SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Porti e interporti

PORTI E INTERPORTI / Porto di Genova / Porto di Genova - Riassetto del sistema di accesso alle aree operative del bacino portuale di Voltri

SCHEDA N. 133

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPE o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/12/2020

Localizzazione
Cup
  • B31B09000450006
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Porti e interporti

Soggetto titolare

Autorità Portuale di Genova

Descrizione

Il progetto del nuovo viadotto di collegamento del bacino di Voltri con il casello autostradale nasce dall’esigenza di collegare l'area portuale direttamente all'autostrada, in previsione dell’attuazione del potenziamento delle linee ferroviarie, che comporterà lo spostamento dell’Aurelia più a sud. Il progetto presuppone, secondo una opportuna pianificazione dei lavori, l’abbattimento dell’attuale viadotto e la sua sostituzione con due nuovi viadotti.

Delibere CIPE e/o ordinanze attuative

84/2006
8/2011

Dati storici

2001
L’intervento è incluso nella delibera CIPE n. 121/2001 tra gli Hub portuali.
2002
L’opera è compresa nell’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Liguria, sottoscritta il 6 marzo.
Il 16 marzo si tiene la CdS.
2003
Il progetto preliminare viene trasmesso in data 10 marzo dall’Autorità Portuale di Genova, soggetto aggiudicatore, al MIT, alle altre Amministrazioni interessate ed a Rete Ferroviaria Italiana Spa, unico ente interferito.
Nella delibera del 30 maggio, la Regione Liguria esprime parere favorevole, con prescrizioni di carattere ambientale ed urbanistico-territoriale e conferma che il progetto non deve essere sottoposto alla VIA.
La Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio della Liguria esprime parere favorevole;
2004
RFI esprime parere favorevole in quanto l’opera risulta compatibile sia con gli impianti ferroviari attuali sia con il futuro riassetto degli stessi secondo quanto previsto nel progetto di “potenziamento infrastrutturale Voltri-Brignole”.
2005
La Soprintendenza per i beni archeologici della Liguria esprime parere favorevole.
2006
Il MIT trasmette al CIPE la relazione istruttoria sul progetto preliminare, proponendone l’approvazione con prescrizioni.
Il CIPE, con delibera n. 84, approva il progetto preliminare e rinvia la decisione sull’assegnazione di contributi a carico della legge obiettivo, all’atto dell’analisi del progetto definitivo.
L’opra è inclusa nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
2007

L’opera è compresa tra gli interventi oggetto della Convenzione Unica stipulata dall’Autorità Portuale di Genova con ANAS SpA in data 12 ottobre 2007, per un importo massimo a carico del concessionario pari a 30 Meuro.


2008
L’Autorità Portuale di Genova comunica ad Autostrade per l’Italia Spa l’intendimento di sottoporre la progettazione definitiva al CIPE e riceve il benestare della Società con nota del 25 gennaio.
La Delibera Interministeriale del 27 marzo evidenzia che la progettazione esecutiva ferroviaria del Nodo Genova Voltri-Genova Brignole è in fase di completamento.
2009

L’intervento è incluso nella delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
La regione Liguria esprime parere positivo alla realizzazione dell’intervento, con delibera di giunta regionale 27 febbraio 2009, n. 202.
La Conferenza di servizi si tiene in data 16 marzo 2009.
Il Ministero per i beni e le attività culturali – Direzione generale per i beni architettonici e paesaggistici della Liguria il 18 marzo esprime parere favorevole con prescrizioni.
RFI SpA, in qualità di Ente interferito, con nota 31 marzo , esprime parere favorevole, con alcune osservazioni, al progetto definitivo , prevedendo, tra l’altro, che la realizzazione attraverso le varie fasi e modalità esecutive e il mantenimento in efficienza del nuovo manufatto in attraversamento alla sede ferroviaria siano regolate con apposita convenzione, con l’Autorità portuale di Genova.


