SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Infrastrutture Idriche

INFRASTRUTTURE IDRICHE / Campania - Sistema irriguo della Campania occidentale - Piana del Sele / Campania - Sistema irriguo della Campania occidentale - Piana del Sele - Nuova galleria Pavoncelli Bis

SCHEDA N. 153

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPESS o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/05/2022

Localizzazione
Cup
    SISTEMA INFRASTRUTTURALE

    Infrastrutture Idriche

    Soggetto titolare

    Commissario Straordinario per le opere d'integrazione dell'acquedotto del Sele-Calore Galleria di Valico Caposele-Conza detta Pavoncelli Bis

    Descrizione

    Il progetto di completamento della galleria alternativa alla galleria Pavoncelli denominata "Galleria Pavoncelli Bis" riguarda i lavori necessari al completamento della Galleria Pavoncelli Bis in prosecuzione di quanto già realizzato nel corso dei precedenti appalti. In particolare, è prevista, oltre alla Galleria alternativa alla Pavoncelli ed opere esterne connesse alla realizzazione del by-pass, la realizzazione della derivazione dalla condotta "Cassano" e la connessa centrale Idroelettrica nel Vallone delle Brecce. In sintesi sono previsti i seguenti interventi: opere di sistemazione del Vallone acque delle Brecce - Consolidamento delle paratie realizzate con pregressi interventi; - Edificio misuratore, all’interno delle Coste di S. Lucia, nel tratto iniziale della nuova galleria di valico ( prog.0.00-70.00); - Capannone di copertura del Pozzo “A” in località Caposele e strutture afferenti il Pozzo “A”; - Manufatto interrato di confluenza in località Vallone delle Brecce; - Ponte tubo di collegamento tra il manufatto di confluenza e l’imbocco della galleria presso il Vallone delle Brecce; - Ponticello di accesso al piazzale di accesso al Misuratore (località Vallone delle Brecce); - Vasca sotterranea di carico/dissipazione delle acque provenienti da Cassano Irpino - Strada di accesso al piazzale; - Sistemazione idraulica del vallone; - Sistemazione ambientale Vallone derivazione "Cassano" - Stradello di accesso al Pozzo B; - Pozzo B e discenderia di accesso alla Vasca di Carico; - Vasca di carico e condotta forzata sotterranea; - Centrale Idroelettrica (parte C del progetto) ubicata in apposito edificio, avente un’area di sedime di 382 mq sviluppantesi su due livelli per un’altezza esterna totale di 11,50 m; Galleria Rosalba Bis - completamento del tratto già scavato (progr. 177,99-266,71) con la realizzazione del rivestimento definitivo; - completamento dello scavo, fino a raggiungere il pozzo A di interconnessione con la originaria galleria Rosalba; Galleria di Valico - completamento camerone misuratore (progr. 0,00-70,00 imbocco Vallone delle Brecce) mediante realizzazione del rivestimento definitivo e del dispositivo di misurazione delle portate; - completamento del tratto misuratore - setto tampone (progr. 70,00- 375,07 m) e dei tratti in direzione Caposele e in direzione Conza, con realizzazione del rivestimento definitivo - riempimento del tratto allagato attraversante i calcari acquiferi delle Coste di S .Lucia (progr. 385,07-574,99 m); - nuovo scavo con EPB-TBM del tratto attualmente allagato all’interno del succitato riempimento e contemporanea realizzazione del relativo rivestimento definitivo; - realizzazione dei tratti rimanenti di galleria con varie tipologie di rivestimento coerenti con la natura dei terreni attraversati.

