logo Camera
SILOS
Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

 Formato pdf  

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA
Asse ferroviario Salerno - Reggio Calabria - Palermo - Catania
Prolungamento della AV/AC a sud
Linea AV-AC Palermo-Catania-Messina

SCHEDA N. 212
Costo
Quadro finanziario
CUP
  • J11H02000070008
  • J11H03000100008
  • J11H03000180001
Tipologia opera

Rete ferroviaria
Localizzazione
9° Allegato Settembre 2011: No
Soggetto titolare

RFI Spa
Stato di attuazione

Progettazione preliminare
Ultimazione lavori

Oltre 2025
Classificazione intervento

Classificazione: Opere prioritarie DEF 2015
Descrizione

L’itinerario AV/AC Palermo-Catania-Messina, relativo alla omonima Direttrice ferroviaria, compreso nel Corridoio Scandinavia-Mediterraneo della rete Trans European Network (TEN-T), è volto a garantire l’interconnessione e l’interoperabilità nell’ambito dei Corridoi Transeuropei TEN-T e a consentire il collegamento tra i centri urbani a maggiore densità abitativa e le aree interne e costiere della Sicilia e i relativi servizi. In base al perimetro degli interventi di cui al punto 1.2. dell’allegato all’ordinanza n. 4 del Commissario per la realizzazione delle opere relative agli assi ferroviari Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina, sono previsti interventi di raddoppio e di variante all’attuale tracciato, per aumentare la capacità di traffico della linea e la velocità dei collegamenti, nelle seguenti tratte: Bicocca-Catenanuova; Catenanuova-Raddusa; Raddusa-Fiumetorto; Giampilieri – Fiumefreddo; Nodo di Catania (interramento stazione centrale e completamento raddoppio Catania centrale-Catania Acquicella).

DELIBERE CIPE

45/2004
62/2005
Ordinanza 3/2015
Ordinanza 4/2015
Ordinanza 5/2015
Ordinanza 9/2015
Ordinanza 10/2015
Ordinanza 13/2015
Ordinanza 14/2015
Ordinanza 15/2015
Ordinanza 17/2015
Ordinanza 20/2016
Ordinanza 23/2016
DATI STORICI

2001

Nella delibera n. 121 del 21 dicembre, l’allegato 1 riporta le infrastrutture “Linea Messina–Palermo” e “Linea Messina – Catania – Siracusa”, nell’ambito dell’Asse ferroviario Salerno-Reggio Calabria-Palermo-Catania, e il “Nodo di Catania”, nell’ambito dei sistemi urbani.


2002

L’intervento “Nodo di Catania - Interramento stazione centrale e raddoppio bivio Zurria-Catania Acquicella” è previsto nel preliminare d’intesa del 15 aprile tra Comune di Catania ed RFI.
Con Ordinanza del Presidente del Consiglio Ministri (OPCM) n. 3259 del 20 dicembre, il sindaco di Catania è nominato Commissario delegato per l’attuazione degli interventi volti a fronteggiare l’emergenza ambientale determinatasi nella città di Catania nel settore del traffico e della mobilità. La carica è stata confermata fino al 30 aprile 2006, con OPCM n. 3457 dell’8 agosto 2005.


2003

RFI SpA, in qualità di soggetto aggiudicatore, trasmette il progetto preliminare del “Completamento raddoppio Messina-Catania: potenziamento della linea ferroviaria Giampilieri-Fiumefreddo” al MIT, comunicando il formale avvio della procedura mediante invio del progetto (a cura della società Italferr SpA, incaricata della progettazione) agli altri Ministeri interessati ed ai Servizi competenti della Regione Siciliana, e mediante pubblicazione di avviso sui giornali quotidiani locali e nazionali.
Nell’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione siciliana del 14 ottobre la “tratta siciliana dell’asse ferroviario Salerno-Reggio C.-Palermo-Catania” è inclusa tra le “infrastrutture di preminente interesse nazionale a carattere interregionale”.
Il progetto “Nodo di Catania - Interramento stazione centrale e raddoppio bivio Zurria-Catania Acquicella” è inserito tra i “nuovi progetti di Legge Obiettivo” nel Piano delle Priorità degli Investimenti (PPI) RFI edizione ottobre 2003, con una stima di costo di 507 Meuro.
Con Delibera n. 103 del 13 novembre il CIPE approva il PPI RFI ottobre 2003 per l’anno 2004.
Nel mese di dicembre la Soprintendenza per i beni culturali ed ambientali di Catania esprime parere favorevole, con prescrizioni, sul progetto “Nodo di Catania - Interramento stazione centrale e raddoppio bivio Zurria-Catania Acquicella”. Nello stesso mese, la Commissione VIA richiede al MIT integrazioni al progetto preliminare del “Completamento raddoppio Messina-Catania: potenziamento della linea ferroviaria Giampilieri-Fiumefreddo” che portano, in data 31 dicembre, al differimento dei termini di istruttoria.


2004

Il MIT, con nota del 22 gennaio, successivamente aggiornata, trasmette al CIPE la relazione istruttoria sul “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale” e i successivi aggiornamenti, proponendo l’approvazione del progetto preliminare, con prescrizioni, nonché il finanziamento della progettazione definitiva dell’opera.
L’Assessorato territorio e ambiente – Dipartimento regionale territorio ed ambiente della Regione Sicilia, in data 24 febbraio, esprime parere favorevole, con prescrizioni e raccomandazioni, sul progetto “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale”.
RFI, in data 10 marzo, integra la documentazione richiesta dalla Commissione VIA e, nel successivo mese di aprile, include l’intervento “Completamento raddoppio Messina-Catania: potenziamento della linea ferroviaria Giampilieri-Fiumefreddo” nel Piano delle Priorità degli Investimenti (PPI) di RFI. Successivamente il Ministero dell'ambiente trasmette il parere positivo, con prescrizioni e raccomandazioni, espresso dalla Commissione VIA. La Regione Siciliana esprime parere favorevole, con prescrizioni, sul progetto “Completamento raddoppio Messina-Catania: potenziamento della linea ferroviaria Giampilieri-Fiumefreddo” e con successive note trasmette i pareri favorevoli, con prescrizioni, delle Soprintendenza dei beni culturali ed ambientali di Messina e Catania.
Il MIT, riguardo al progetto “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale”, con nota dell’8 aprile, trasmette al CIPE le schede previste dalla delibera CIPE 63/2003 (relative all’attività di vigilanza che il MIT svolge sugli interventi del Programma), integrate con nota del 22 settembre dagli aggiornamenti e dal piano economico-finanziario sintetico.
Il CIPE con delibera n. 91 approva il PPI, Piano Pluriennale degli Investimenti, di RFI dell’aprile 2004.
Il CIPE (con delibera n. 45 del 29 settembre) prende atto che il progetto “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale” si articola in due fasi funzionali e, visti i pareri favorevoli, approva il progetto preliminare, con prescrizioni e raccomandazioni, della prima fase funzionale dell’opera e ne riconosce la compatibilità ambientale. Il soggetto aggiudicatore viene individuato in RFI Spa, che intende affidare la redazione del progetto definitivo a Italferr Spa. È previsto l’affidamento dei lavori a contraente generale. I tempi per l’ultimazione dei lavori sono stimati in 10 anni. Il costo totale della 1a fase è di 507 Meuro, suscettibile di variazioni in sede di progetto definitivo. RFI dovrà quantificare gli eventuali ricavi provenienti dalla valorizzazione delle aree oggetto di delocalizzazione. Il CIPE assegna quindi a RFI 1,063 Meuro, a valere sull’art.13 della L. 166/2002 e, a decorrere dal 2005, per la redazione del progetto definitivo della prima fase.


