logo Camera
SILOS
Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

 Formato pdf  

CORRIDOIO PLURIMODALE PADANO
Complemento del corridoio autostradale 5 e dei Valichi confinari
Raccordo autostradale Villesse-Gorizia

SCHEDA N. 16
Costo
Quadro finanziario
CUP
  • I54E02000050009
Tipologia opera

Rete stradale
Localizzazione
9° Allegato Settembre 2011: Si
Soggetto titolare

Commissario Delegato per l’Emergenza della Mobilità Riguardante la A4 (tratto Venezia - Trieste) ed il Raccordo Villesse – Gorizia
Stato di attuazione

Lavori conclusi
Ultimazione lavori

2014
Classificazione intervento

Classificazione: CIPE Legge Obiettivo
Descrizione

Il progetto preliminare riguarda l’adeguamento a sezione autostradale (categoria A) dell’esistente raccordo tra l’autostrada A4, in Comune di Villesse, ed il valico di S.Andrea al confine con la Slovenia, per uno sviluppo di circa 17 km in affiancamento alla S.S. 351 Cervignano-Gorizia. In particolare, si prevede la realizzazione di 4 svincoli (Villesse, Gradisca d’Isonzo, Farra d’Isonzo e Gorizia) e di una barriera di stazione, nonché la realizzazione di opere complementari a carico della Regione Friuli Venezia Giulia. Le opere principali sono: il sovrappasso della variante alla S.P. n. 3, il viadotto e la galleria della rotatoria di Villesse, il ponte sul fiume Isonzo e la galleria artificiale di Savona.

DELIBERE CIPE

61/2005
DATI STORICI

1999
Il 7 dicembre viene stipulata la Convezione tra ANAS e Società Autovie Venete per la concessione in gestione delle autostrade A4 Venezia-Trieste, A23 Palmanova-Udine Sud e A28 Portogruaro-Pordenone-Conegliano
La convenzione viene approvata con decreto interministeriale del 21 dicembre.

2001
Nella Delibera CIPE n. 121 il “completamento stradale corridoio 5”, cui è riconducibile l’”Adeguamento a sezione autostradale del raccordo Villesse-Gorizia”, è incluso alla voce “sistemi stradali e autostradali“.

2002
L’intervento è compreso nell’Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Friuli Venezia Giulia, sottoscritta il 20 settembre.

2003
L’ANAS approva, con raccomandazioni, il progetto preliminare predisposto da Autovie Venete, in qualità di concessionaria e trasmette il progetto, con ulteriore documentazione integrativa al MIT, alle altre Amministrazioni competenti ed agli enti gestori delle interferenze.
La Commissione VIA esprime parere favorevole il 21 ottobre.
Il Ministero dell’ambiente trasmette il parere favorevole con prescrizioni e raccomandazioni.

2004
La Regione Friuli Venezia Giulia autorizza il Presidente a formulare l’intesa sulla localizzazione dell’opera ed esprime parere favorevole sia sul progetto che, con prescrizioni, sulla compatibilità ambientale.
Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole con prescrizioni.

2005
Il Ministero per i beni culturali trasmette un documento della Commissione VIA di comparazione fra il precedente parere della Commissione e quello nel frattempo espresso dalla Regione Friuli Venezia Giulia, pervenendo a positive conclusioni in merito alle prescrizioni formulate.
Il Ministero per i beni culturali conferma il parere positivo.
L’ANAS conferma che il costo dell’intervento verrà sostenuto, per la parte di competenza, dalla concessionaria Autovie Venete, in completo autofinanziamento.
Il MIT trasmette la relazione istruttoria sul progetto preliminare del “Raccordo Villesse-Gorizia: adeguamento a sezione autostradale”, proponendone l’approvazione, con raccomandazioni e prescrizioni, ai soli fini procedurali.
Il CIPE, con delibera n. 61, approva il progetto preliminare con prescrizioni e raccomandazioni e prende atto che l’importo di circa 101 Meuro è comprensivo delle opere di competenza di Autovie Venete e della Regione Friuli Venezia Giulia.