    Delibere CIPESS e/o ordinanze attuative

    75/2006
    148/2006
    62/2011

    Dati storici

    1998
    Con DPCM del 16 ottobre viene nominato il Commissario straordinario.
    2001
    L’opera non è inclusa nella delibera CIPE n. 121.
    2003
    Il progetto non è compreso nell’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Puglia del 10 ottobre.
    2004
    L’intervento “Schemi Idrici Puglia–Galleria di valico Caposele-Conza della Campania -Galleria Pavoncelli bis” figura tra le nuove opere della legge obiettivo del DPEF 2005-2008.
    2005
    Con delibera n. 3, il CIPE approva l’integrazione al primo PIS, allegata al DPEF 2005-2008, che inserisce la “Nuova galleria Pavoncelli” con un costo di 72 Meuro.
    L’intervento figura nel DPEF 2006-2009 tra gli interventi aggiunti nel Primo PIS e approvato anche dalla Conferenza unificata il 14 ottobre. Lo stesso intervento compare anche tra le opere presentate alla Struttura Tecnica di Missione ed in corso di istruttoria.
    Con DPCM del 29 ottobre si procede alla nomina di un nuovo Commissario straordinario.
    Il nuovo Commissario Straordinario, con ordinanza del 19 dicembre, approva in linea tecnica il progetto definitivo delle parti A e B che, per gli interventi all'epoca non eseguiti, ricalca il progetto esecutivo originario sul quale la Regione Campania aveva espresso parere favorevole nel giugno 1997. Su tali parti A e B sono da considerarsi quindi acquisite la localizzazione e la compatibilità ambientale, al pari di tutte le altre autorizzazioni necessarie.
    Il Commissario Straordinario, in data 20 dicembre, invia alla GUCE il bando di gara per l’affidamento della progettazione esecutiva e la realizzazione dei lavori di completamento della Galleria Pavoncelli-bis per un importo a base d’asta di 115,6 Meuro (lavori a corpo 105,2 Meuro; oneri della sicurezza 9,3 non soggetti a ribasso; oneri progettazione esecutiva 1,2 non soggetti a ribasso). Il bando, riferito all’affidamento delle parti A e B, prevede la possibilità di affidare alla stessa impresa aggiudicataria la parte C dell’opera (Centrale idroelettrica), per 1,7 Meuro.
    2006
    Nella relazione istruttoria redatta dal MIT viene proposto di assegnare un finanziamento complessivo di 42,6 Meuro a valere sulle risorse della legge n. 166/2002. La relazione non viene però sottoposta al CIPE in quanto la richiesta di finanziamento non era stata inclusa nella proposta definitiva di riparto delle disponibilità esistenti formulata dal MIT.
    Il CIPE, con delibera n. 75, prende atto delle istanze della Regione Puglia che sottolinea l'urgenza di procedere al ripristino della "Galleria Pavoncelli" e rileva che l'intervento non viene richiamato esplicitamente nella nota del 21 marzo, né è altresì incluso nella proposta definitiva di allocazione delle risorse formulata lo stesso giorno. Nelle more della trasmissione di un'informativa esaustiva sulla situazione, il CIPE dispone un primo accantonamento di 15 Meuro, compensato da corrispondente riduzione dell'assegnazione a favore di altro intervento idrico; la quota annua non potrà superare l'importo di 1,3 Meuro. “Tale accantonamento grava - per 8,86 Meuro - sulle risorse residue della legge n. 166/2002, come sopra rifinanziato e più specificatamente sul 5° limite di impegno decorrente dal 2006: la quota annua non potrà superare 0,79 Meuro. Il finanziamento residuo di 6,1 Meuro viene imputato sul contributo quindicennale di cui all'art. 1, comma 78, della legge n. 266/2005 e la quota annua non potrà superare 0,55 Meuro. L'assegnazione sarà deliberata sulla base di una relazione del MIT sullo stato progettuale dell'opera, l'iter procedurale sinora seguito, le criticità e le soluzioni per superarle e che riporti una ricognizione di tutte le risorse destinate all'opera e gli utilizzi eventualmente sinora effettuati.”
    Il 27 aprile viene siglata la convenzione tra MIT, Regione Puglia e Commissario Straordinario per le opere dell'acquedotto Sele Calore-Pavoncelli-bis per la costruzione della nuova galleria "Pavoncelli" dell'Acquedotto Pugliese. La convenzione prevede una spesa di 150 Meuro cui andranno ad aggiungersi i 15 Meuro deliberati dal CIPE il 29 marzo.
    L’opera è compresa nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