2005

Il MIT trasmette la relazione istruttoria sul “Raddoppio linea ferroviaria Messina - Catania: tratta Giampilieri - Fiumefreddo”, proponendo l’approvazione, con prescrizioni e raccomandazioni, del progetto preliminare. Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole con prescrizioni.
La delibera CIPE n. 62 del 27 maggio prende atto delle risultanze dell’istruttoria e approva il progetto preliminare del “Raddoppio linea ferroviaria Messina - Catania: tratta Giampilieri - Fiumefreddo”. Il costo del progetto (1.970 Meuro) è già coperto per 458 Meuro da fondi provenienti dal CdP 1994-2000, dal 1° addendum del CdP 2001-2005 e da fondi FERS (riprogrammati nel PPI RFI Spa, ediz. aprile ‘04). Il completamento della copertura, per 1.512 Meuro, secondo le indicazioni del PPI di RFI è a carico delle risorse stanziate dalla legge n. 311/2004 (finanziaria 2005), quale ulteriore apporto al capitale sociale di RFI. L’impegno sarà formalizzato, in sede di stipula del 4° addendum al CdP 2001-2005.


2006

Le opere “Raddoppio linea ferroviaria Messina - Catania: tratta Giampilieri - Fiumefreddo” e “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale” sono incluse nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
Nel mese di novembre vengono istituiti dalla Regione i Tavoli Tecnici richiesti dalle prescrizioni della delibera CIPE n. 62/2005 di approvazione del progetto preliminare del “Raddoppio linea ferroviaria Messina - Catania: tratta Giampilieri - Fiumefreddo”, per esaminare alcune varianti di tracciato proposte da alcuni Comuni.


2007

Il CIPE, con delibera del 20 luglio, n. 63 approva il Contratto di Programma (CdP) RFI 2007-2011, nel quale l’intervento “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale” è inserito tra “le altre opere da realizzare”.


2008

Le soluzioni progettuali per le varianti di tracciato al progetto dell’intervento di “Raddoppio linea ferroviaria Messina - Catania: tratta Giampilieri - Fiumefreddo”, trasmesse ai Comuni di Savoca e Alì Terme vengono definitivamente respinte con delibere di Consiglio Comunale.
Nel Rapporto Infrastrutture del MI, aggiornato a marzo, si rileva che” l’attivazione del raddoppio Fiumefreddo - Giampilieri è prevista nel 2017” e che “nell’atto ricognitivo del Ministro delle Infrastrutture del 7 marzo 2007 è previsto un finanziamento di 120 Meuro per la Palermo-Catania-Messina a carico dei Programmi Nazionali 2007-2013 per l’utilizzo dei fondi FAS e FESR."
Nel CdP RFI 2007-2011, sottoscritto tra il MI e RFI in data 18 marzo, l’intervento Itinerario Messina-Catania: completamento del raddoppio (tratta Giampilieri-Fiumefreddo) è compreso tra le opere in corso per la parte riguardante la progettazione (59 Meuro), e tra le “altre opere da realizzare” per la parte riguardante la realizzazione (1.911 Meuro).


2009

Le opere “Raddoppio linea Messina-Catania: tratta Giampilieri-Fiumefreddo” e “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale” sono incluse nella delibera CIPE n.10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS. La stessa delibera indica di ridurre prioritariamente le disponibilità finanziarie degli interventi ricompresi nelle Tabelle B, C e D del Contratto di Programma aggiornamento 2008, non ancora oggetto di atti negoziali verso terzi e, ove fosse necessario, anche quelle delle opere incluse in Tabella A.
Le infrastrutture “Asse ferroviario Salerno-Reggio Calabria-Palermo-Catania” e “Nodo di Catania” sono riportate nel DPEF 2010-2013.


2010

Il CIPE, con delibera n. 27 del 13 maggio, esprime parere favorevole sullo schema di aggiornamento 2009 del CdP RFI 2007-2011.
Le infrastrutture “Asse ferroviario Salerno-Reggio Calabria-Palermo-Catania”, di cui fanno parte le opere “Raddoppio linea Messina - Catania: tratta Giampilieri – Fiumefreddo” e il “Nuovo collegamento Palermo – Catania” e “Nodo di Catania”, di cui fa parte l’opera “Sistemazione Nodo di Catania: interramento stazione centrale”, sono riportate nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
Nel CdP RFI 2007-2011, aggiornamento 2009, sottoscritto il 23 dicembre, sono compresi gli interventi: "Potenziamento Itinerario Messina-Catania-Palermo (Fase prioritaria:Progettazione raddoppi Giampilieri-Fiumefreddo, Bivio Zurria-Catania Acquicella e Nodo di Catania; Progettazione nuovo collegamento Bicocca-Castelbuono; Realizzazione raddoppio Catania Ognina-Catania C.le, Bivio Zurria-Catania Acquicella)" tra le opere in corso, tabella A04-Sviluppo infrastrutturale rete alta capacità, con un “Costo a Vita Intera” di 394 Meuro interamente disponibili, di cui 90 contabilizzati al 2009; "Potenziamento Itinerario Messina-Catania-Palermo (Completamento progettazioni di Tab. A; Progettazione Upgrading Caltanisetta-Enna; Realizzazione raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo, nuovo collegamento Bicocca-Castelbuono e upgrading Caltanissetta-Enna, Interramento Nodo di Catania)" tra le opere programmatiche, A04-Sviluppo infrastrutturale rete alta capacità, con un “Costo a Vita Intera” di 6.298 Meuro interamente da reperire a seguito del definanziamento, ai sensi della delibera n.10/2009 e per gli effetti del DPCM dell'11/09/2008, delle risorse disponibili al 2008 pari a 1.711 Meuro. Rispetto alle risorse disponibili viene ipotizzato un importo di 4.486 Meuro a carico di risorse Legge obiettivo e i restanti 1.812 Meuro a carico dello Stato.


2011

Le infrastrutture “Asse ferroviario Salerno-Reggio Calabria-Palermo-Catania”, di cui fanno parte le opere “Raddoppio linea Messina - Catania: tratta Giampilieri – Fiumefreddo” e il “Nuovo collegamento Palermo – Catania” e “Nodo di Catania”, di cui fa parte l’opera “Sistemazione Nodo di Catania: interramento stazione centrale”, sono riportate nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, per l’opera “Raddoppio linea Messina-Catania: tratta Giampilieri-Fiumefreddo” risulta disponibile la progettazione preliminare realizzata, tra il 2002 e il 2005, da Italferr Spa, società di progettazione del Gruppo Ferrovie dello Stato SpA. Per l’opera “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale” risulta approvato dal CIPE il progetto preliminare.
Il CIPE, con delibera n. 62 del 3 agosto, individua gli interventi strategici prioritari per l’attuazione del Piano nazionale per il Sud. Gli interventi Tratta Bicocca-Motta, Tratta Motta-Catenanuova, Tratta Catenanuova-Enna, Tratta Enna-Pollina-Castelbuono, Nodo Catania / Interramento km 2, Raddoppio bivio Zurria-Catania Acquicella sono inseriti tra gli interventi infrastrutturali della Direttrice ferroviaria Catania – Palermo (Tavola 6).
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) le opere sono riportate nelle stesse tabelle di aprile. Sono inoltre presenti nella tabella "F - Piano Nazionale per il Sud: le opere di legge obiettivo confluite nella delibera CIPE 62/2011".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, per l’opera “Raddoppio linea Messina-Catania: tratta Giampilieri-Fiumefreddo” non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio. Riguardo all’opera “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale”, risulta in fase di assegnazione alla Società Italferr SpA l'incarico di progettazione definitiva.


