logo Camera
SILOS
Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

 Formato pdf  

CORRIDOIO PLURIMODALE TIRRENICO-NORD EUROPA
Adeguamento Cassia Roma-Viterbo - Completamento dell'adeguamento a 4 corsie della ex SS 2 Cassia - Tratto compreso tra il km 41+300 e il km 74+400

SCHEDA N. 47
Costo
Quadro finanziario
CUP
  • F31B01000200001
Tipologia opera

Rete stradale
Localizzazione
9° Allegato Settembre 2011: Si
Soggetto titolare

Regione Lazio
Stato di attuazione

Progettazione preliminare
Ultimazione lavori

Oltre 2025
Classificazione intervento

Classificazione: CIPE Legge Obiettivo
Descrizione

Il progetto consiste nel completamento dell’adeguamento a 4 corsie della ex SS Cassia nel tratto compreso tra il km 41+300, nei pressi dello svincolo di Monterosi, dove ha termine il tratto di Cassia bis già completato, e il km 74+400, dove la tratta si innesta con uno svincolo nella superstrada Civitavecchia-Viterbo. La sezione stradale tipo prescelta è la soluzione base (tipo B) a due carreggiate separate con due corsie per senso di marcia, affiancate da banchine laterali e separate da spartitraffico, per una larghezza totale della piattaforma di 22 m. Il tracciato ha uno sviluppo complessivo di circa 33,1 km e si svolge quasi per intero in variante rispetto al percorso esistente della via Cassia, evitando l’attraversamento dei centri abitati di Sutri, Capranica, Vetralla. Lungo il percorso sono previsti 8 svincoli che garantiscono il collegamento alla viabilità locale e ai centri abitati. L'opera è considerata strategica nell'ottica della futura realizzazione dello scalo aeroportuale di Viterbo.

DELIBERE CIPE

11/2005
76/2012
DATI STORICI

2001
La delibera CIPE n. 121 include nella sezione “Corridoio Plurimodale Tirrenico-Nord Europa” tra i “Sistemi stradali e autostradali”, la voce “Adeguamento Cassia RM-VT” con il costo di 180,760 Meuro.

2002
L’opera è compresa nell’Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Lazio, sottoscritta in data 20 marzo.

2003
Il progetto preliminare viene trasmesso dal soggetto aggiudicatore, con nota del 26 novembre, al MIT.

2004
Con nota del 29 gennaio il progetto viene trasmesso alle altre Amministrazioni e ai Servizi competenti della medesima Regione, ai sensi dell’Art.3 del Decreto Legislativo n.190/2002 e nello stesso giorno è data notizia dell’avvio della procedura su tre quotidiani, di cui due a tiratura nazionale.
Il Ministero dell’ambiente comunica il parere positivo espresso sul progetto, con prescrizioni e raccomandazioni, dalla Commissione VIA.
Con la delibera n. 19 il CIPE ripartisce le risorse assegnate al FAS per il quadriennio 2004-2007 e riserva 4.375 Meuro ad “investimenti pubblici ex L. 208/98, art.1, co. 1, come integrata dall’art. 3 della L. 448/2001 - Accordi di Programma Quadro e Programmi Nazionali” e 307 Meuro al “Programma accelerazione spesa in c/capitale attraverso APQ (art.4 co. 130, della L. 350/03) nel Centro Nord”.
Con la Delibera n. 20 il CIPE ripartisce la somma di 4.375 Meuro, destinandola a finanziare gli investimenti pubblici nelle aree sottoutilizzate di cui all’art.1 della L. 208/98 per il 2004-2007.
Il Presidente della Regione Lazio, in data 13 ottobre, esprime parere favorevole sull’opera, formulando anche l’intesa ai fini della localizzazione e trasmettendo una relazione istruttoria nella quale sono riportate le prescrizioni e le raccomandazioni dei competenti servizi regionali.
Il 30 dicembre il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole, con prescrizioni.

