necessari per la realizzazione dell'Expo, vale a dire le opere essenziali e le attività di organizzazione e di gestione dell'evento (tali opere sono quindi indicate analiticamente nell’allegato 1 al decreto), nonché le opere connesse (descritte nell’allegato 2), secondo quanto previsto nel dossier di candidatura approvato dal BIE. L’opera M1 prolungamento Sesto-Monza Bettola è inclusa tra le opere connesse rete metropolitana finanziate.


2009
Nel Tavolo Lombardia, del 23 febbraio, è approvato l’aggiornamento degli elenchi relativi alle opere essenziali, connesse e necessarie per l’accessibilità EXPO 2015. L’intervento “Estensione linea metropolitana M1 a Monza Bettola” risulta inserito tra le opere connesse, con un costo di 206 Meuro, interamente finanziato, una previsione di avvio lavori per febbraio 2010 e di ultimazione lavori per giugno 2013.
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
In data 9 dicembre viene sottoscritta un’intesa da Comune di Milano, Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Monza, Comune di Sesto San Giovanni e Comune di Cinisello Balsamo, per la realizzazione del prolungamento.

2010

Il 1° marzo viene emanato il DPCM “Modifiche agli allegati del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 ottobre 2008, recante «Interventi necessari per la realizzazione dell'EXPO Milano 2015»” che ridefinisce il quadro finanziario delle opere dell’Expo aggiornando alcune voci di spesa. L’opera M1 prolungamento Sesto-Monza Bettola è inclusa tra le opere connesse rete metropolitana finanziate.
Il 3 maggio Metropolitana Milanese Spa pubblica il bando di gara per l’affidamento dell’“appalto integrato per la progettazione esecutiva e per la realizzazione delle opere al rustico, dei sottoservizi, della viabilità e sistemazioni superficiali, delle finiture, dell’armamento e degli impianti del prolungamento della linea 1 della Metropolitana di Milano, tratta Sesto FS-Cinisello-Monza”, per un importo complessivo stimato di 89,7 Meuro.
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera ”Monza Metropolitana - Prolungamento della linea metropolitana M1: Monza - Bettola (lotto 1)” è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.


2011 Aprile

Il 3 febbraio 2011 Metropolitana Milanese Spa aggiudica l’appalto integrato in via definitiva all’ATI composto da CO.E.STRA. Spa con Bonciani e ACMAR.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera “Monza Metropolitana – Prolungamento della linea metropolitana M1: Monza - Bettola (lotto 1) è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”; “6: Programma Infrastrutture Strategiche – Stato avanzamento lavori”.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risultano iniziati i lavori in data 16 marzo 2011.


2011 Dicembre

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è inserita nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


2012 Settembre

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 2, opere indifferibili; allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, risulta un avanzamento dei lavori del 6%.


2012 Dicembre

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


2013 Giugno

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.
Il 6 maggio viene emanato il DPCM “Nomina del Commissario unico delegato del Governo per EXPO Milano 2015”  che sostituisce il DPCM 22 ottobre 2008 e successive modificazioni ed integrazioni. L’opera "M1 prolungamento Sesto-Monza Bettola" è inserita tra le opere connesse all'interno della rete metropolitana di cui all'allegato 2.


2013 Ottobre

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS)  - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


2014 Giugno

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabella A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


2014 Dicembre

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla nota di aggiornamento al DEF 2013.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.
La Commissione Europea, in data 29 ottobre 2014, adotta l’Accordo di Partenariato con l’Italia per l'impiego dei fondi strutturali e di investimento europei per la crescita e l’occupazione nel periodo 2014-2020.
L’articolo 1, comma 703 della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015), definisce le nuove procedure di programmazione delle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020.
In base ai dati riportati sul sito della  Regione Lombardia risulta che i lavori sono in corso e che la loro conclusione è programmata entro la fine del 2016.