2012

Il CIPE, con delibera n. 4 del 20 gennaio 2012, esprime parere sul CdP RFI 2007-2011, parte investimenti, aggiornamento 2010-2011, che include nella tabella A03-A04 "Opere in Corso", l'itinerario ferroviario Messina - Catania - Palermo (fase prioritaria).
Le opere sono riportate nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2012, riguardo all’intervento “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale” risulta in corso, da parte di Italferr SpA, lo sviluppo della progettazione definitiva del primo lotto realizzativo Bivio Zurria - Acquicella. Il completamento della progettazione è previsto per dicembre 2012.
Nel CdP RFI 2007-2011, aggiornamento 2010/2011, sottoscritto tra il MIT e RFI SpA il 21 maggio 2012, l'opera "Potenziamento Itinerario Messina-Catania-Palermo" è riportata tra le opere in corso (tabella A03/A04 - Sviluppo infrastrutturale) con un “Costo a Vita Intera” di 1.094 Meuro, interamente disponibili, di cui 104 contabilizzati al 2010, e tra le opere programmatiche (tabella 03/04 - Sviluppo infrastrutturale) con un costo di 7.614 Meuro, interamente da reperire. Inoltre, tra gli interventi dell'opera "Potenziamento Itinerario Messina-Catania-Palermo - Nuove risorse: Piano Sud e Coesione", sono riportati gli interventi: "Raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo", con un “Costo a Vita Intera” di 2.270 Meuro; "Nodo di Catania/Interramento km 2" con un “Costo a Vita Intera” di 464 Meuro di cui 8 disponibili; "Raddoppio Bivio Zurria-Catania Acquicella" con un “Costo a Vita Intera” di 116 Meuro interamente disponibili.
In data 27 luglio 2012, il MIBAC esprime parere positivo, con prescrizioni, sull'opera Asse ferroviario Palermo-Catania-Messina: raddoppio Bicocca-Catenanuova.
Le opere sono riportate nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012).
In data 20 settembre 2012, il Consiglio superiore dei lavori pubblici emette il proprio parere, con prescrizioni, sull'opera Asse ferroviario Palermo-Catania-Messina: raddoppio Bicocca-Catenanuova.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, riguardo al “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale”, risulta posticipata la data di completamento della progettazione definitiva del primo lotto realizzativo Bivio Zurria - Acquicella al 30/09/2013.
In data 30 novembre 2012, il MATTM esprime parere positivo, con prescrizioni, sulla compatibilità ambientale dell'opera Asse ferroviario Palermo-Catania-Messina: raddoppio Bicocca-Catenanuova.
Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


2013

In data 28 febbraio 2013 è stato sottoscritto il Contratto Istituzionale di Sviluppo per la realizzazione della “direttrice ferroviaria Messina-Catania-Palermo”, tra il Ministro per la coesione territoriale, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, la Regione Siciliana, Ferrovie dello Stato Spa e Rete ferroviaria italiana Spa. Tale contratto ha per oggetto la progettazione, la realizzazione, fino all’entrata in esercizio, degli interventi della “Direttrice ferroviaria Messina-Catania-Palermo”, del costo complessivo di 5,106 miliardi di euro.
Le opere sono riportate nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013.
In data 5 luglio 2013, la Regione Siciliana esprime parere favorevole ai fini della intesa sulla localizzazione dell'opera Asse ferroviario Palermo-Catania-Messina: raddoppio Bicocca-Catenanuova.
La Regione Siciliana, con DGR n. 284 del 7 agosto 2013, approva la bozza della Nuova Intesa Generale Quadro (2a fase) di cui alla legge n. 443/2001. Le opere sono inserite tra gli interventi della componente propositiva.
Le opere sono riportate nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013).
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, per l’opera “Raddoppio linea Messina-Catania: tratta Giampilieri-Fiumefreddo” risulta che si è concluso, alla fine del mese di giugno 2013, il tavolo tecnico istituito dalla Regione Sicilia per dirimere la problematiche sollevate dai Comuni di Savoca e Alì Terme in merito al Progetto Preliminare approvato dal CIPE. Riguardo al “Nodo di Catania – Interramento Stazione Centrale”, risulta invece il seguente stato di avanzamento per lotti:
- Interramento stazione centrale - Avvio della Progettazione Definitiva, prevista per novembre 2013, sospesa a tempo indeterminato per la mancata definizione degli input di progettazione con l'Amministrazione Comunale di Catania - in corso approfondimenti con il MIT;
- Raddoppio bivio Zurria-Catania Acquicella - elaborazione della progettazione definitiva, avviata a febbraio 2012, sospesa a tempo indeterminato, a seguito della mancata autorizzazione all’esecuzione dei sondaggi geognostici da parte del Comune di Catania - in corso approfondimenti con il MIT.
L’Itinerario ferroviario Messina - Catania - Augusta/ Palermo è incluso nella rete transeuropea dei trasporti (TEN-T) e fa parte del corridoio europeo Scandinavia-Mediterraneo di cui al regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio n. 1315/2013 dell’11 dicembre 2013 sugli orientamenti dell'Unione per lo sviluppo della rete transeuropea dei trasporti e che abroga la decisione n. 661/2010/UE.


2014

Le opere sono riportate nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013.
Nel CdP RFI 2012-2016, parte Investimenti, sottoscritto tra il MIT e RFI SpA l’8 agosto 2014, nella tabella A "Portafogli investimenti in corso e programmatici", sub-tabella A04 "Potenziamento e sviluppo infrastrutturale rete convenzionale/alta capacità" sono riportati gli interventi: "Nuovo collegamento Palermo-Catania", con un costo di 5.737 Meuro e una disponibilità di 803 Meuro (795 Meuro da risorse MEF e 8 Meuro da risorse MIT); “Itinerario Messina-Catania: raddoppio tratta Giampilieri-Fiumefreddo”, con un costo di 2.270 Meuro e una disponibilità di 13 Meuro da risorse MEF; Sistemazione nodo di Catania: interramento stazione centrale e completamento del doppio binario tra Catania Centrale e Catania Acquicella, con un costo di 626 Meuro e una disponibilità di 13 Meuro da risorse MIT.
Il comma 9 dell’articolo 1 del decreto-legge 1° settembre 2014, n. 133, convertito con modificazioni dalla legge 11 novembre 2014, n. 164, prevede che le disposizioni per la realizzazione delle opere relative alla tratta ferroviaria Napoli-Bari, di cui ai commi da 1 a 8 del medesimo articolo, si applicano anche alla realizzazione dell'asse ferroviario AV/AC Palermo – Catania – Messina. I commi da 1 a 8 dell’articolo 1 del decreto-legge 1° settembre 2014, n. 133, convertito con modificazioni dalla legge 11 novembre 2014, n. 164, prevedono la nomina dell'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato SpA a Commissario per la realizzazione delle opere relative alla tratta ferroviaria Napoli-Bari, di cui sono definiti compiti e poteri, e recano disposizioni finalizzate a rendere più celeri i procedimenti relativi alle fasi progettuali.
L’art. 1, comma 10, della legge 11 novembre 2014 n. 164 (legge di conversione del decreto-legge 1° settembre 2014, n. 133) stabilisce che il CdP RFI 2012-2016, parte investimenti, sottoscritto in data 8 agosto 2014 tra RFI e MIT, deve essere approvato con decreto del MIT di concerto con il MEF.
Le opere sono riportate nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014).
In data 12 dicembre 2014, il Commissario per la realizzazione delle opere relative agli Assi ferroviari Napoli – Bari e Palermo – Catania – Messina, con ordinanza n. 1, adotta disposizioni organizzative aventi a riferimento la realizzazione delle opere relative agli assi ferroviari Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina facenti parte del Corridoio Scandinavo-Mediterraneo della Rete Trans European Network (TEN). Lo stesso giorno, con ordinanza n.2, istituisce le posizioni e le strutture interne che, a diretto riporto del Commissario, provvedono ad assicurare il necessario supporto nei compiti relativi alle sue responsabilità.
In data 30 dicembre 2014, Il Commissario, richiede al MIT tutta la documentazione istruita dalla STM, Struttura Tecnica di Missione, sui progetti relativi agli assi ferroviari Napoli -Bari e Palermo-Catania-Messina. Il MIT trasmette parte della documentazione istruttoria ed autorizzativa, in possesso della STM, sui progetti relativi agli assi ferroviari Napoli -Bari e Palermo -Catania –Messina.