2006
Nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS, il “raccordo Villesse-Gorizia: adeguamento a sezione autostradale”, figura quale sub intervento del Completamento stradale corridoio 5 .

2008
Con il DPCM 11 luglio viene dichiarato lo stato di emergenza nel settore del traffico nell'asse autostradale Quarto d'Altino-Trieste e nel raccordo Villesse-Gorizia e con OPCM n. 3702 viene nominato Commissario delegato il Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.
Il 3 ottobre l’ANAS approva il progetto definitivo dell’opera e l’8 ottobre viene dato avvio alle procedure di esproprio. Il 21 si apre la CdS che si concluderà il 28 novembre.
Il 29 dicembre il Commissario delegato dà avvio alle procedure di gara, con la pubblicazione del bando per l’affidamento dell’appalto integrato per l’adeguamento a sezione autostradale del raccordo Villesse – Gorizia.

2009

Nella delibera CIPE n. 10 l’opera è compresa tra gli interventi delle “Opere di legge obiettivo inserite in convenzioni autostradali” e tra gli interventi autostradali del Corridoio Plurimodale Padano, con un costo di 165,4 Meuro, finanziato per 163,9 Meuro con risorse private e per 1,4 Meuro con risorse pubbliche.
Il 24 giugno avviene l’aggiudicazione provvisoria della gara d’appalto.
Il Commissario delegato, in data 16 luglio, aggiudica l’appalto integrato in via definitiva.
Il contratto viene sottoscritto nei primi giorni del mese di settembre.


2010
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera "A4 Raccordo autostradale Villesse - Gorizia: ampliamento ed adeguamento a sezione autostradale" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.

2011 Aprile

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera "A4 Raccordo autostradale Villesse - Gorizia: ampliamento ed adeguamento a sezione autostradale" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011” ; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ” ;“5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risulta che i lavori sono stati parzialmente consegnati in data 20/08/2010 e che l'attuale avanzamento è pari al 6,70%.


2011 Dicembre

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 dicembre 2011, per i lavori parziali consegnati in data 20/08/2010 risulta un avanzamento del 17,59% al 31 ottobre 2011, con ultimazione prevista per il 6/02/2013. In data 28/12/2011 è stata fatta la consegna definitiva dei lavori a seguito dell'approvazione del progetto esecutivo delle Opere n. 22 e 28, con Decreto n. 125 d.d. 11/11/2011.


2012 Marzo

Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2012, l'avanzamento rispetto all'intera opera al 31/01/2012  risulta del 25,26% e l'ultimazione è prevista per il 10/06/2014.


2012 Settembre

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS; documento uno "due diligence".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, risulta un avanzamento lavori del 45,95%.


2012 Dicembre

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.
Con il D.P.C.M. 22 dicembre 2012 (pubblicato nella G.U. 2 gennaio 2013, n. 1) lo stato di emergenza determinatosi nel settore del traffico e della mobilità nell'asse autostradale Corridoio V dell'autostrada A4 nella tratta Quarto d'Altino-Trieste e nel raccordo autostradale Villesse-Gorizia è stato prorogato fino al 31 dicembre 2014. Lo stesso decreto ha previsto il subentro del Presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia nelle funzioni di Commissario delegato.


2013 Giugno

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.


2013 Ottobre

L’art. 25, comma 11-bis, lett. d), del D.L. 69/2013 (convertito dalla L. 98/2013) ha previsto che le risorse revocate ai sensi dell'art. 18, comma 11, del medesimo decreto, che confluiscono nel c.d. Fondo infrastrutture ferroviarie, stradali e relativo ad opere di interesse strategico (istituito dall'art. 32, comma 1, del D.L. 98/2011) siano attribuite prioritariamente alla regione Friuli Venezia Giulia per la realizzazione della terza corsia della tratta autostradale A4 Quarto d'Altino-Villesse-Gorizia, al fine di consentire l'attuazione dell'O.P.C.M. n. 3702/2008 del 5 settembre 2008.
L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS)  - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risulta un avanzamento dei lavori del 87,86 %.
Il comma 96 dell'articolo unico della leggen. 147/2013 (legge di stabilità 2014) prevede uno stanziamento di 130 Meuro nel biennio 2014-2015 (30 milioni per l'anno 2014 e 100 milioni per il 2015) per la realizzazione della terza corsia della tratta autostradale A4 Quarto d'Altino-Villesse-Gorizia, al fine di consentire l'attuazione dell'O.P.C.M. n. 3702 del 5 settembre 2008.