    Il Commissario Straordinario, il 4 settembre, aggiudica l’appalto integrato all’Ati Società Italiana Condotte d'Acqua Spa con Dec Spa, S.E.L.I. Spa e Faver Spa.
    Il 16 ottobre viene stipulato il contratto per la consegna frazionata dei lavori in funzione delle disponibilità finanziarie. In relazione alle clausole del capitolato speciale d'appalto, il termine max per il progetto esecutivo, per l'approvazione dello stesso da parte del Commissario Straordinario e per la consegna dei lavori è fissato in 6 mesi, mentre i tempi per la realizzazione e la messa in esercizio degli interventi sono stimati in 66 mesi.
    Il MIT, con nota del 27 ottobre, trasmette al CIPE la relazione istruttoria con gli elementi informativi richiesti nella delibera n. 75 e con la richiesta di assegnazione definitiva del contributo accantonato da tale delibera.
    Il MIT, con nota del 6 novembre, chiede di destinare all'opera, ad integrazione del contributo già assegnato, le disponibilità residue maturate in sede di accensione dei mutui per altri interventi finanziati con risorse della Legge Obiettivo.
    Il CIPE, con delibera n. 148, ridetermina i limiti di impegno di cui alle precedenti assegnazioni (115,7 Meuro), assegna in via definitiva il contributo ex delibera n. 75/2006 (15 Meuro) e ulteriori risorse (7,8 Meuro) resesi disponibili a valere sulle risorse della legge n. 166/2002. Chiede inoltre la stipula, entro 90 gg. dalla pubblicazione della delibera, di un atto aggiuntivo all'Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Puglia, che includa esplicitamente il completamento della Galleria Pavoncelli-bis tra le infrastrutture strategiche dell'Intesa, pena la revoca dei contributi assegnati con la stessa delibera. Invita inoltre il Commissario Straordinario a comunicare al CIPE: l'Ente individuato ai sensi dell'art. 5 della convenzione sottoscritta con il MIT e la Regione Puglia, cui verrà ceduto il contratto di appalto e che assumerà la qualifica di soggetto aggiudicatore e a trasmettere il quadro economico redatto sulla base del progetto esecutivo, che dovrà tenere conto della prevista ottimizzazione della spesa.
    Con delibera n. 75, il CIPE dispone l’accantonamento di 15 Meuro per l’ulteriore parziale finanziamento dell’opera.
    Nella seduta del CIPE del novembre è prevista l’assegnazione definitiva di tale contributo. I lavori risultano essere stati affidati da parte del Commissario Straordinario.
    2007
    Con sentenza del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche (T.S.A.P.) n.123 del 13 luglio, su ricorso dell’Ente Parco Regionale dei Monti Piacentini e dell’Ente Ambito “Calore Irpino”, vengono annullati i provvedimenti relativi al bando di gara, al progetto definitivo e alle precedenti CdS.
    Con ordinanza n. 65 del 16 luglio è approvato il progetto esecutivo delle parti A e B della Galleria.
    Il Commissario Straordinario, nelle more della pronuncia della Corte di Cassazione sul ricorso avverso la sentenza del T.S.A.P., con ordinanza del 27 settembre, autorizza una consegna parziale, limitata “a quei lavori del progetto esecutivo individuati quali interventi necessari ed urgenti per la messa in sicurezza delle opere già realizzate della Galleria Pavoncelli-bis”.
    Vengono parzialmente consegnati i lavori per l’importo netto 7,9 Meuro.
    L’opera è inserita nell’Atto Aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Puglia del 2003, sottoscritto il 23 novembre.
    2008
    In data 9 gennaio viene sottoscritto un Protocollo d’Intesa propedeutico all’Accordo di programma Quadro che regolerà il trasferimento di risorsa idrica dalla Campania alla Puglia.
    La Cassazione si pronuncia con sentenza del 20 novembre confermando la sentenza del T.S.A.P.
    2009
    L’intervento è compreso nella delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
    Con ordinanza n. 110 del 30 ottobre il Commissario Straordinario dispone che l’ATI appaltatrice si limiti alla realizzazione degli interventi già consegnati e, con ordinanza n.112 del 31 ottobre, prende atto della nullità del contratto d’appalto stipulato e decreta di non procedere all’esecuzione di ulteriori lavori previsti nel progetto esecutivo.
    Con D.P.C.M. del 6.11.2009 viene dichiarato lo stato di emergenza, fino al 30 novembre 2010, nel territorio delle Regioni Campania e Puglia in relazione alla vulnerabilità sismica della galleria Pavoncelli.
    2010