2016 Marzo

In data 25 febbraio 2015, il Commissario, con ordinanza n.4, approva le Linee Guida "Compiti e Supporto di RFI nell'ambito delle attività del Commissario, ai sensi della Legge n. 164/2014, articolo 1" che disciplinano il ruolo e le modalità con cui la Task Force "Progetti Sblocca Italia: Assi ferroviari Napoli - Bari e Palermo - Catania – Messina”, costituita con Comunicazione Organizzativa n. 370/AD del 16/01/2015, deve operare per garantire l'assolvimento dell'incarico del Commissario. Il primo punto delle linee guida individua il perimetro degli interventi dei due assi ferroviari.
In data 11 marzo 2015, il Commissario, con ordinanza n. 5, approva il "Programma generale delle attività per singolo progetto ferroviario" relativo agli interventi inseriti nei "Progetti Sblocca Italia: assi ferroviari Napoli - Bari e Palermo - Catania – Messina”.
In data 12 marzo 2015, il Commissario informa le Amministrazioni coinvolte delle azioni poste in essere per l'espletamento delle funzioni stabilite dall'art. 1 della legge 11 novembre 2014, n. 164 in continuità ed analogia a quelle svolte dal CIPE ai fini dell'adozione dei provvedimenti approvativi dei progetti ferroviari compresi nel c.d. decreto "Sblocca Italia", nonché del superamento, limitatamente ai progetti rientranti nel decreto medesimo, dei contenuti e degli impegni previsti nei CIS sottoscritti, in relazione alla direttrice Napoli-Bari-Lecce-Taranto, in data 2 agosto 2012 e, in relazione alla direttrice ferroviaria Messina-Catania-Palermo, in data 28 febbraio 2013.
L’infrastruttura ferroviaria “Messina Catania Palermo” è riportata nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2015 (aprile e novembre 2015), Allegato 3 Opere prioritarie del Programma Infrastrutture Strategiche.
In data 4 aprile 2015 viene pubblicato sulla GUUE il bando di gara, indetto da Italferr Spa, per la realizzazione delle opere anticipate previste lungo il nuovo collegamento Palermo-Catania, tratte Bicocca-Catenanuova e Catenanuova Raddusa Agira (5.786.550 euro l’importo a base di gara), di cui al Decreto Legge 133/2014 convertito in Legge 164/2014c.d. «Sblocca Italia».
In data 14 aprile 2015, il Commissario, con ordinanza n. 9 (pubblicata nella GURI del 30 luglio 2015 foglio delle inserzioni n. 87 - Altri annunzi), nell'ambito dell’asse ferroviario Palermo-Catania- Messina, approva, con prescrizioni, il progetto preliminare dell’opera "Nuovo collegamento Palermo- Catania: Raddoppio della tratta Bicocca-Catenanuova”. L'importo di 415 Meuro, ridotto rispetto all'importo previsto nel CIS, pari a 430 Meuro, a seguito dello stralcio della variante per Siracusa in uscita da Bicocca, costituisce il limite di spesa dell'opera. La copertura finanziaria dell'intervento è imputata a carico delle seguenti fonti di finanziamento: 224 Meuro a valere sulle risorse del Fondo di Rotazione ex L. 183/1987, derivante dalla riduzione del cofinanziamento nazionale dei Programmi Operativi Nazionali e Regionali, così come determinato nell'ambito del Piano di Azione Coesione; 191 Meuro a carico di altre fonti statali derivanti da vari provvedimenti normativi, così come regolati dal Contratto di Programma 2012-2016, parte Investimenti.
In data 22 aprile 2015, il Commissario, con ordinanza n. 10, nell'ambito dell’asse ferroviario Palermo-Catania- Messina, "Raddoppio della tratta Bicocca-Catenanuova", approva il progetto definitivo dell’opera "Soppressione PL al km 3+639” in Comune di Centuripe ai fini dell’indizione della conferenza di servizi.
Riguardo al progetto definitivo dell’opera "Soppressione PL al km 3+639” in Comune di Centuripe: Italferr SpA, il 27 aprile 2015, comunica ai soggetti interessati l'avviso di avvio del procedimento; il Comune di Centuripe, il 4 maggio comunica il proprio nulla osta; la Regione Siciliana il 5 maggio 2015 rileva che l'area interessata dall'intervento non ricade in zona soggetta a vincolo paesaggistico, il 6 maggio dichiara che per l'intervento non è richiesto il parere del Dipartimento Ambiente, l’8 maggio dichiara che il progetto definitivo è conforme al progetto preliminare approvato, il 28 maggio esprime parere favorevole al progetto per quanto attiene i profili di natura urbanistica; il Consorzio Bonifica 9 Catania, il 5 giugno, comunica il proprio nulla osta con prescrizioni; il Ministero della Difesa, il 5 giugno, esprime parere favorevole alla realizzazione del progetto infrastrutturale, con prescrizioni; il MIBAC, il 9 giugno, esprime parere positivo, con prescrizioni; la Provincia Regionale di Enna, il 17 giugno, formula l'osservazione che l'intervento non produce impatto ambientale e risulta coerente alle finalità della realizzazione del potenziamento del nuovo corridoio ferroviario Palermo-Catania tratta Bicocca –Catenanuova; il MATTM, il 1 luglio, attesta, con prescrizioni, la rispondenza del progetto definitivo al progetto preliminare, che ha già ottenuto il parere di compatibilità ambientale; l'Anas Direzione Regionale per la Sicilia, il 3 luglio 2015, esprime parere favorevole di massima con prescrizioni; il 7 luglio 2015 si è conclusa la conferenza di servizi.
In data 4 maggio 2015, il Commissario trasmette alla Corte dei conti l’ordinanza n. 9/2015 con la relazione istruttoria relativa all'approvazione del progetto preliminare della tratta Bicocca-Catenanuova.
In data 13 maggio 2015, il Referente di Progetto, con nota prot. n. RFI-DIN-DPI.S_PNC\A0011\P\2015\0000097, approva in linea tecnica il progetto definitivo della ''Nuova viabilità al Km 13+000" in comune di Catenanuova, opera anticipata del “Raddoppio della tratta Catenanuova-Raddusa Agira".
Con decreto interministeriale n. 158 del 18 maggio 2015 è stato approvato il CdP RFI 2012-2016 parte investimenti, sottoscritto in data 8 agosto 2014 tra RFI SpA e il MIT.
In data 19 maggio 2015, la Corte dei conti comunica l'insussistenza dei presupposti normativi per il controllo di legittimità sulle ordinanze del Commissario.
In data 9 giugno 2015, il Commissario comunica a tutte le Amministrazioni interessate che non si farà più seguito, per tutti gli altri progetti ricadenti nella competenza del Commissario, all'inoltro alla Corte dei conti dei relativi atti approvativi.