2014 Giugno

La Regione Friuli Venezia Giulia, con DGR n. 308 del 21 febbraio 2014, autorizza la stipula dell’IGQ con il Governo in materia di infrastrutture strategiche ricadenti nel territorio regionale, predisposta secondo il modello proposto dal MIT. Nello schema di intesa allegata alla delibera l’opera “A4 Raccordo autostradale Villesse Gorizia” è inserita tra gli interventi prioritari della componente storica.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-1 Corridoio Mediterraneo; A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.
La Conferenza Unificata, in data 17 giugno 2014, trasmette alle Regioni il Documento “Macro Regioni ed Opere Strategiche – giugno 2014” elaborato dal MIT - STM, contenente l’elenco delle opere strategiche suddivise per Macro Regioni, per l’esame tecnico finalizzato alla redazione del XII Allegato Infrastrutture. Con la medesima nota, la CU esprime la necessità che le Regioni adottino con delibera propria esplicitamente la dichiarazione di non strategicità, ai sensi dell’art. 1 della Legge 21 dicembre 2001, n. 443 “legge Obiettivo”, delle opere di cui si chiede la cancellazione nel suddetto XII Allegato Infrastrutture.
La Regione Friuli Venezia Giulia, con DGR n. 1.195 del 26 giugno 2014, integra la DGR 308/2014 con le dichiarazioni di non strategicità, ai sensi dell’art. 1 della Legge 21 dicembre 2001, n. 443 “legge Obiettivo” e s.m.i., e di priorità (allegato 1) nonché con l’indicazione del riparto dei Fondi per lo Sviluppo e la Coesione, programmazione 2014 – 2020, per le opere strategiche previste dalla nuova IGQ (allegato 2). L’opera A4 Raccordo autostradale Villesse Gorizia è inserita nelle tabelle: “Interventi in realizzazione” (opera completata).
Con nota prot. n. U0025238 del 30 giugno 2014 del Capo della Struttura Tecnica di Missione (STM) del MIT, per la redazione del documento base dell’XII Allegato Infrastrutture, viene chiesto a ciascuna Regione di deliberare in sede di Giunta Regionale l’elenco delle infrastrutture ritenute strategiche con l’indicazione di priorità alta (1) o medio bassa (2), specificando le eventuali altre infrastrutture che non risultano più coerenti con le indicazioni di programmazione di fondi regionali.


2014 Dicembre

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, risultano conclusi i lavori il 4 ottobre 2013, in anticipo rispetto ai tempi contrattuali stabiliti. Il 14 ottobre 2013 è stato emesso l'ultimo atto di collaudo statico e, l’8 aprile 2014, la Commissione di collaudo ha emesso l'atto unico di collaudo tecnico amministrativo. Con Decreto n. 268 di data 25.06.2014 il Commissario delegato, in qualità di stazione appaltante, ha approvato l'ammissibilità del collaudo. L'impresa ha ottenuto un premio di accelerazione pari ad Euro 4.517.668,03 (prot. Atti/168/2014).


