logo Camera
SILOS
Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

 Formato pdf  

SCHEMI IDRICI
BAS - Ristrutturazione dell'Adduttore idraulico "S. Giuliano" - Ginosa (progetto BAS 3)
BAS - Ristrutturazione dell'Adduttore idraulico "S. Giuliano" - Ginosa (progetto BAS 3) - 2° lotto: completamento della ristrutturazione del sistema di adduzione

SCHEDA N. 155
Costo
Quadro finanziario
CUP
  • G87H04000030001
Tipologia opera

Rete idrica
Localizzazione
9° Allegato Settembre 2011: Si
Soggetto titolare

Ente Irrigazione Puglia Lucania ed Irpinia di Bari
Stato di attuazione

Lavori conclusi
Ultimazione lavori

2008
Classificazione intervento

Classificazione: CIPE Legge Obiettivo
Descrizione

Il progetto prevede l’intubamento dell’adduttore Bradano, da Masseria Castrignano alla vasca terminale del sifone Acquafetente, per circa 8,5 km e dell’adduttore San Marco Venella, per circa 9,4 Km con tubazioni in acciaio del diametro variabile da 2400 mm a 600 mm, la ristrutturazione del canale a pelo libero, dalla vasca terminale sopra citata al nodo di Girifalco, per circa 1,4 Km, la ristrutturazione della galleria iniziale dall’invaso di San Giuliano al Ponte Santa Lucia e infine le opere accessorie per garantire maggiore funzionalità e sicurezza alle opere stesse.

DELIBERE CIPE

113/2004
DATI STORICI

2001
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 121 nell’ambito degli interventi per l’emergenza idrica nella Regione Basilicata.

2002
L’opera è compresa nell’intesa generale quadro tra il Governo e la Regione Basilicata sottoscritta il 20 dicembre.

2003
L’Ente Irrigazione Puglia Lucania ed Irpinia di Bari pubblica il bando di gara per l’affidamento dei “Lavori di ristrutturazione dell'adduttore idraulico San Giuliano in agro di Ginosa, Montescaglioso e Matera: realizzazione di condotta in acciaio Ø 1800, di opere di regolazione in c.a., rimozione e allontanamento a discarica autorizzata di vecchie condotte in c.a.p”, dell’importo complessivo pari a 18,3 Meuro.

2004
Il MIT, con nota del 22 luglio, trasmette al CIPE la relazione istruttoria sulla “Ristrutturazione dell’adduttore idraulico San Giuliano Vinosa-lotto secondo-Completamento delle opere principali di cui al progetto BAS 03”, proponendo l’approvazione in linea tecnica del progetto definitivo, con prescrizioni e programma interferenze, e l’assegnazione del finanziamento a carico delle risorse stanziate dalla legge n.166/2002, come rifinanziato dalla legge n. 350/2003.
Con la delibera n. 19, il CIPE ripartisce le risorse per le aree sottoutilizzate recate dalla legge n. 350/2003 riservando 1.130 Meuro all’accelerazione del PIS e 288 Meuro alla “sicurezza”, di cui 31 Meuro a fini di tutela dell’accelerazione del PIS.
Con la delibera n. 21, il CIPE finalizza i 1.130 Meuro della delibera n. 19 – al netto di 23 Meuro destinati alla premialità – ed ulteriori 200 Meuro, posti a disposizione dal MIT, destinandoli al finanziamento - secondo la graduatoria – di alcuni interventi, tra cui figura anche, al 15° posto, l’opera “Ristrutturazione adduttore idraulico di S.Giuliano-Ginosa: completamento opere principali di cui al progetto BAS 03”, con un costo di 31,9 Meuro.
L’Ente Irrigazione Puglia Lucania ed Irpinia di Bari, il 14 settembre, aggiudica l’appalto dei “Lavori di ristrutturazione dell'adduttore idraulico S.Giuliano-Ginosa, Montescaglioso e Matera”, dell’importo complessivo di 18,3 Meuro, all’impresa Vitaliani e Randich Spa, poi Vitalianio Spa per cessione ramo d’azienda.
Il CIPE, con delibera n. 113, approva, con prescrizioni, il progetto definitivo della “Ristrutturazione dell’adduttore idraulico S.Giuliano-Ginosa-lotto secondo-Completamento delle opere principali di cui al progetto BAS 03” e finanzia interamente l’opera.