2016 Marzo

Il CIPE, con delibera n. 8 del 28 gennaio 2015, prende atto dell’Accordo di Partenariato Italia 2014-2020, adottato con decisione esecutiva in data 29 ottobre 2014 dalla Commissione Europea e relativo alla programmazione dei Fondi SIE (Fondi strutturali e di investimento europei) per il periodo 2014-2020.
L’11 marzo 2015, a causa di gravi inadempienze e di ritardi accumulati, dopo l’espletamento della procedura prevista dall’art. 136 del decreto legislativo n. 163 del 2006, è risolto il contratto d’appalto con l’ATI Coestra ed è verificata l’entità delle opere realizzate, pari a circa il 46% del totale dei lavori. In applicazione dell’art. 140 del decreto legislativo n. 163 del 2006, è stata verificata la disponibilità delle imprese che hanno partecipato alla gara iniziale, sino alla quinta posizione della graduatoria, al subentro all’impresa inadempiente, alle stesse condizioni del contratto originario. In esito di tale verifica, il 25 giugno 2017, è stato sottoscritto il contratto con l’impresa subentrante, l’ATI De Sanctis Costruzioni SpA - Impresa Cavalleri Ottavio SpA.
Con DPCM 25 febbraio 2016 è istituita la Cabina di Regia, di cui all’articolo 1, comma 703, lettera c), della legge 23 dicembre 2014, n. 190, che, per la programmazione del Fondo sviluppo e coesione 2014-2020, costituisce la sede di confronto tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano nonché le Città metropolitane e assicura il raccordo politico, strategico e funzionale per facilitare un’efficace integrazione tra gli investimenti promossi, imprimere l’accelerazione e garantirne una più stretta correlazione con le politiche governative per la coesione territoriale.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risultano in corso i lavori con un avanzamento del 50,43% e la loro ultimazione è prevista per ottobre 2016.


2016 Dicembre

Il Comune di Milano, con deliberazione di Giunta Comunale n. 1258 del 5 agosto 2016, dispone la trasmissione al MIT, per approvazione del CIPE, del progetto definitivo di variante del “Prolungamento della linea metropolitana M1 a Monza-Bettola, tratta Sesto FS-Monza Bettola. Il costo complessivo del progetto definitivo di variante è di 143,249 Meuro di cui 119,942 Meuro relativi a opere già approvate e finanziate dal CIPE, con delibera 25/2008, e 23,307 Meuro a opere da finanziare previa approvazione del CIPE.
Il CIPE, con delibera n. 25 del 10 agosto 2016, approva le aree tematiche e i relativi obiettivi strategici a cui destinare la dotazione finanziaria del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020 e stabilisce che l’elaborazione dei piani operativi deve tenere conto delle finalizzazioni delle risorse indicativamente esposte nelle tabelle allegate alla delibera stessa. Per l’area tematica “Infrastrutture” è prevista una dotazione finanziaria di 11,5 miliardi di euro.
In data 25 novembre 2016 è sottoscritto, tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Lombardia, il Patto per la Regione Lombardia “Interventi per lo sviluppo economico, la coesione sociale e territoriale della Regione Lombardia” che prevede interventi per un importo complessivo di circa 10,746 miliardi di euro di cui 718,700 Meuro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Il costo totale degli interventi dell’area “infrastrutture” ammonta a 7,911 miliardi di euro di cui circa 503,000 Meuro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Nell’allegato A sono indicati in dettaglio le aree tematiche e gli interventi strategici individuati dalla Regione Lombardia e condivisi con la Presidenza del Consiglio dei Ministri tra i quali è riportata l’opera “Metropolitana M1 Sesto FS – Monza Bettola” con un costo di 23 Meuro interamente da finanziare con risorse del Fondo FSC 2014-2020.
Il CIPE, con delibera n. 54 del 1 dicembre 2016, approva il Piano operativo infrastrutture (POI), di competenza del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, in applicazione dell’art. 1, comma 703, lettera c), della legge n. 190/2014 (legge di stabilità 2015) e della delibera CIPE 25/2016, che ha ripartito le risorse del FSC 2014-2020 tra le aree tematiche nazionali e gli obiettivi strategici. La dotazione finanziaria del POI è pari a 11.500 milioni di euro ed è posta a valere sulle risorse FSC 2014- 2020 destinate all’area tematica «1 Infrastrutture» dalla delibera n. 25/2016. Nel POI, Asse tematico C: Interventi per il trasporto urbano e metropolitano, Linea di azione Interventi per il potenziamento del trasporto rapido di massa nelle aree urbane e metropolitane, completamenti di itinerari già programmati/nuovi itinerari, regione Lombardia, è inserito l’intervento: “Metropolitana M1 Sesto FS - Monza Bettola”, con un ammontare di 23,3 milioni di risorse assegnate. Nella stessa seduta, il CIPE, con delibera n. 56, assegna le risorse a valere sul Fondo FSC 2014-2020 alle regioni Lazio e Lombardia e alle Città metropolitane di Milano, Firenze, Genova e Venezia. La dotazione finanziaria del Patto con la Regione Lombardia è determinata in 718,700 Meuro.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risultano in corso i lavori con un avanzamento del 62,55% e la loro ultimazione viene posticipata al 31 agosto 2018.