In data 5 agosto 2015 il Commissario, con ordinanza n. 13 (pubblicata nella GURI del 1° settembre 2015 foglio delle inserzioni n. 100 - Altri annunzi), nell'ambito dell’asse ferroviario Palermo-Catania- Messina, approva, con prescrizioni, il progetto preliminare del Raddoppio Catenanuova -Raddusa Agira. L'importo di 324 Meuro costituisce il limite di spesa dell'opera. La copertura finanziaria dell'intervento è imputata a carico delle seguenti fonti di finanziamento: 276 Meuro a valere sulle risorse del Fondo di Rotazione ex L. 183/1987, derivante dalla riduzione del cofinanziamento nazionale dei Programmi Operativi Nazionali e Regionali, così come determinato nell'ambito del Piano di Azione Coesione; 48 Meuro a carico di altre fonti statali derivanti da vari provvedimenti normativi, così come regolati dal Contratto di Programma 2012-2016, parte Investimenti.
In data 5 agosto 2015 il Commissario, con ordinanza n. 14, approva, con prescrizioni, il progetto definitivo della "Soppressione PL al km 3+639" in Comune di Centuripe, quale opera anticipata del progetto preliminare del raddoppio della Tratta Bicocca –Catenanuova, approvato con ordinanza n. 9/2015. Lo stesso giorno, con ordinanza n. 15, approva il progetto definitivo, ai fini dell’indizione della conferenza di servizi, della ''Nuova viabilità al Km 13+000" in comune di Catenanuova quale opera anticipata del progetto preliminare "Raddoppio della tratta Catenanuova - Raddusa Agira".
Riguardo al progetto definitivo dell’opera ''Nuova viabilità al Km 13+000" in comune di Catenanuova: Italferr SpA, il 7 agosto 2015 comunica ai soggetti interessati l'avviso di avvio del procedimento; il Consorzio Bonifica 6 Enna, l’11 agosto, comunica il proprio nulla osta; il Consorzio ATO 5 Enna, l’11 agosto, ha invitato la AcquaEnna ScpA ad effettuare le verifiche di competenza per il progetto in esame, mettendo in atto ogni attività necessaria al superamento di eventuali problematiche; la Regione Siciliana il 1° settembre dichiara che per l'intervento non è richiesto il parere del Dipartimento Ambiente; la Soprintendenza Beni culturali di Enna, l’8 settembre, comunica parere favorevole con prescrizioni; il Ministero della Difesa, l’11 settembre, esprime parere favorevole, con prescrizioni; il MIBAC direzione generale belle arti e paesaggio, l’8 settembre, esprime parere positivo, con l’assoluto rispetto delle prescrizioni; l'Anas Direzione Regionale per la Sicilia, l’8 settembre, esprime il proprio “nulla osta” con prescrizioni; il Comune di Catenanuova, il 17 settembre, comunica il proprio nulla osta con prescrizioni; la Provincia Regionale di Enna, il 29 settembre, esprime parere favorevole, con prescrizioni; il MIBAC direzione generale archeologia, il 1 ottobre, prende atto di quanto comunicato dalla Soprintendenza di Enna e richiede ulteriori indagini; il MATTM, il 14 ottobre, attesta, con prescrizioni, la rispondenza del progetto definitivo al progetto preliminare, che ha già ottenuto il parere di compatibilità ambientale; il 16 ottobre 2015 si è conclusa la conferenza di servizi.
In data 23 ottobre 2015, il Commissario, con ordinanza n. 17 (pubblicata nella GURI del 27 ottobre 2015 foglio delle inserzioni n. 124 - Altri annunzi), nell’ambito dell’Itinerario asse Palermo -Catania -Messina, "Raddoppio della tratta Catenanuova - Raddusa Agira", approva, con prescrizioni, il progetto definitivo della "Nuova Viabilità al km 13+000 in Comune di Catenanuova", quale opera anticipata del progetto preliminare dell'''Itinerario asse Palermo - Catania - Messina Raddoppio della Tratta "Catenanuova - Raddusa - Agira" assentito con propria Ordinanza n. 13/2015.
In data 6 novembre 2015, Italferr Spa, pubblica sulla GUUE l’avviso di avvenuta aggiudicazione, in data 13 ottobre 2015, delle opere anticipate previste lungo il nuovo collegamento Palermo-Catania, tratte Bicocca-Catenanuova e Catenanuova Raddusa Agira, all’impresa VI.D.R. Srl.
Il CIPE, con delibera n. 112 del 23 dicembre 2015, esprime parere favorevole sullo schema di aggiornamento 2015 del CdP RFI 2012-2016 parte investimenti.
L’articolo 7, comma 9-bis, del decreto legge n. 210 del 2015, proroga al 30 settembre 2017 il termine dell'incarico di Commissario per la realizzazione delle opere relative alla tratta ferroviaria Palermo-Catania-Messina, di cui all’articolo 1, comma 1, del decreto legge 133/2014, disponendo il subentro nella carica di Commissario dell’Amministratore Delegato di Rete Ferroviaria Italiana SpA.
L’Amministratore Delegato di RFI, con nota del 13 gennaio 2016, diretta al MIT e al Presidente della Regione Sicilia, ritiene “opportuno avviare un’attività di revisione dei progetti definitivi finalizzata a conseguire, previo apposite ottimizzazioni progettuali e nell’ambito dei finanziamenti a disposizione, una prima fase funzionale dell’intervento costituito dalla velocizzazione dell’itinerario con semplice binario da attivarsi come già programmato entro luglio 2020 e il completamento del raddoppio nei successivi anni”.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risulta il seguente stato di avanzamento:
- Raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo: progetto preliminare approvato dal CIPE; è in corso l’elaborazione dell’adeguamento del Progetto Preliminare approvato dal CIPE;
- Nodo di Catania - Interramento stazione centrale: progetto preliminare approvato dal CIPE; l’elaborazione della progettazione definitiva è stata sospesa perché è stata scelta un'altra soluzione di tracciato; in data 23 dicembre 2015 si è dato avvio allo Studio di Fattibilità del nuovo tracciato;
- Raddoppio Bicocca-Catenanuova: progetto preliminare approvato dal Commissario e aggiudicati i lavori delle opere anticipate;
- Raddoppio Catenanuova-Raddusa: progetto preliminare approvato dal Commissario e aggiudicati i lavori delle opere anticipate;
- Raddoppio Raddusa-Fiumetorto: a seguito della scelta del tracciato denominato "Corridoio della linea storica" si è dato avvio, in data 26 agosto 2015, alla progettazione preliminare.