    Con O.P.C.M. n. 3858/2010 il Commissario Straordinario assume anche le funzioni di Commissario delegato per far fronte all’emergenza relativa alla vulnerabilità sismica ed ha il compito di approvare la progettazione e di realizzare le opere di completamento della galleria Pavoncelli bis, in qualità di stazione appaltante.
    Sulla GUCE del 30 aprile viene pubblicato l’avviso di preinformazione relativo all’affidamento delle “Opere di completamento della galleria alternativa alla galleria Pavoncelli dell’Acquedotto sele-Calore detta Pavoncelli bis”.
    Il 7 luglio inizia la CdS che si conclude il 12 marzo 2011.
    Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera "Galleria di valico Caposele - Pavoncelli bis" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
    Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
    Nella seduta del 3 dicembre il Ministero dell'ambiente esprime parere favorevole con prescrizioni (VIA n. 587).
    Con OPCM del 17 dicembre è prorogato, fino al 30 novembre 2011, lo stato di emergenza.


    Aprile 2011

    Il 12 marzo viene pubblicato nella G.U. il provvedimento conclusivo della Cds e l'estratto di parere VIA n. 587.
    Il 14 marzo, il Commissario straordinario, con ordinanza n. 135, approva in linea tecnica ed economica il progetto delle opere di completamento della galleria alternativa alla galleria Pavoncelli dell’acquedotto Sele-Calore detta Pavoncelli Bis, redatto a livello esecutivo per le parti A e B dell’opera e a livello definitivo per le parti C e D, per l’ importo complessivo 163,6 Meuro dei quali 128,5 disponibili.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera "Galleria di valico Caposele – Pavoncelli bis" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.
    Sulla GUCE del 25 maggio viene pubblicato un nuovo avviso di preinformazione relativo all’affidamento delle “Opere di completamento della galleria alternativa alla galleria Pavoncelli dell’Acquedotto sele-Calore detta Pavoncelli bis”.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risulta che il progetto esecutivo, redatto dalla aggiudicataria del precedente appalto integrato per le parti A,B e C, è rimasto di proprietà dell’Amministrazione. La parte D è progettata da professionalità interne alla struttura Commissariale, la quali hanno provveduto, altresì, all’aggiornamento dell’intero progetto.


    Dicembre 2011

    Sulla GUUE del 4 giugno viene pubblicato il bando di gara per l'affidamento dell'appalto integrato avente ad oggetto l'esecuzione dei lavori di completamento della galleria Pavoncelli bis, già avviati in precedenti appalti, la progettazione esecutiva ed esecuzione di una centrale idroelettrica e delle opere di derivazione della risorsaidrica da turbinare dalla condotta in galleria Cassano Irpino - Caposele, nonchè opere di sistemazione esterna.
    Il CIPE, con delibera n. 62 del 3 agosto, individua gli interventi strategici prioritari per l’attuazione del Piano Nazionale per il Sud. L'opera "Interventi di ripristino di efficienza della Galleria Pavoncelli" è inserita nell'allegato "Elenco infrastrutture strategiche interregionali e regionali" con una assegnazione di 30,0 Meuro.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle stesse tabelle di aprile. E’ inoltre presente nella tabella D: “Elenco opere confermate: legge 111/2011, art 32, comma 7”e nella tabella F: “Piano Nazionale per il Sud: le opere di legge obiettivo confluite nella delibera CIPE 62/2011”.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, risulta pubblicato il bando di gara.