2005
Il MIT trasmette la relazione istruttoria sul progetto preliminare dell’opera “completamento dell’adeguamento della ex SS 2 Cassia a 4 corsie – tronco compreso tra il fosso della Stanga e il km 74+400” e fornisce al CIPE alcuni chiarimenti in ordine alla relazione istruttoria.
Con la Delibera n. 9 il CIPE ripartisce l’importo di 307 Meuro di cui alla Delibera n. 19/2004 tra le regioni del Centro Nord, assegnando alla Regione Lazio 54,3 Meuro circa. In data 17 marzo il MIT trasmette l’aggiornamento, con integrazioni, della relazione istruttoria al progetto preliminare dell’opera “completamento dell’adeguamento della ex SS 2 Cassia a 4 corsie, tronco compreso tra km 41+300 e 74+400” proponendo l’approvazione, con prescrizioni e raccomandazioni del progetto stesso, nonché il finanziamento della progettazione definitiva per un importo di 6,641 Meuro.
L’11 marzo viene siglato il secondo accordo integrativo dell’APQ n.4 “Reti di viabilità”, che comprende l’intervento “adeguamento SS 2 Cassia a 4 corsie – 1° lotto dal km 0+000 (svincolo con la SS 311 Nepesina) al km 4+000 (svincolo Sutri sud)” per il quale è previsto un cofinanziamento di 40 Meuro (così articolato: Delibera n.19/2004: 12 Meuro; Delibera n.20/2004: 8 Meuro; bilancio regionale: 20 Meuro).
Il CIPE, con la delibera n. 11, prende atto delle autorizzazioni e dei pareri espressi, nonché delle prescrizioni e raccomandazioni proposte. Il soggetto aggiudicatore viene individuato nella Regione Lazio e la modalità di affidamento è l’appalto integrato; la durata prevista dei lavori è di 1.707 giorni naturali consecutivi. Il costo complessivo dell’intervento ammonta a 295,023 Meuro, di cui 189,733 Meuro per lavori (di cui 3,534 Meuro, pari al 2%, per opere di mitigazione ambientale) e 105,29 Meuro per somme a disposizione. Il costo risulta aumentato a seguito dell’accoglimento delle prescrizioni, in particolare della prescrizione del Ministero dell’ambiente, condivisa e accolta dal MIT, secondo la quale deve essere considerato un importo pari al 5% del valore dei lavori per la realizzazione di interventi di compensazione ambientale e sociale, mentre congruo importo dovrebbe essere previsto anche per l’esecuzione delle ricognizioni archeologiche. Il CIPE accoglie la proposta del MIT di valutare il finanziamento dell’opera in sede di approvazione del progetto definitivo. Intanto vengono assegnate alla Regione Lazio, a carico della L. 166/2002, risorse per la progettazione definitiva per un importo di 6,641 Meuro. Il limite di spesa dell’intervento è pari all’importo di 295,023 Meuro incrementato del 5% del valore dei lavori (ulteriori 8,836 Meuro), da destinare agli interventi di compensazione ambientale e sociale. E’ quindi approvato il progetto preliminare dell’intervento, con le prescrizioni/raccomandazioni allegate.

2006
L’opera figura negli allegati alla delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.

2008
La Regione Lazio, in data 18 febbraio, pubblica il bando di gara per l’affidamento dell’incarico per la progettazione definitiva e servizi connessi per i lavori di costruzione del completamento dell’adeguamento a 4 corsie dell’ex S.S. n° 2 Via Cassia tipo B del D.M. 5.11.2001 tronco tra il km 41+300 ed il km 74+400.
Nel Rapporto Infrastrutture Prioritarie del MI, è riportato che la Regione ha attivato la procedura di accensione del mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti. Contestualmente procederà alla gara per conferire l’incarico per la progettazione definitiva dell’opera.

2009
L’opera è compresa negli allegati alla delibera CIPE n. 10 di ricognizione del PIS.
Il 30 settembre la Regione Lazio aggiudica la progettazione definitiva.
In data 17 novembre ha inizio l’attività progettuale che dovrebbe concludersi entro il 30 aprile 2010.

2010
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera "Adeguamento Cassia Roma-Viterbo (4 corsie)" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.

2011 Aprile

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera "Adeguamento Cassia Roma-Viterbo (4corsie)" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011” ; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ” ;“5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risulta che la progettazione definitiva è stata completata in data 24 settembre 2010.


2011 Dicembre

Nella Nuova Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Lazio, sottoscritta il 16 giugno, l'opera è riportata tra le priorità.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle stesse tabelle di aprile.
Il 7 ottobre 2011 viene avviata la procedura prevista per la convocazione della CdS istruttoria ex art.166 del D.Lgs. n.163/2006.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, non risultano variazioni rispetto al monitoraggio precedente. 