COSTO PRESUNTO

Costo al 21 dicembre 2001 N.D. Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione di costo al 30 aprile 2004 90,000 Fonte: CNEL
Previsione di costo al 30 aprile 2005 100,985 Fonte: Corte dei Conti
Costo al 6 aprile 2006 N.D. Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione di costo al 30 aprile 2007 100,985 Fonte: Delibera CIPE 61/2005
Costo al 30 giugno 2008 N.D. Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione di costo al 30 aprile 2009 165,396 Fonte: Delibera CIPE 10/2009
Previsione di costo al 30 aprile 2010 142,060 Fonte: DPEF 2010-2013
Costo ad aprile 2011 160,220 Fonte: DEF 2011
Previsione di costo al 30 aprile 2011 160,220 Fonte: DEF 2011
Costo al 30 giugno 2011 160,220 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione di costo al 31 dicembre 2011 160,220 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Costo a giugno 2012 147,080 Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione di costo al 30 settembre 2012 160,220 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Costo a dicembre 2012 147,080 Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Costo a settembre 2013 151,620 Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione di costo al 31 ottobre 2013 151,620 Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Costo ad agosto 2014 151,620 Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo a settembre 2014 151,620 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione di costo al 31 dicembre 2014 151,620 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione di costo al 31 marzo 2016 151,620 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione di costo al 31 dicembre 2016 151,620 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
QUADRO FINANZIARIO

Disponibilità indicate nella delibera CIPE 121/01 e successivi aggiornamenti:  
Risorse disponibili al 21 dicembre 2001 N.D. - Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Risorse disponibili ad aprile 2011 160,220 - Fonte: DEF 2011
Risorse disponibili al 30 giugno 2011 160,220 - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Risorse disponibili a giugno 2012 160,220 - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Risorse disponibili a dicembre 2012 160,220 - Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Risorse disponibili a settembre 2013 160,220 - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Risorse disponibili ad agosto 2014 160,220 - Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Risorse disponibili a settembre 2014 160,220 - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)

Risorse disponibili al 31 dicembre 2016: 160,220  
Autovie Venete Spa 158,660 - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Fondi Pubblici 1,560 - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)

Fondi residui al 31 dicembre 2016: -8,600  

Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione esecutiva
Conferenza di servizi: Conclusa
Note: La data di fine progettazione esecutiva coincide con il Decreto del Commissario delegato n. 66, di approvazione del progetto esecutivo. Approvazione dei progetti esecutivi degli interventi "Opera 22" e "Opera 28" con Decreto del Commissario Delegato n. 125 d.d. 11.11.2011 Il CIPE ha approvato il progetto preliminare con Deliberazione n.61/05 del 27 maggio 2005. L'importo di aggiudicazione è al netto degli oneri previdenziali (€ 29.004,41) indicati nel Decreto del Commissario delegato di aggiudicazione dell'applato (n. 22 d.d. 16.07.2009). Il ribasso è pari al 9,98%.

DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione esecutivaEsterno 117.694.964,031.610.998,201.450.220,58I.CO.P S.P.A. in A.T.I. con FRIULANA BITUMI S.R.L., IMPRESA TOMAT S.P.A., VALLE COSTRUZIONI S.R.L. E S.I.O.S.S. S.R.L.20/07/200904/08/2010