2006
L’intervento è incluso nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
Il Consorzio di bonifica Bradano e Metaponto, in data 28 ottobre, dopo una prima proroga del termine di scadenza per la presentazione delle offerte, comunica la sospensione del procedimento fino alla definizione del relativo finanziamento e fa presente che con successivo provvedimento saranno adottate ulteriori determinazioni sulla riapertura dei termini di gara. Il Consorzio di bonifica, soggetto aggiudicatore, che ha proceduto alla contrazione del mutuo ed all’avvio delle procedure di gara sulla base del progetto definitivo, fa presente che, pur in presenza della convenzione tra regione Basilicata ed il Consorzio, risulta complessa l’erogazione di un mutuo della Cassa DD.PP. ad un ente divenuto privato con la legge finanziaria 2005.

2009
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.

2010
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera "Ristrutturazione dell'adduttore idraulico S.Giuliano - Ginosa (lotto 2)" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.

2011 Aprile

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera "Ristrutturazione dell'adduttore idraulico S.Giuliano - Ginosa (lotto 2)" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo).
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, i lavori risultano conclusi in data 23 dicembre 2008.


2011 Dicembre

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera "Ristrutturazione dell'adduttore idraulico S.Giuliano - Ginosa (lotto 2)" è riportata nelle stesse tabelle di aprile.


2012 Settembre

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS; Documento uno "due diligence".


2012 Dicembre

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


2013 Giugno

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.


2013 Ottobre

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS)  - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione.


2014 Giugno

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-7 Opere esterne al Core ed al Comprehensive Network Schemi Idrici Mezzogiorno; A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.
La Regione Basilicata, con DGR n. 771 del 24 giugno 2014, approva la proposta di Intesa Generale Quadro, costituente riferimento programmatico per il XII Allegato Infrastrutture. L’opera è inserita nella tabella 1.c. Componente storica sulla base delle delibere CIPE 121/2001 e 130/2006.
Con nota prot. N. U0025238 del 30 giugno 2014 del Capo della Struttura Tecnica di Missione (STM) del MIT, per la redazione del documento base del XII Allegato Infrastrutture, viene chiesto a ciascuna Regione di deliberare in sede di Giunta Regionale l’elenco delle infrastrutture ritenute strategiche con l’indicazione di priorità alta (1) o medio bassa (2), specificando le eventuali altre infrastrutture che non risultano più coerenti con le indicazioni di programmazione di fondi regionali.


2014 Dicembre

La Regione Basilicata, con DGR n. 967 del 30 luglio 2014, integra la DGR n. 771 del 24 giugno 2014 in conformità alle richieste della STM (indicazione priorità 1 e 2). L’opera è inserita nella tabella 1.c. Componente storica sulla base delle delibere CIPE 121/2001 e 130/2006.
Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013. Lo stesso giorno, il CIPE prende atto della modifica del soggetto aggiudicatore dello “Schema idrico Basento – Bradano”, relativo al tronco di Acerenza (distribuzione 3° lotto) che risulta ora essere la Regione Basilicata.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.


COSTO PRESUNTO

Costo al 21 dicembre 2001 N.D. Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione di costo al 30 aprile 2004 N.D. Fonte:
Previsione di costo al 30 aprile 2005 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
Costo al 6 aprile 2006 N.D. Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione di costo al 30 aprile 2007 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
Costo al 30 giugno 2008 N.D. Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione di costo al 30 aprile 2009 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
Previsione di costo al 30 aprile 2010 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
Costo ad aprile 2011 31,880 Fonte: DEF 2011
Previsione di costo al 30 aprile 2011 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
Costo al 30 giugno 2011 31,880 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione di costo al 31 dicembre 2011 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
Costo a giugno 2012 31,880 Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione di costo al 30 settembre 2012 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
Costo a dicembre 2012 31,880 Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Costo a settembre 2013 31,880 Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione di costo al 31 ottobre 2013 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
Costo ad agosto 2014 31,880 Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo a settembre 2014 31,880 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione di costo al 31 dicembre 2014 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
Previsione di costo al 31 marzo 2016 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
Previsione di costo al 31 dicembre 2016 31,875 Fonte: Delibera CIPE 113/2004
QUADRO FINANZIARIO

Disponibilità indicate nella delibera CIPE 121/01 e successivi aggiornamenti:  
Risorse disponibili al 21 dicembre 2001 N.D. - Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Risorse disponibili ad aprile 2011 31,870 - Fonte: DEF 2011
Risorse disponibili al 30 giugno 2011 31,870 - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Risorse disponibili a giugno 2012 31,870 - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Risorse disponibili a dicembre 2012 31,870 - Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Risorse disponibili a settembre 2013 31,870 - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Risorse disponibili ad agosto 2014 31,870 - Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Risorse disponibili a settembre 2014 31,870 - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)