2012 Settembre

Il  marzo 2012 si svolge, presso il MIT, la CdS istruttoria.
L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche;Tabella 2, Opere in fase di progettazione del PIS.
Il CIPE, con la delibera n. 76 dell'11 luglio, approva la reiterazione del vincolo preordinato all'esproprio sulle aree interessate dalla realizzazione dell’opera “Completamento dell’adeguamento a 4 corsie della SS n. 2 Cassia – tronco tra il km 41+300 e il km 74+400".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


2012 Dicembre

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


2013 Giugno

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 2 - Le opere in progettazione del deliberato CIPE.


2013 Ottobre

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risulta che in data 01.03.2012 si è tenuta la prima adunanza della Conferenza di Servizi istruttoria presso la STM del MIT e risultano emessi vari pareri da parte delle amministrazioni ed enti competenti ed interferiti. Il Ministero dell'Ambiente, con Determina Direttoriale del 22.10.2012, pur riconoscendo l'ottimizzazione del progetto e la congruenza con la Deliberazione CIPE, ha prescritto l'aggiornamento del SIA per i tratti in variante sostanziale. Risultano inoltre in corso incontri con i tecnici del MIBAC e delle Soprintendenze, finalizzati all'esame approfondito del tracciato e l'emissione del parere di competenza.


2014 Giugno

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabella A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.
La Conferenza Unificata, con nota prot. n. 2848/CU del 17 giugno 2014, trasmette alle Regioni il Documento “Macro Regioni ed Opere Strategiche – giugno 2014” elaborato dal MIT - STM, contenente l’elenco delle opere strategiche suddivise per Macro Regioni, per l’esame tecnico finalizzato alla redazione del XII Allegato Infrastrutture.
Con nota prot. n. U0025238 del 30 giugno 2014 del Capo della Struttura Tecnica di Missione (STM) del MIT, per la redazione del documento base dell’XII Allegato Infrastrutture, viene chiesto a ciascuna Regione di deliberare in sede di Giunta Regionale l’elenco delle infrastrutture ritenute strategiche con l’indicazione di priorità alta (1) o medio bassa (2), specificando le eventuali altre infrastrutture che non risultano più coerenti con le indicazioni di programmazione di fondi regionali.
La Regione Lazio, con DGR n. 409 del 30 giugno 2014, “Indirizzi programmatici finalizzati all'aggiornamento dell'elenco delle opere del Programma Infrastrutture Strategiche di cui alla L. 443/2001 ricadenti nel territorio della Regione Lazio, preliminari alla sottoscrizione di una Nuova Intesa Generale Quadro ed all'integrazione del XII° Allegato Infrastrutture, approva il documento tecnico (Allegato 1) che ricomprende l’elenco delle opere articolate in Priorità 1 e Priorità 2. Da tale documento sono espunti “gli interventi conclusi e gli interventi che, al momento, non sono ritenuti prioritari per la complessità di realizzazione e la difficoltà nel reperire i necessari finanziamenti nei tempi previsti affinché l’intervento esplichi i propri effetti di sviluppo nel territorio interessato”. L’opera “Adeguamento funzionale della tratta della SS Cassia Roma-Viterbo” è inserita nella tabella “Legge Obiettivo 443/2001 - XII Allegato Infrastrutture – Aggiornamento Interventi” con un livello di priorità 1.


2014 Dicembre

Il MIBACT, con parere prot. n. 34.19.04 del 7 luglio 2014, prescrive 3 varianti significative al tracciato, un maggior approfondimento delle opere d'arte stradali e l'esecuzione della completa campagna di indagini di verifica preventiva dell'interesse archeologico.
Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla nota di aggiornamento al DEF 2013.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il programmatico: le opere in progettazione.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, si rileva che si è in attesa dell'emissione del parere di competenza del MIBAC, più volte formalmente sollecitato dalla Regione. Risulta emesso solo il parere della Soprintendenza Archeologica dell'Etruria Meridionale.


2016 Marzo

In data 6 maggio 2015 la Regione Lazio affida all’ATI Bonifica Srl-Saim Srl, la modifica della progettazione alle prescrizioni poste dal MATTM e dal MIBACT, nonché l'elaborazione del nuovo SIA esteso all'intero tracciato.


2016 Dicembre

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, si rileva che sono in corso indagini archeologiche sull’intero nuovo tracciato.