2010

Il giorno 8 febbraio è stato siglato un nuovo protocollo d’intesa tra MIT, ANAS, Provincia di Genova, Comune di Genova, Autorità Portuale di Genova e Autostrade per l’Italia, per la realizzazione della Gronda di Genova, che modifica parzialmente i precedenti protocolli, per condividere la nuova soluzione di tracciato emersa nel corso del dibattito pubblico svoltosi nei mesi precedenti ed individuare i passi successivi per lo sviluppo dell’opera. L`investimento previsto è pari a circa 3,1 miliardi di euro (al netto dei ribassi d`asta). Il nuovo protocollo d’intesa disciplina gli interventi ricompresi nel Nodo di Genova (Gronda di Ponente, potenziamento dell’autostrada A7 e Nodo di San Benigno) e le ulteriori opere già oggetto di precedenti accordi tra ANAS, Autostrade per l’Italia e le istituzioni locali (maggio 2003 e febbraio 2007), quali la complanarizzazione di Prà/Palmaro; la nuova viabilità di accesso alle aree del bacino portuale di Voltri; il riassetto della viabilità della Valle dell’Entella ed accesso alla Stazione di Lavagna e la nuova viabilità di collegamento alla barriera di Rapallo.
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera “Genova: riassetto accesso portuale Voltri" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.


Aprile 2011

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera “Genova: riassetto accesso portuale Voltri" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.
Il CIPE, con delibera n. 8 del 5 maggio approva il progetto definitivo del collegamento stradale di accesso al porto di Genova - Voltri, del valore di 35 Meuro, di cui 30 a carico di Autostrade per l’Italia S.p.A. e i restanti 5 Meuro a carico dell’Autorità Portuale di Genova. 
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risulta approvato dal CIPE il progetto definitivo, redatto da progettisti esterni riconducibili alla SPEA, su incarico ed a spese di Società Autostrade per l'Italia.


Dicembre 2011

La Regione Liguria, con DGR n. 561 del 20 maggio 2011, approva lo schema dell’IGQ tra il MIT e la Regione Liguria, relativa alla realizzazione delle grandi infrastrutture, in aggiornamento dell’IGQ del 6 marzo 2002.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è inserita nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


Settembre 2012

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS; Documento uno "due diligence".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


Dicembre 2012

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


Giugno 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.


Ottobre 2013

La Regione Liguria, con DGR n. 1.055 del 5 agosto 2013, integra la DGR n. 561 del 20 maggio 2011.
L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


Giugno 2014

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-3 Corridoio Rotterdam - Genova; A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.
La Conferenza Unificata, in data 17 giugno 2014, trasmette alle Regioni il Documento “Macro Regioni ed Opere Strategiche – giugno 2014” elaborato dal MIT - STM, contenente l’elenco delle opere strategiche suddivise per Macro Regioni, per l’esame tecnico finalizzato alla redazione del XII Allegato Infrastrutture. Con la medesima nota, la CU esprime la necessità che le Regioni adottino con delibera propria esplicitamente la dichiarazione di non strategicità, ai sensi dell’art. 1 della Legge 21 dicembre 2001, n. 443 “legge Obiettivo”, delle opere di cui si chiede la cancellazione nel suddetto XII Allegato Infrastrutture.
Con nota prot. n. U0025238 del 30 giugno 2014 del Capo della Struttura Tecnica di Missione (STM) del MIT, per la redazione del documento base dell’XII Allegato Infrastrutture, viene chiesto a ciascuna Regione di deliberare in sede di Giunta Regionale l’elenco delle infrastrutture ritenute strategiche con l’indicazione di priorità alta (1) o medio bassa (2), specificando le eventuali altre infrastrutture che non risultano più coerenti con le indicazioni di programmazione di fondi regionali.


Dicembre 2014

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013.
La Regione Liguria, con DGR n. 1.044 del 7 agosto 2014, aggiorna e approva lo schema di IGQ, tra il MIT e la Regione Liguria, e indica le opere che sono da intendersi superate perché concluse o perché ne è venuto meno l’interesse strategico. L’opera “Sistemazione accesso bacino di Voltri, compresi piazzali e viabilità opera propedeutica alla realizzazione del Nodo Ferroviario Genovese” è inserita tra gli interventi della componente storica con un livello di priorità 1.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.


Marzo 2016

Sul sito della Regione Liguria si riporta che, a maggio 2015, è disponibile il progetto esecutivo.