2018 Maggio

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2017, Appendice 1 – Programmi di interventi - Programma città metropolitana di Milano, tra gli interventi della categoria “Completamento delle linee ferroviarie, metropolitane e tranviarie in esecuzione” identificati dall’id 3, è inserito l’intervento “Completamento lavori in corso delle Linee Metropolitana M1 e M4, anche per collegamento tramite M4 con aeroporto di Linate”, classificato “invariante”, con la nota “Nel P.O. (MIT) è contenuto il ripristino dei tagli di finanziamento per la linea metropolitana M4, e la tratta della M1 Sesto FS - Monza Bettola. La linea M4 Lorenteggio-Linate è una delle 25 opere del PIS (ALL.INF. DEF 2015).”
Il CIPE, con delibera n. 85 del 22 dicembre 2017, autorizza l’utilizzo dei ribassi per integrare le risorse finanziarie necessarie per la realizzazione dell’intervento e per autorizzare una variante non localizzativa del progetto.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2018, capitolo IV. Lo stato di attuazione degli interventi programmati”, paragrafo IV. 4 sistemi di trasporto rapido di massa per le aree metropolitane, Tabella “Programma città metropolitana di Milano - Interventi invarianti”, tra gli interventi della categoria “Completamento delle linee ferroviarie, metropolitane e tranviarie in esecuzione” identificati dall’id 3, è inserito l’intervento “Linea Metropolitana M1, prolungamento tratta Sesto FS - Monza Bettola” con un costo di 229,20 milioni di euro.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risultano in corso i lavori di completamento, avviati il 21 giugno 2017 a seguito della risoluzione del contratto precedente, avvenuta l’11 marzo 2015. L’avanzamento dei lavori è dell’11,03% e la loro ultimazione è prevista a maggio 2020.


2019 Ottobre

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2019, “capitolo III. Appendice: lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo III.4 Piano Città/Aree Metropolitane, Figura 0.8: Programmi Città Metropolitana di Milano”, sono riportati i costi, le risorse disponibili e il fabbisogno residuo articolati per programma. Per gli interventi della categoria “Completamento delle linee ferroviarie, metropolitane e tranviarie in esecuzione”, identificati dall’id 3, tra i quali rientra l’intervento “Linea Metropolitana M1, prolungamento tratta Sesto FS - Monza Bettola”, si rileva un costo complessivo di 3.763,63 milioni e un ammontare di finanziamenti statali definiti di 2.248,16 milioni di euro e di altri finanziamenti di 1.515,47 milioni di euro.
In base alle informazioni riportate sul sito internet di MM Spa dedicato ai cantieri, risultano in corso i lavori con un avanzamento del 49,7% a tutto il 31 ottobre 2019.