2016 Dicembre

In data 27 aprile 2016, il Referente di Progetto, con nota prot. RFI DIN-DIS.CT\A0011\P\2016\0000065, approva, in linea tecnica, il progetto definitivo dell’intervento “Raddoppio della tratta Bicocca-Catenanuova”.
Nel CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2015, sottoscritto il 29 aprile 2016, nella Tabella A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici – A04 – Potenziamento e sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale/Alta Capacità sono riportati gli interventi:
- “Nuovo collegamento Palermo-Catania (tratte Bicocca-Catenanuova, Catenanuova-Raddusa Agira e Raddusa Agira-Fiumetorto) ”, con un costo di 6.016 Meuro, una copertura finanziaria complessiva di 803 Meuro (303 Meuro di risorse MEF e 500 Meuro di risorse UE) e un fabbisogno di 5.213 Meuro di cui 886 Meuro quale impegno programmatico per il 2016;
- “Itinerario Messina-Catania: raddoppio tratta Giampilieri-Fiumefreddo”, con un costo di 2.300 Meuro e una copertura finanziaria complessiva di 46 Meuro da risorse MEF e un fabbisogno di 2.254 Meuro di cui 826 Meuro quale impegno programmatico per il 2016;
- “Sistemazione nodo di Catania: interramento stazione centrale e completamento del doppio binario tra Catania Centrale e Catania Acquicella”, con un costo di 626 Meuro, una copertura finanziaria complessiva di 17 Meuro (5 Meuro da risorse MEF e 12 Meuro da risorse MIT) e un fabbisogno di 609 Meuro.
Nelle Tabelle “Variazioni intervenute alle risorse finanziarie dei programmi/progetti di investimento rispetto al precedente Atto Contrattuale” sono riportati gli interventi:
- “Sistemazione nodo di Catania: interramento stazione centrale e completamento del doppio binario tra Catania Centrale e Catania Acquicella” con 1 Meuro di definanziamento di risorse MIT e 5 Meuro di risorse aggiuntive MEF;
- “Nuovo collegamento Palermo-Catania (tratte Bicocca-Catenanuova, Catenanuova-Raddusa Agira e Raddusa Agira-Fiumetorto) ” con 8 Meuro di definanziamento di risorse MIT e 8 Meuro di risorse aggiuntive MEF.
In data 12 maggio 2016, il Commissario, con ordinanza n. 20, approva il progetto definitivo “Raddoppio della tratta Bicocca-Catenanuova” ai fini dell’indizione della Conferenza di servizi.
Il 7 giugno 2016, il Commissario, con ordinanza n. 23, approva l’aggiornamento delle Linee Guida, approvate con ordinanza n. 4 del 25 febbraio 2015, che definiscono compiti e supporto delle strutture di RFI nell’ambito dell’attività del Commissario, per la realizzazione dei progetti: Assi ferroviari “Napoli-Bari” e “Palermo-Catania-Messina”.
In data 7 giugno 2016, Italferr Spa pubblica l’avviso di acquisizione di efficacia della pubblica utilità, ai sensi dell’art. 1, comma 3, del decreto legge 133/2014, convertito con modificazioni dalla legge 164/2014, dell’intervento “Nuovo collegamento ferroviario Palermo-Catania-Messina. Raddoppio della tratta Bicocca-Catenanuova”.
Il CIPE, nella seduta del 10 agosto 2016, esprime parere favorevole sullo schema di aggiornamento 2016 del CdP RFI 2012-2016 parte investimenti.
Nel CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2016, sottoscritto il 17 giugno 2016 e approvato con legge 1 dicembre 2016, n. 225, nella Tabella A – Portafoglio investimenti in corso e programmatici – A04 – Potenziamento e sviluppo infrastrutturale Rete Convenzionale/Alta Capacità sono riportati gli interventi:
- “Nuovo collegamento Palermo-Catania (tratte Bicocca-Catenanuova, Catenanuova-Raddusa Agira e Raddusa Agira-Fiumetorto) ”, con un costo di 6.016 Meuro, una copertura finanziaria complessiva di 803 Meuro (303 Meuro di risorse MEF e 500 Meuro di risorse UE) e un fabbisogno di 5.213 Meuro;
- “Itinerario Messina-Catania: raddoppio tratta Giampilieri-Fiumefreddo”, con un costo di 2.300 Meuro e una copertura finanziaria complessiva di 872 Meuro da risorse MEF e un fabbisogno di 1.428 Meuro;
- “Sistemazione nodo di Catania: interramento stazione centrale e completamento del doppio binario tra Catania Centrale e Catania Acquicella”, con un costo di 626 Meuro, una copertura finanziaria complessiva di 17 Meuro (5 Meuro di risorse MEF e 12 Meuro di risorse MIT) e un fabbisogno di 609 Meuro corrispondenti all’ammontare dell’impegno programmatico per il 2017.
Nelle Tabelle “Variazioni intervenute alle risorse finanziarie dei programmi/progetti di investimento rispetto al precedente Atto Contrattuale” è riportato l’intervento: “Itinerario Messina-Catania: raddoppio tratta Giampilieri-Fiumefreddo” (realizzazione I lotto funzionale e progettazione preliminare intera tratta) con 826 Meuro di risorse aggiuntive MEF.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risulta il seguente stato di avanzamento:
- Raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo: progettazione definitiva in corso;
- Nodo di Catania - Interramento stazione centrale: studio di fattibilità del nuovo tracciato in corso;
- Raddoppio Bicocca-Catenanuova: progetto definitivo approvato in linea tecnica;
- Raddoppio Catenanuova-Raddusa: progetto definitivo;
- Raddoppio Raddusa-Fiumetorto: progettazione preliminare sospesa in data 26 febbraio 2016.


COSTO PRESUNTO

Costo a settembre 2013 6.116,000 Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione di costo al 31 ottobre 2013 8.525,000 Fonte: RFI Spa
Costo ad agosto 2014 6.116,000 Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo a settembre 2014 6.116,000 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione di costo al 31 dicembre 2014 8.571,000 Fonte: CdP RFI 2012-2016
Previsione di costo al 31 marzo 2016 8.633,000 Fonte: CdP RFI 2012-2016
Previsione di costo al 31 dicembre 2016 8.942,400 Fonte: CdP RFI 2012-2016 - Aggiornamento 2016
QUADRO FINANZIARIO

Disponibilità indicate nella delibera CIPE 121/01 e successivi aggiornamenti:  
Risorse disponibili a settembre 2013 701,210 - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Risorse disponibili ad agosto 2014 701,210 - Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Risorse disponibili a settembre 2014 701,210 - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)

Risorse disponibili al 31 dicembre 2016: 1.692,000  
Fondi pubblici 854,000 - Fonte: CdP RFI 2012-2016 - Aggiornamento 2016
Fondi Legge Obiettivo 12,000 - Fonte: CdP RFI 2012-2016 - Aggiornamento 2016
Legge di Stabilità 2016 826,000 - Fonte: CdP RFI 2012-2016 - Aggiornamento 2016

Fabbisogno residuo al 31 dicembre 2016: 7.250,400  

Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Studio di fattibilità
Conferenza di servizi: Conclusa
Note: Il progetto complessivo è suddiviso in 3 sottoprogetti di cui alle schede successive

DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Studio di fattibilità        


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore:
Modalità di selezione:
Procedura:
Sistema di realizzazione:
Criterio di aggiudicazione:
Fase progettuale a base di gara:
Tempi di esecuzione:  
Progettazione:
Lavori:
Data bando:
CIG/CUI:
Data aggiudicazione:
Tipo aggiudicatario:
Nome:
Codice fiscale:
Data stipula contratto:
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1):
Importo oneri per la sicurezza:
Importo complessivo a base di gara:
Importo di aggiudicazione (2):
Somme a disposizione:
Importo totale:
% Ribasso di aggiudicazione:
% Rialzo di aggiudicazione:
Note:
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori:
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori:
Stato avanzamento (importo):
Stato avanzamento (percentuale):
Data presunta fine lavori:
Data effettiva fine lavori:
Data presunta fine lavori x varianti:
Tempi realizzazione:
Data collaudo statico:
Data collaudo tecnico-amministrativo:
Note:

Contenzioso
Totale riserve definite:
Importo complessivo riserve definite:
Totale riserve da definire:
Importo complessivo riserve da definire:
Note:

Sospensione lavori
Numero totale:
Giorni di sospensione totali:
Note:

Varianti
Numero totale:
Giorni proroga totali:
Motivi:
Altri motivi:
Importo:
Importo oneri sicurezza:
Somme a disposizione:
Totale: 0,00
Note:
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