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore: Commissario Delegato per l’Emergenza della Mobilità Riguardante la A4 (tratto Venezia - Trieste) ed il Raccordo Villesse – Gorizia
Modalità di selezione: Affidamento con bando
Procedura: Procedura aperta
Sistema di realizzazione: Appalto integrato
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Fase progettuale a base di gara: Esecutiva
Tempi di esecuzione:  
Progettazione: 120 giorni
Lavori: 1095 giorni
Data bando: 27/12/2008
CIG/CUI: 0255305C56
Data aggiudicazione: 16/07/2009
Tipo aggiudicatario: ATI
Nome: I.CO.P S.P.A. in A.T.I. con FRIULANA BITUMI S.R.L., IMPRESA TOMAT S.P.A., VALLE COSTRUZIONI S.R.L. E S.I.O.S.S. S.R.L.
Codice fiscale: 00298880303
Data stipula contratto: 03/09/2009
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1): 119.305.962,23
Importo oneri per la sicurezza: 6.741.310,00
Importo complessivo a base di gara: 126.047.272,23
Importo di aggiudicazione (2): 98.604.801,95
Somme a disposizione: 48.988.461,41
Importo totale: 147.593.263,36
% Ribasso di aggiudicazione: 23,18
% Rialzo di aggiudicazione: 0,00
Note: L'importo a base di gara comprende lavori e progettazione esecutiva. L'importo delle somme a disposizione è indicato nel Q.E. del progetto esecutivo approvato dal Commissario Delegato (Decreto n. 66/2009) e sono incluse le spese generali. L'importo del Quadro finanziario di competenza della S.p.A. Autovie Venete è indicato nel Piano economico finanziario allegato alla Convenzione di concessione con Anas S.p.A.. L'importo del Quadro finanziario di competenza della Regione FVG è indicato nel Decreto PTM//591 d.d. 03/12/2009, comprensivo di IVA. L'importo del Quadro finanziario di competenza del privato, include Immobiliare Arco S.r.l. (Convenzione d.d.17/12/2008) e Snam S.p.A. (Convenzione d.d. 08/05/2009) - indichiamo, per Immobiliare Arco, l'importo di Convenzione al netto di Iva, e, per Snam, l'importo previsto nel Q.E. approvato del progetto esecutivo, al netto di Iva. In data 6 marzo 2013 è stato firmato un Protocollo d'intesa tra Commissario delegato, S.p.A. Autovie Venete e Comune di Gorizia, in cui quest'ultimo si impegna a versare Euro 560.194,33 a seguito dell'approvazione della II° perizia di variante.
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori: Conclusi
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori: 28/12/2011
Stato avanzamento (importo): 103.489.155,63
Stato avanzamento (percentuale): 100,00
Data presunta fine lavori: 10/06/2014
Data effettiva fine lavori: 04/10/2013
Data presunta fine lavori x varianti: 04/01/2015
Tempi realizzazione: In anticipo
Data collaudo statico: 14/10/2013
Data collaudo tecnico-amministrativo: 08/04/2014
Note: In data 26/08/2010 è stata fatta una consegna parziale dei lavori (in assenza della consegna delle opere n.22 e n.28). I tempi di realizzazione aggiudicati sono pari a 895 giorni. In data 28.12.2011 è stata fatta la consegna definitiva dei lavori a seguito dell'approvazione del progetto esecutivo delle Opere n. 22 e 28, con Decreto n. 125 d.d. 11.11.2011. In data 14 ottobre 2013 è stato emesso l'ultimo atto di collaudo statico. In data 8 aprile 2014 la Commissione di collaudo ha emesso l'atto unico di collaudo tecnico amministrativo. Con Decreto n. 268 di data 25.06.2014 il Commissario delegato, in qualità di stazione appaltante, ha approvato l'ammissibilità del collaudo. L'impresa ha ottenuto un premio di accelerazione pari ad Euro 4.517.668,03 (prot. Atti/168/2014).

Contenzioso
Totale riserve definite: 45
Importo complessivo riserve definite: 48.255.811,00
Totale riserve da definire: 0
Importo complessivo riserve da definire: 0,00
Note: L'importo inserito fa riferimento alle riserve iscritte sul registro a seguito del SAL n. 19-finale d.d. 21/03/2014, pari ad Euro 103.489.155,63. In data 28.05.2014 (I parte, Atti/241) e 09.06.2014 (II parte, Atti/251) è stato sottoscritto con l'Appaltatore il Verbale di Accordo bonario con il quale si risolvono tutte le riserve iscritte nel registro, con un riconoscimento di Euro 8.485.451,33, e n.77 giorni di rimodulazione del tempo contrattuale, a fronte di riserve iscritte nello stato finale dei lavori, per un importo pari ad Euro 48.255.811,00.

Sospensione lavori
Numero totale: 5
Giorni di sospensione totali: 134
Note: Sospensione parziale (Verbale prot. Atti/865/12) - 5 gg proroga. Sospensione parziale (Verbale prot. Atti/616/13) - 2 gg proroga. Sospensione parziale (Verbale prot. Atti/725/13) - 6 gg proroga. Sospensione parziale (Verbale prot. Atti/75/14) - 31 gg proroga. Sospensione parziale (Verbale prot. Atti/149/14) - 90 gg proroga.