COSTO PRESUNTO

Costo al 21 dicembre 2001 180,760 Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione di costo al 30 aprile 2004 180,760 Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione di costo al 30 aprile 2005 303,859 Fonte: Delibera CIPE 11/2005
Costo al 6 aprile 2006 295,023 Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione di costo al 30 aprile 2007 303,859 Fonte: Delibera CIPE 11/2005
Costo al 30 giugno 2008 295,020 Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione di costo al 30 aprile 2009 303,859 Fonte: Delibera CIPE 11/2005
Previsione di costo al 30 aprile 2010 303,859 Fonte: Delibera CIPE 11/2005
Costo ad aprile 2011 295,020 Fonte: DEF 2011
Previsione di costo al 30 aprile 2011 303,859 Fonte: Delibera CIPE 11/2005
Costo al 30 giugno 2011 295,020 Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione di costo al 31 dicembre 2011 303,859 Fonte: Delibera CIPE 11/2005
Costo a giugno 2012 295,020 Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione di costo al 30 settembre 2012 649,917 Fonte: Regione Lazio
Costo a dicembre 2012 295,020 Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Costo a settembre 2013 295,020 Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione di costo al 31 ottobre 2013 649,917 Fonte: Regione Lazio
Costo ad agosto 2014 295,020 Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo a settembre 2014 295,020 Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione di costo al 31 dicembre 2014 649,917 Fonte: Regione Lazio
Previsione di costo al 31 marzo 2016 649,917 Fonte: Regione Lazio
Previsione di costo al 31 dicembre 2016 649,917 Fonte: Regione Lazio
QUADRO FINANZIARIO

Disponibilità indicate nella delibera CIPE 121/01 e successivi aggiornamenti:  
Risorse disponibili al 21 dicembre 2001 N.D. - Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Risorse disponibili ad aprile 2011 6,640 - Fonte: DEF 2011
Risorse disponibili al 30 giugno 2011 6,640 - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Risorse disponibili a giugno 2012 6,640 - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Risorse disponibili a dicembre 2012 6,640 - Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Risorse disponibili a settembre 2013 6,640 - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Risorse disponibili ad agosto 2014 6,640 - Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Risorse disponibili a settembre 2014 6,640 - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)

Risorse disponibili al 31 dicembre 2016: 6,641  
Fondi Legge Obiettivo 6,641 - Fonte: Delibera CIPE 11/2005

Fabbisogno residuo al 31 dicembre 2016: 643,276  

Stato di attuazione a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)

PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto: Progettazione definitiva
Conferenza di servizi:
Note: Il progetto preliminare è stato approvato con Deliberazione CIPE n.011 del 18/03/2005, con la quale è stato assegnato alla Regione Lazio un primo contributo di €.6.634.921,11 per il finanziamento della progettazione definitiva. E' stato stipulato con la Cassa DD.PP. (pos. n.4489830/00 del 29.03.2006) un contratto di mutuo con oneri di ammortamento semestrali a carico del MIT. La progettazione definitiva è stata elaborata e consegnata. In data 01.03.2012 si è tenuta la prima adunanza della conferenza di servizi istruttoria presso la STM del Ministero delle Infrastrutture. Risultano emessi vari pareri da parte delle amministrazioni ed enti competenti ed interferiti. Su richiesta del MIBACT è stata redatta e consegnata, la Relazione paesaggistica ex art.146 del D.Lgs. n.42/2004. Il CIPE con Deliberazione n.076 del 11.07.2012 ha reiterato per anni sette il vincolo preordinato all'esproprio per il tracciato approvato con il P. preliminare. Il Ministero dell'Ambiente con Determina Direttoriale del 22.10.2012, pur riconoscendo l'ottimizzazione del progetto e la congruenza con la Deliberazione CIPE, ha prescritto l'aggiornamento completo del SIA per i tratti in variante sostanziale in coordinamento con l'intero tracciato. Il MIBACT con parere prot. n. 34.19.04 del 07.07.2014, ha prescritto n.3 varianti significative al tracciato, un maggior approfondimento delle opere d'arte stradali e l'esecuzione della completa campagna di indagini di verifica preventiva dell'interesse archeologico ex artt. 95 e 96 del D. Lgs. n. 163/2006 e smi. Pertanto, con Atto di sottomissione Reg. cron. n.17956 del 06.05.2015 la Regione ha affidato alla medesima ATI, la modifica della progettazione alle prescrizioni poste dal MATTM e dal MIBACT, nonché l'elaborazione del nuovo SIA esteso all'intero tracciato. Nel frattempo, sono stati condivisi, effettuati e tuttora in corso una serie di incontri con i tecnici del MIBACT e della competente Soprintendenza e recentemente con il MATTM, finalizzati all'esame approfondito del tracciato in ogni suo aspetto architettonico, ambientale, paesaggistico, storico ed archeologico. Con nota prot. n.164069 del 30.03.2016, dopo un anno di riunioni, è stato consegnato alla Soprintendenza Archeologica dell'Etruria Meridionale lo studio completo del tracciato e delle evidenze archeologiche ex art. 95 del D.Lgs. n.163/2006. Tale studio è stato approvato con nota prot. n. 8490 del 17.05.2016. Entro il mese di febbraio 2017, sarà trasmesso alla Direzione Generale del MIBACT, il piano completo delle indagini archeologiche, ex art. 96 comma 1 del D. Lgs. n. 163/2006, oramai interamente condiviso, sull'intero tracciato di circa km. 34. Con prot. n. 16054 del 13.01.2017 è stata inviata al MIT l'istanza, corredata di relazione tecnica ed allegati, finalizzata al riconoscimento di un ulteriore finanziamento di euro 1.000.000,00, per far fronte ai maggiori oneri derivanti dalla modifica del tracciato, dall'elaborazione del nuovo Studio di Impatto Ambientale nonché della campagna di Verifica preventiva dell'interesse archeologico per l'intero tracciato e come prescritto dai precitati pareri del MATTM e del MIBACT. Per i primi dell'anno 2017, dopo l'approvazione formale del MIBACT e previa verifica ed approvazione del progetto esecutivo a termini di legge, verrà bandita la gara pubblica per l'esecuzione della campagna medesima.