Dicembre 2016

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2020 - denominato “#italiaveloce - L’Italia resiliente progetta il futuro: nuove strategie per trasporti, logistica e infrastrutture” - Capitolo V. Il sistema integrato dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture: interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, paragrafo V.6 I porti, tabella V.6.1: Interventi prioritari, è inserito l’intervento “4 Ultimo miglio stradale - Genova - Riassetto sistema di accesso alle aree operative del bacino di Voltri”, con un costo di 20,07 milioni di euro interamente finanziato.
L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, con decreto n. 1203 del 10 novembre 2020, approva l’avviso esplorativo finalizzato a ricevere manifestazioni di interesse ad essere invitati a presentare offerta nella successiva procedura negoziata per l’affidamento dell’appalto di lavori avente ad oggetto la realizzazione dell’intervento denominato “Riassetto del sistema di accesso alle aree operative del bacino portuale di Voltri P.2729”. L’importo complessivo dell’intervento ammonta a 19.157.418,48 euro.


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Costo al 21 dicembre 2001
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione al 30 aprile 2004
0,000
- Fonte:
Previsione al 30 aprile 2005
18,000
- Fonte: Corte dei Conti
Costo al 06 aprile 2006
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione al 30 aprile 2007
19,939
- Fonte: Delibera CIPE 84/006
Costo al 30 giugno 2008
0,000
- Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione al 30 aprile 2009
35,080
- Fonte: Delibera CIPE 10/2009
Previsione al 30 aprile 2010
35,080
- Fonte: Delibera CIPE 10/2009
Costo ad aprile 2011
35,000
- Fonte: DEF 2011
Previsione al 30 aprile 2011
35,000
- Fonte: DEF 2011
Costo al 30 giugno 2011
35,000
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione al 31 dicembre 2011
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Costo al 01 giugno 2012
35,080
- Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione al 30 giugno 2012
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Previsione al 30 settembre 2012
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Costo al 01 dicembre 2012
35,080
- Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Previsione al 30 giugno 2013
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Costo al 01 settembre 2013
35,080
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione al 31 ottobre 2013
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Costo al 01 aprile 2014
35,080
- Fonte: DEF 2014
Previsione al 30 giugno 2014
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Costo agosto 2014
35,080
- Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo al 01 settembre 2014
35,080
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2014
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Previsione al 31 marzo 2016
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Previsione al 31 dicembre 2016
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Previsione 31 maggio 2017
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Previsione al 31 maggio 2018
35,080
- Fonte: Delibera 8/2011
Previsione al 31 ottobre 2019
17,555
- Fonte: Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale
Costo al 06 luglio 2020
20,070
- Fonte: DEF 2020
Previsione al 31 dicembre 2020
19,160
- Fonte: Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale - Decreto N. 1203 DEL 10-11-2020
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 dicembre 2020
19,160

Decreto Genova
4,160
Fonte: Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale
Autostrade per l'Italia
15,000
Fonte: Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale - Decreto N. 1203 DEL 10-11-2020

Fabbisogno residuo al 31 dicembre 2020
0,000

STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione definitiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
Con ausilio di progettisti esterni riconducibili alla SPEA su incarico ed a spese di Società Autostrade per l'Italia. Aggiornamento al 15 dicembre 2016 - L'intervento non è più in programmazione.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione definitiva Interno 481.277,15 35.080.197,45 11/04/2006 31/10/2008
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Liguria del 6 marzo 2002
Delibera di Giunta Regione Liguria n. 580 del 30 maggio 2003
Delibera CIPE 84/2006 del 29 marzo 2006
Protocollo d’intesa tra MIT, ANAS, Provincia di Genova, Comune di Genova, Autorità Portuale di Genova e Autostrade per l’Italia dell'8 febbraio 2010
Delibera CIPE 8/2011 del 5 maggio 2011
Delibera Regione Liguria n. 561 del 20 maggio 2011
Delibera Regione Liguria n. 1.055 del 5 agosto 2013
Delibera Regione Liguria n. 1.044 del 7 agosto 2014
Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale - Decreto n. 1203 del 10 novembre 2020