Preliminare d’Intesa - Amministrazione comunale di Catania ed RFI del 15 aprile 2002
Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3259 del 20 dicembre 2002
PPI RFI del mese di ottobre 2003
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Sicilia del 14 ottobre 2003
Delibera CIPE 103/2003 del 13 novembre 2003
Delibera CIPE 45/2004 del 28 settembre 2004
Delibera CIPE 62/2005 del 27 maggio 2005
CdP RFI 2007-2011 del 18 marzo 2008
CdP RFI 2007-2011, aggiornamento 2009 del 23 dicembre 2010
Delibera CIPE 62/2011 del 3 agosto 2011
CdP RFI 2007-2011, aggiornamento 2010/2011 del 21 maggio 2012
Contratto Istituzionale di Sviluppo per la realizzazione della “direttrice ferroviaria Messina-Catania-Palermo”, tra il Ministro per la coesione territoriale, il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, la Regione Siciliana, Ferrovie dello Stato Spa e Rete ferroviaria italiana Spa del 28 febbraio 2013
Delibera di Giunta Regione Siciliana n. 284 del 7 agosto 2013
Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio n. 1315/2013 dell'11 dicembre 2013
CdP RFI 2012-2016 dell'8 agosto 2014
Decreto-Legge n. 133 del 1° settembre 2014
Legge n. 164 dell'11 novembre 2014
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 1 del 12 dicembre 2014
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 2 del 12 dicembre 2014
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 4 del 25 febbraio 2015
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 5 dell'11 marzo 2015
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 9 del 14 aprile 2015
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 10 del 22 aprile 2015
Decreto interministeriale n. 158 del 18 maggio 2015
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 13 del 5 agosto 2015
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 14 del 5 agosto 2015
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 15 del 5 agosto 2015
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 17 del 23 ottobre 2015
Delibera CIPE 112/2015 del 23 dicembre 2015
Decreto-Legge n. 210 DEL 30 dicembre 2015 del 30 dicembre 2015
CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2015 del 29 aprile 2016
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 20 del 12 maggio 2016
Commissario per la realizzazione delle opere relative alle tratte ferroviarie Napoli-Bari e Palermo-Catania-Messina - Ordinanza n. 23 del 7 giugno 2016
CdP RFI 2012-2016, aggiornamento 2016 del 17 giugno 2016
Seduta CIPE del 10 agosto 2016
Legge n. 225 del 1° dicembre 2016
Siti internet ufficiali

Raddoppio Giampilieri-Fiumefreddo
Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione definitiva
Conferenza di servizi:
Note: Approvazione :- Delibera CIPE n. 62 del 27/05/2005 pubblicata su G.U.R.I. n. 271 del 29/11/2005.- Italferr SpA è società del Gruppo FS. Si è concluso alla fine del mese di Settembre 2013 il tavolo tecnico istituito dalla Regione Sicilia per dirimere la problematiche sollevate dai Comuni di Savoca e Alì Terme in merito al Progetto Preliminare approvato dal CIPE - E’ in corso l’elaborazione dell’adeguamento del Progetto Preliminare approvato dal CIPE alle richieste avanzate dal Tavolo Tecnico; la sua conclusione è prevista entro il mese di luglio p.v.


DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione preliminareEsterno 1.649.000.000,00 4.224.877,83ITALFERR spa17/12/200227/05/2005
Progettazione definitivaEsterno 1.929.000.000,0028.711.976,1528.711.976,15italferr31/10/201609/02/2018


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore:
Modalità di selezione:
Procedura:
Sistema di realizzazione:
Criterio di aggiudicazione:
Fase progettuale a base di gara:
Tempi di esecuzione:  
Progettazione:
Lavori:
Data bando:
CIG/CUI:
Data aggiudicazione:
Tipo aggiudicatario:
Nome:
Codice fiscale:
Data stipula contratto:
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1):
Importo oneri per la sicurezza:
Importo complessivo a base di gara:
Importo di aggiudicazione (2):
Somme a disposizione:
Importo totale:
% Ribasso di aggiudicazione:
% Rialzo di aggiudicazione:
Note:
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori:
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori:
Stato avanzamento (importo):
Stato avanzamento (percentuale):
Data presunta fine lavori:
Data effettiva fine lavori:
Data presunta fine lavori x varianti:
Tempi realizzazione:
Data collaudo statico:
Data collaudo tecnico-amministrativo:
Note:

Contenzioso
Totale riserve definite:
Importo complessivo riserve definite:
Totale riserve da definire:
Importo complessivo riserve da definire:
Note:

Sospensione lavori
Numero totale:
Giorni di sospensione totali:
Note:

Varianti
Numero totale:
Giorni proroga totali:
Motivi:
Altri motivi:
Importo:
Importo oneri sicurezza:
Somme a disposizione:
Totale: 0,00
Note:
Ultimazione lavori

Previsione al 30/04/2004
Previsione al 30/04/2005 2014
Previsione al 30/04/2007 2014
Previsione al 30/04/2009 Oltre 2015
Previsione al 30/04/2010 Oltre 2015
Previsione al 30/04/2011 Oltre 2015
Previsione al 31/12/2011 Oltre 2015
Previsione al 30/06/2012 Oltre 2015
Previsione al 30/09/2012 Oltre 2015
Previsione al 30/06/2013 Oltre 2020
Previsione al 31/10/2013 Oltre 2020
Previsione al 30/06/2014 Oltre 2020
Previsione al 31/12/2014 Oltre 2020
Previsione al 31/03/2016
Previsione al 31/12/2016
Nodo di Catania - Interramento stazione centrale
Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione definitiva
Conferenza di servizi:
Note: L’elaborazione della progettazione definitiva del raddoppio Bivio Zurria – Catania Acquicella, avviata a febbraio 2012, è stata sospesa, perché è stata scelta un'altra soluzione di tracciato. Il riscontro del MIT relativo all' "Autorizzazione avvio PP variante di tracciato chiesto da Regione Sicilia e Comune di Catania" sollecitato più volte, è pervenuto al Commissario con nota del 13.11.2015. A seguito di ciò, in data 23.12.2015, si è dato avvio allo Studio di Fattibilità del nuovo tracciato.


DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione preliminareEsterno 580.000.000,001.365.557,801.365.557,80ITALFERR spa17/12/200229/09/2004
Progettazione definitivaEsterno 116.000.000,002.497.433,002.497.433,00Italferr SpA26/02/201217/07/2016


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore:
Modalità di selezione:
Procedura:
Sistema di realizzazione:
Criterio di aggiudicazione:
Fase progettuale a base di gara:
Tempi di esecuzione:  
Progettazione:
Lavori:
Data bando:
CIG/CUI:
Data aggiudicazione:
Tipo aggiudicatario:
Nome:
Codice fiscale:
Data stipula contratto:
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1):
Importo oneri per la sicurezza:
Importo complessivo a base di gara:
Importo di aggiudicazione (2):
Somme a disposizione:
Importo totale:
% Ribasso di aggiudicazione:
% Rialzo di aggiudicazione:
Note:
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori:
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori:
Stato avanzamento (importo):
Stato avanzamento (percentuale):
Data presunta fine lavori:
Data effettiva fine lavori:
Data presunta fine lavori x varianti:
Tempi realizzazione:
Data collaudo statico:
Data collaudo tecnico-amministrativo:
Note:

Contenzioso
Totale riserve definite:
Importo complessivo riserve definite:
Totale riserve da definire:
Importo complessivo riserve da definire:
Note:

Sospensione lavori
Numero totale:
Giorni di sospensione totali:
Note:

Varianti
Numero totale:
Giorni proroga totali:
Motivi:
Altri motivi:
Importo:
Importo oneri sicurezza:
Somme a disposizione:
Totale: 0,00
Note:
Ultimazione lavori