DescrizioneCIPEServizioCosto Prog. InternoImporto Lavori ProgettoImp. GaraImp. Agg.Agg. NomeData InizioData Fine
Progettazione definitivaEsterno   1.428.000,00A.T.I. BONIFICA Srl - SAIM Srl01/09/201531/08/2017


AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore:
Modalità di selezione:
Procedura:
Sistema di realizzazione:
Criterio di aggiudicazione:
Fase progettuale a base di gara:
Tempi di esecuzione:  
Progettazione:
Lavori:
Data bando:
CIG/CUI:
Data aggiudicazione:
Tipo aggiudicatario:
Nome:
Codice fiscale:
Data stipula contratto:
Quadro economico:  
Importo a base di gara (1):
Importo oneri per la sicurezza:
Importo complessivo a base di gara:
Importo di aggiudicazione (2):
Somme a disposizione:
Importo totale:
% Ribasso di aggiudicazione:
% Rialzo di aggiudicazione:
Note:
1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture


ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori:
Data presunta inizio lavori:
Data effettiva inizio lavori:
Stato avanzamento (importo):
Stato avanzamento (percentuale):
Data presunta fine lavori:
Data effettiva fine lavori:
Data presunta fine lavori x varianti:
Tempi realizzazione:
Data collaudo statico:
Data collaudo tecnico-amministrativo:
Note:

Contenzioso
Totale riserve definite:
Importo complessivo riserve definite:
Totale riserve da definire:
Importo complessivo riserve da definire:
Note:

Sospensione lavori
Numero totale:
Giorni di sospensione totali:
Note:

Varianti
Numero totale:
Giorni proroga totali:
Motivi:
Altri motivi:
Importo:
Importo oneri sicurezza:
Somme a disposizione:
Totale: 0,00
Note:
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

Legge n. 208 del 1998
Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Lazio del 20 marzo 2002
Delibera CIPE 19/2004 del 29 settembre 2004
Delibera CIPE 20/2004 del 29 settembre 2004
Accordo integrativo dell’Accordo di Programma Quadro dell'11 marzo 2005
Delibera CIPE11/2005 del 18 marzo 2005
Delibera CIPE 9/2005 del 18 marzo 2005
Bando di gara di progettazione Regione Lazio del mese di febbraio 2008
Aggiudicazione gara di progettazione Regione Lazio del mese di settembre 2009
Nuova Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Lazio del 16 giugno 2011
Delibera CIPE 76/2005 dell'11 luglio 2012
Delibera Regione Lazio n. 409 del 30 giugno 2014
Siti internet ufficiali

http://www.regione.lazio.it/rl_infrastrutture/?vw=contenutidettaglio&id=73


Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione o cliccando su OK acconsenti al loro uso.