COSTO PRESUNTO

Costo al 21 dicembre 2001 N.D. Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione di costo al 30 aprile 2004 176,000 Fonte: IGQ
Previsione di costo al 30 aprile 2005 174,942 Fonte: Delibera CIPE 56/2004
Costo al 6 aprile 2006 N.D. Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione di costo al 30 aprile 2007 174,942 Fonte: Delibera CIPE 56/2004
Costo al 30 giugno 2008 N.D. Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione di costo al 30 aprile 2009 205,942 Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Previsione di costo al 30 aprile 2010 205,942 Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Costo ad aprile 2011 205,940 Fonte: DEF 2011
Previsione di costo al 30 aprile 2011 205,942 Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Costo al 30 giugno 2011 205,940 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione di costo al 31 dicembre 2011 205,942 Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Costo a giugno 2012 205,930 Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione di costo al 30 settembre 2012 205,942 Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Costo a dicembre 2012 205,930 Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Costo a settembre 2013 205,930 Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione di costo al 31 ottobre 2013 205,942 Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Costo ad agosto 2014 205,930 Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo a settembre 2014 205,930 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione di costo al 31 dicembre 2014 205,942 Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Previsione di costo al 31 marzo 2016 205,942 Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Previsione di costo al 31 dicembre 2016 229,249 Fonte: Comune di Milano - DGC n. 1258 e Delibera CIPE 25/2008
Previsione di costo al 31 maggio 2017 229,249 Fonte: Comune di Milano - DGC n. 1258 e Delibera CIPE 25/2008
Costo al 26 aprile 2018 229,200 Fonte: DEF 2018
Previsione di costo al 31 maggio 2018 229,249 Fonte: Delibera CIPE 85/2017
Costo al 30 giugno 2019 229,200 Fonte: DEF 2019
Previsione di costo al 31 ottobre 2019 229,249 Fonte: Delibera CIPE 85/2017
QUADRO FINANZIARIO

Disponibilità indicate nella delibera CIPE 121/01 e successivi aggiornamenti:  

Risorse disponibili al 31 ottobre 2019: 229,249  
Fondi Legge Obiettivo 54,000 - Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Regione Lombardia 19,120 - Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Provincia di Milano 11,360 - Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Comune di Milano 24,080 - Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Comune di Monza 7,920 - Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Comune di Sesto S.G. 7,920 - Fonte: Delibera CIPE 25/2008
ATM Spa 8,942 - Fonte: Delibera CIPE 25/2008
Decreto Legge n. 159/2007 72,600 - Fonte: Delibera CIPE 85/2017
FSC 2014-2020 - PO Infrastrutture 23,307 - Fonte: Delibera CIPE 54/2016

Fabbisogno residuo al 31 ottobre 2019: 0  

Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione definitiva
Conferenza di servizi:
Note: Il CIPE ha approvato il progetto definitivo con Deliberazione n.25/2008 del 27/3/2008. Il CIPE ha approvato il progetto di variante "Innalzamento falda" con Deliberazione n.54/2016 del 01.12.2016. Il nuovo quadro economico del progetto è di importo pari a 229.249.040,49 € di cui 143.249.040,49 € per l'infrastruttura e 86.000.000,00 € per il materiale rotabile.

DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione definitivaInterno1.112.693,48119.942.000,00   26/07/200501/12/2006