Risorse disponibili al 31 dicembre 2016: 31,875  
Fondi Legge Obiettivo 31,875 - Fonte: Delibera CIPE 113/2004

Fabbisogno residuo al 31 dicembre 2016: 0  

Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione esecutiva
Conferenza di servizi:
Note:

DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione esecutivaInterno618.897,63      


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore: Ente per lo Sviluppo dell'Irrigazione e la Trasformazione Fondiaria in Puglia, Lucania ed Irpinia
Modalità di selezione: Affidamento con bando
Procedura: Procedura aperta
Sistema di realizzazione: Appalto sola esecuzione
Criterio di aggiudicazione: Prezzo più basso
Fase progettuale a base di gara: Esecutiva
Tempi di esecuzione:  
Progettazione:
Lavori: 730 giorni
Data bando: 24/12/2003
CIG/CUI: 16200460599
Data aggiudicazione: 22/07/2004
Tipo aggiudicatario: Impresa singola
Nome: Vitaliani & Randich - Roma
Codice fiscale: 05207560581
Data stipula contratto: 29/12/2004
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1): 17.674.704,46
Importo oneri per la sicurezza: 670.051,18
Importo complessivo a base di gara: 18.344.755,64
Importo di aggiudicazione (2): 11.670.468,65
Somme a disposizione: 6.627.573,49
Importo totale: 18.298.042,14
% Ribasso di aggiudicazione: 37,76
% Rialzo di aggiudicazione:
Note:
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori: Conclusi
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori:
Stato avanzamento (importo):
Stato avanzamento (percentuale):
Data presunta fine lavori:
Data effettiva fine lavori: 23/12/2008
Data presunta fine lavori x varianti:
Tempi realizzazione: Secondo previsione
Data collaudo statico: 15/07/2009
Data collaudo tecnico-amministrativo: 23/09/2009
Note: Ad avvenuta approvazione del certificato di collaudo T.A. (Decreto Commissariale n° 952 del 10/12/2009) il quadro economico è il seguente: Lavori come da S.F. confermato dalla comm. Coll. €. 16.029.539,30 Equo compenso €. 1.100.944,30 Oneri di sicurezza €. 985.679,35 Anticipazioni appaltatore (O.d.S. del 18/12/2007) €. 2.900 Sommano €. 18.119.063,03 Somme a disposizione €. 6.853.266,10 di cui €. 576.478,09 per compensazione costi materiali ("caro ferro").

Contenzioso
Totale riserve definite:
Importo complessivo riserve definite:
Totale riserve da definire: 12
Importo complessivo riserve da definire: 7.091.740,03
Note: A conclusione dei lavori La Commissione nominata ex art. 240 D.lgs. 163/2006 non ha raggiunto un parere concorde utile alla definizione del contenzioso. E' pendente giudizio instaurato dall'appaltatore innanzi la competente Autorità giudiziaria.

Sospensione lavori
Numero totale: 1
Giorni di sospensione totali: 170
Note: Con verbale in data 18/09/2006 venne disposta la sospensione parziale dei lavori per redazione di perizia suppletiva e di variante.

Varianti
Numero totale: 2
Giorni proroga totali: 490
Motivi:
Altri motivi: Del maggior tempo contrattuale di 490 gg., 300 gg. (120+180) sono stati concessi per i maggiri lavori di cui alle perizie di variante e 190 (180+30) su istanza dell'impresa.
Importo: 16.853.879,15
Importo oneri sicurezza: 1.036.369,18
Somme a disposizione: 7.082.080,80
Totale: 24.972.329,13
Note: Le somme a disposizione comprendono anche l'importo di €. 1.100.944,30 per "equo compenso" sui maggiori lavori di cui alla perizia n° 2, eccedenti il 6°/5°.
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

Delibera CIPE 19/2004 del 29 settembre 2004
Delibera CIPE 21/2004 del 29 settembre 2004
Delibera CIPE 113/2004 del 20 dicembre 2004
Bando di gara Consorzio di Bonifica di Bradano e Metaponto di Matera del 30 giugno 2006
Delibera Regione Basilicata n. 771 del 24 giugno 2014
Delibera Regione Basilicata n. 967 del 30 luglio 2014
Siti internet ufficiali

http://www.regione.basilicata.it


Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione o cliccando su OK acconsenti al loro uso.