Varianti
Numero totale: 6
Giorni proroga totali: 74
Motivi:
  • Art. 132 c. 1. lett. c) D.Lgs. 163/2006
Altri motivi: I° Perizia di variante (art. 132 c. 1 lett. c) => Approvata dal RUP senza variazione del quadro economico del progetto approvato. II° Perizia di variante (art. 132 c. 3) => approvata con Decreto del Soggetto Attuatore n. 234 del 05.04.2013. Il Comune di Gorizia si aggiunge ai finanziatori dell'opera. III° Perizia di variante (art. 132 c. 1 e 3) => Approvata dal RUP senza variazione del quadro economico del progetto approvato. IV° Perizia di variante (art. 132 c. 3) => Approvata dal RUP senza variazione del quadro economico del progetto approvato. V° perizia di variante (art. 132 c. 1, lett. a) b) d) e comma 3 e art. 12 DM 145/2000) => Approvata dal RUP senza variazione del quadro economico del progetto approvato. VI° perizia di variante (art. 132, c. 1, lett. b) => Approvata dal RUP senza variazione del quadro economico del progetto approvato.
Importo:
Importo oneri sicurezza:
Somme a disposizione: 0,00
Totale: 0,00
Note: L'importo contrattuale, a seguito della I° perizia di variante, è aumentato ad Euro 99.386.336,33.-. L'importo contrattuale, a seguito della II° perizia di variante, è aumentato ad Euro 99.580.151,87. A seguito della II° perizia sono stati concessi n. 2 giorni di proroga. L'importo contrattuale, a seguito della III° perizia di variante, è aumentato ad Euro 102.167.491,23. A seguito della III° perizia sono stati concessi n. 12 giorni di proroga. L'importo di contratto non varia a seguito della IV° perizia di variante e non sono concessi giorni di proroga. L'importo di contratto a seguito della V° perizia di variante diventa pari ad Euro 102.828.733,33 e sono concessi 30 giorni di proroga. L'importo contrattuale a seguito della VI° perizia varia ad Euro 103.531.407,08 e sono concessi 30 giorni di proroga.
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

Convenzione ANAS-Autovie Venete del 7 dicembre 1999
Decreto interministeriale n.607/Segr. Dicoter del 20 dicembre 1999
Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Friuli Venezia Giulia del 20 settembre 2002
Delibera Consiglio di Amministrazione ANAS del 17 aprile 2003
Delibera di Giunta Regione Friuli Venezia Giulia n. 1105 del 4 maggio 2004
Delibera Regione Friuli Venezia Giulia n. 1277 del 21 maggio 2004
Delibera CIPE 61/2005 del 27 maggio 2005
Convenzione Unica tra ANAS Spa e Autovie Venete Spa del mese di novembre 2007
D.P.C.M. dell'11 luglio 2008
O.P.C.M. n. 3702 del 5 settembre 2008
Bando di gara del Commissario delegato per l’emergenza della mobilità riguardante la A4 (tratto Venezia - Trieste) ed il Raccordo Villesse – Gorizia del 29 dicembre 2008
Avviso di avvenuta aggiudicazione del Commissario Delegato per l’Emergenza della Mobilità riguardante la A4 (tratto Venezia - Trieste) ed il Raccordo Villesse – Gorizia del 27 luglio 2009
D.P.C.M. del 22 dicembre 2012
Decreto-Legge n. 69 del 21 giugno 2013
Legge n. 98 del 9 agosto 2013
Delibera Regione Friuli Venezia Giulia n. 308 del 21 febbraio 2014
Delibera Regione Friuli Venezia Giulia n. 1.195 del 26 giugno 2014
Siti internet ufficiali

http://www.commissarioterzacorsia.it


Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione o cliccando su OK acconsenti al loro uso.