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore: Comune di Milano per il tramite di Metropolitana Milanese Spa
Modalità di selezione: Affidamento diretto
Procedura:
Sistema di realizzazione: Appalto integrato
Criterio di aggiudicazione: Prezzo più basso
Fase progettuale a base di gara: Esecutiva
Tempi di esecuzione:  
Progettazione: 90 giorni
Lavori: 882 giorni
Data bando:
CIG/CUI: 04455141C8
Data aggiudicazione:
Tipo aggiudicatario: ATI
Nome: DE SANTICTIS COSTRUZIONI S.p.A. - IMPRESA CAVALLERI OTTAVIO S.p.A.
Codice fiscale: 00507450641
Data stipula contratto: 25/05/2017
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1): 95.397.326,97
Importo oneri per la sicurezza: 8.769.006,87
Importo complessivo a base di gara: 104.166.333,84
Importo di aggiudicazione (2):
Somme a disposizione: 39.082.706,65
Importo totale: 143.249.040,49
% Ribasso di aggiudicazione: 33,66
% Rialzo di aggiudicazione:
Note: Si precisa che i dati fanno riferimento al nuovo Contratto d’Appalto per il completamento dell’appalto integrato di cui al Contratto sottoscritto in data 06.05.2011 con l’A.T.I. COESTRA, risolto in data 11.03.2015. Il Contratto di completamento, sottoscritto il 25.05.2017, è stato stipulato a conclusione della procedura di interpello, ai sensi dell’ex art.140 del D. Lgs. 163/2006, avviata da MM S.p.A. in data 02.04.2015. I lavori oggetto del Contratto di completamento hanno un importo globale forfettario di 52.767.134,22 €, oltre 2.737.860,42 € per oneri relativi alla sicurezza, 215.256,29 € di oneri relativi alla progettazione esecutiva di variante d'innalzamento falda ed 2.010.000,00 € di oneri vari
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori: In corso
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori: 21/06/2017
Stato avanzamento (importo): 6.366.940,19
Stato avanzamento (percentuale): 11,03
Data presunta fine lavori: 18/02/2020
Data effettiva fine lavori:
Data presunta fine lavori x varianti:
Tempi realizzazione:
Data collaudo statico: 18/05/2020
Data collaudo tecnico-amministrativo: 18/05/2020
Note:

Contenzioso
Totale riserve definite: 5
Importo complessivo riserve definite: 1.096.660,14
Totale riserve da definire: 0
Importo complessivo riserve da definire: 0,00
Note: L'importo riportato definisce tutte le riserve apposte fino al SAL n.05

Sospensione lavori
Numero totale: 2
Giorni di sospensione totali:
Note: Sospensione parziale n.1 al 28/05/2018, in essere Sospensione parziale n.2 al 04/06/2018, in essere

Varianti
Numero totale:
Giorni proroga totali:
Motivi:
Altri motivi:
Importo:
Importo oneri sicurezza:
Somme a disposizione:
Totale: 0,00
Note:
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

Protocollo d’Intesa tra Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comuni di Cinisello Balsamo, Milano, Monza e Sesto San Giovanni del mese di marzo 1999
Accordo tra Comuni interessati del 25 gennaio 2000
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Lombardia dell'11 aprile 2003
Delibera di Giunta Regione Lombardia n. VII/13575 del 4 luglio 2003
Delibera CIPE 56/2004 del 29 settembre 2004
Protocollo di intesa tra il Ministero delle Infrastrutture, la Regione Lombardia, la Provincia di Milano e il Comune di Milano, per la realizzazione della rete metropolitana dell’area milanese del 31 luglio 2007
Atto integrativo al protocollo di intesa tra il Ministero delle Infrastrutture, la Regione Lombardia, la Provincia di Milano e il Comune di Milano, per la realizzazione della rete metropolitana dell’area milanese del 5 novembre 2007
Seduta CIPE del 9 novembre 2007
Legge n. 222 del 29 novembre 2007
Delibera di Giunta Regione Lombardia n. VIII/006872 del 19 marzo 2008
Delibera CIPE 25/2008 del 27 marzo 2008
DPCM del 22 ottobre 2008
Tavolo Lombardia del 23 febbraio 2009
DPCM del 7 aprile 2009
DPCM del 1° marzo 2010
Bando di gara Metropolitana Milanese Spa del 5 maggio 2010
Avviso di aggiudicazione Metropolitana Milanese Spa del mese di marzo 2011
DPCM del 6 maggio 2013
Legge n. 190 del 23 dicembre 2014
Delibera CIPE 8/2015 del 28 gennaio 2015
DPCM del 25 febbraio 2016
Comune di Milano - DGR n. 1258 del 5 agosto 2016
Delibera CIPE 25/2016 del 10 agosto 2016
Patto per la Regione Lombardia tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Lombardia del 25 novembre 2016
Delibera CIPE 54/2016 del 1° dicembre 2016
Delibera CIPE 56/2016 del 1° dicembre 2016
Delibera CIPE 85/2017 del 22 dicembre 2017
Siti internet ufficiali

http://www.regione.lombardia.it
http://www.trasporti.regione.lombardia.it/


Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione o cliccando su OK acconsenti al loro uso.