Previsione al 30/04/2004 Oltre 2015
Previsione al 30/04/2005 Oltre 2015
Previsione al 30/04/2007 Oltre 2015
Previsione al 30/04/2009 Oltre 2015
Previsione al 30/04/2010 Oltre 2015
Previsione al 30/04/2011 Oltre 2015
Previsione al 31/12/2011 Oltre 2015
Previsione al 30/06/2012 Oltre 2015
Previsione al 30/09/2012 Oltre 2015
Previsione al 30/06/2013 Oltre 2020
Previsione al 31/10/2013 Oltre 2020
Previsione al 30/06/2014 Oltre 2020
Previsione al 31/12/2014 Oltre 2020
Previsione al 31/03/2016
Previsione al 31/12/2016
Raddoppio Bicocca-Catenanuova
Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione definitiva
Conferenza di servizi: Conclusa
Note: E' stato fatto un arricchimento della Progettazione Preliminare nel 2014.L'approvazione del progetto preliminare è avvenuta con Ordinanza n. 9/2015 del Commissario di Governo secondo Legge n. 164/2014


DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione preliminareEsterno    Italferr SpA03/01/201115/03/2015
Progettazione definitivaEsterno 371.100.000,006.902.460,006.902.460,00italferr16/12/201409/04/2016


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore:
Modalità di selezione:
Procedura:
Sistema di realizzazione:
Criterio di aggiudicazione:
Fase progettuale a base di gara:
Tempi di esecuzione:  
Progettazione:
Lavori:
Data bando:
CIG/CUI:
Data aggiudicazione:
Tipo aggiudicatario:
Nome:
Codice fiscale:
Data stipula contratto:
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1):
Importo oneri per la sicurezza:
Importo complessivo a base di gara:
Importo di aggiudicazione (2):
Somme a disposizione:
Importo totale:
% Ribasso di aggiudicazione:
% Rialzo di aggiudicazione:
Note:
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori:
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori:
Stato avanzamento (importo):
Stato avanzamento (percentuale):
Data presunta fine lavori:
Data effettiva fine lavori:
Data presunta fine lavori x varianti:
Tempi realizzazione:
Data collaudo statico:
Data collaudo tecnico-amministrativo:
Note:

Contenzioso
Totale riserve definite:
Importo complessivo riserve definite:
Totale riserve da definire:
Importo complessivo riserve da definire:
Note:

Sospensione lavori
Numero totale:
Giorni di sospensione totali:
Note:

Varianti
Numero totale:
Giorni proroga totali:
Motivi:
Altri motivi:
Importo:
Importo oneri sicurezza:
Somme a disposizione:
Totale: 0,00
Note:
Ultimazione lavori

Previsione al 30/06/2012 Oltre 2015
Previsione al 30/09/2012 Oltre 2015
Previsione al 30/06/2013 Oltre 2020
Previsione al 31/10/2013 2020
Previsione al 30/06/2014 2020
Previsione al 31/12/2014 2020
Previsione al 31/03/2016 2021
Previsione al 31/12/2016 2021
Raddoppio Catenanuova-Raddusa
Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione definitiva
Conferenza di servizi: Conclusa
Note: E' stato fatto un arricchimento della Progettazione Preliminare nel 2014.L'approvazione del progetto preliminare è avvenuta con Ordinanza n. 13/2015 del Commissario di Governo secondo Legge n. 164/2014


DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione preliminareEsterno    Italferr spa01/03/201326/11/2013
Progettazione definitivaEsterno 284.200.000,005.712.420,005.712.420,00italferr16/10/201406/06/2016


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore:
Modalità di selezione:
Procedura:
Sistema di realizzazione:
Criterio di aggiudicazione:
Fase progettuale a base di gara:
Tempi di esecuzione:  
Progettazione:
Lavori:
Data bando:
CIG/CUI:
Data aggiudicazione:
Tipo aggiudicatario:
Nome:
Codice fiscale:
Data stipula contratto:
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1):
Importo oneri per la sicurezza:
Importo complessivo a base di gara:
Importo di aggiudicazione (2):
Somme a disposizione:
Importo totale:
% Ribasso di aggiudicazione:
% Rialzo di aggiudicazione:
Note:
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori:
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori:
Stato avanzamento (importo):
Stato avanzamento (percentuale):
Data presunta fine lavori:
Data effettiva fine lavori:
Data presunta fine lavori x varianti:
Tempi realizzazione:
Data collaudo statico:
Data collaudo tecnico-amministrativo:
Note:

Contenzioso
Totale riserve definite:
Importo complessivo riserve definite:
Totale riserve da definire:
Importo complessivo riserve da definire:
Note:

Sospensione lavori
Numero totale:
Giorni di sospensione totali:
Note:

Varianti
Numero totale:
Giorni proroga totali:
Motivi:
Altri motivi:
Importo:
Importo oneri sicurezza:
Somme a disposizione:
Totale: 0,00
Note:
Ultimazione lavori

Previsione al 30/06/2012 Oltre 2015
Previsione al 30/09/2012 Oltre 2015
Previsione al 30/06/2013 Oltre 2020
Previsione al 31/10/2013 Oltre 2020
Previsione al 30/06/2014 Oltre 2020
Previsione al 31/12/2014 Oltre 2020
Previsione al 31/03/2016 2021
Previsione al 31/12/2016 2021
Raddoppio Raddusa-Fiumetorto
Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione preliminare
Conferenza di servizi:
Note: A seguito della scelta del tracciato denominato "Corridoio della linea storica" da parte degli Organi Istituzionali, si è dato avvio alla Progettazione Preliminare in data 26/08/15. In data 26/02/2016 è stata sospesa la PP perché in attesa di determinazioni sulle attività lavorative e sul tracciato da effettuare.


DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Studio di fattibilitàEsterno    Italferr spa01/03/201316/12/2013
Progettazione preliminareEsterno  16.000.000,0016.000.000,00italferr26/08/201530/08/2017


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore:
Modalità di selezione:
Procedura:
Sistema di realizzazione:
Criterio di aggiudicazione:
Fase progettuale a base di gara:
Tempi di esecuzione:  
Progettazione:
Lavori:
Data bando:
CIG/CUI:
Data aggiudicazione:
Tipo aggiudicatario:
Nome:
Codice fiscale:
Data stipula contratto:
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1):
Importo oneri per la sicurezza:
Importo complessivo a base di gara:
Importo di aggiudicazione (2):
Somme a disposizione:
Importo totale:
% Ribasso di aggiudicazione:
% Rialzo di aggiudicazione:
Note:
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori:
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori:
Stato avanzamento (importo):
Stato avanzamento (percentuale):
Data presunta fine lavori:
Data effettiva fine lavori:
Data presunta fine lavori x varianti:
Tempi realizzazione:
Data collaudo statico:
Data collaudo tecnico-amministrativo:
Note:

Contenzioso
Totale riserve definite:
Importo complessivo riserve definite:
Totale riserve da definire:
Importo complessivo riserve da definire:
Note:

Sospensione lavori
Numero totale:
Giorni di sospensione totali:
Note:

Varianti
Numero totale:
Giorni proroga totali:
Motivi:
Altri motivi:
Importo:
Importo oneri sicurezza:
Somme a disposizione:
Totale: 0,00
Note:
Ultimazione lavori

Previsione al 30/06/2012 Oltre 2015
Previsione al 30/09/2012 Oltre 2015
Previsione al 30/06/2013 Oltre 2020
Previsione al 31/10/2013 Oltre 2020
Previsione al 30/06/2014 Oltre 2020
Previsione al 31/12/2014 Oltre 2020
Previsione al 31/03/2016 Oltre 2025
Previsione al 31/12/2016 Oltre 2025


Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione o cliccando su OK acconsenti al loro uso.