    Settembre 2012

    L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 1, opere confermate; allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
    L'opera, suddvisa in due interventi, è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS; Documento uno "due diligence".
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, risulta che i lavori di completamento sono stati aggiudicati in via definitiva in data 24/04/2012 e il loro inizio è programmato per dicembre 2012.


    Dicembre 2012

    Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
    Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


    Giugno 2013

    L'opera, articolata in due lotti, è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.
    L'articolo 4 del D.L. 43/2013 ha previsto che la gestione commissariale, disciplinata dall’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3858 del 12 marzo 2010, operi fino al 31 marzo 2014, in considerazione del permanere di gravi condizioni di emergenza connesse alla vulnerabilità sismica della ''Galleria Pavoncelli''.


    Ottobre 2013

    La Regione Campania, con DGR n. 377 del 13 Settembre 2013, approva l’Aggiornamento dello Schema dell’Intesa Generale Quadro. L’intervento Galleria di valico Caposele - Pavoncelli bis messa in sicurezza è inserita tra gli interventi della componente storica.
    L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risulta stipulato il contratto in data 28/06/2012 e avviati i lavori in data 20/11/2012.


    Giugno 2014

    L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-7 Opere esterne al Core ed al Comprehensive Network Schemi Idrici Mezzogiorno; A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche, articolata in 2 interventi (messa in sicurezza e completamento).
    Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.
    L’articolo 1 del decreto-legge 12 maggio 2014, n. 73, recante misure urgenti di proroga di commissari per il completamento di opere pubbliche, convertito con modificazioni dalla legge 2 luglio 2014, n. 97, dispone la proroga della gestione commissariale - già stabilita al 31 marzo 2014 dall’articolo 4, comma 1, del decreto-legge 26 aprile 2013, n. 43, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 giugno 2013, n. 71 - al 31 dicembre 2016. Viene inoltre disposto che il Commissario invii al Parlamento, all'AVCP e al MIT, con periodicità semestrale e al termine dell'incarico commissariale, un rapporto contenente la relazione sulle attività svolte e sull'entità dei lavori ancora da eseguire e la rendicontazione contabile delle spese sostenute in relazione all'incarico ricevuto.


    Dicembre 2014

    Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013.
    L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche, articolata in 2 interventi (messa in sicurezza e completamento); Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, risultano in corso i lavori e la loro ultimazione è attesa per giugno 2016.


    Marzo 2016

    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risultano in corso i lavori con un avanzamento del 41,20%.


    Dicembre 2016

    L’articolo 14, comma 11, del decreto legge n. 244 del 2016 proroga al 31 dicembre 2017 il termine di cui all'articolo 4, comma 1, del decreto-legge 26 aprile 2013, concernente la gestione commissariale relativa alla gestione emergenziale connessa alla vulnerabilità sismica della "Galleria Pavoncelli".
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risultano in corso i lavori, con un avanzamento del 70,28% al 22 febbraio 2017 e la loro ultimazione è programmata per il mese di dicembre 2018.


    Maggio 2018

    Il comma 1137 dell’articolo 1 della legge n. 205 del 2017 (legge di bilancio 2018) proroga al 31 dicembre 2018 il termine fissato dall'articolo 4, comma 1, del decreto-legge 26 aprile 2013, n. 43, concernente la gestione commissariale relativa alla gestione emergenziale connessa alla vulnerabilità sismica della "Galleria Pavoncelli".
    In data 24 febbraio 2018 la Corte di Appello di Roma, con sentenza 1258/2018, ha annullato il lodo arbitrale relativo al contenzioso insorto con l’aggiudicataria del precedente appalto l'ATI con capogruppo Condotte d'Acqua SpA.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risultano in corso i lavori, con un avanzamento del 91,84% al 21 novembre 2017, e la loro ultimazione è programmata per il mese di dicembre 2018.


    Ottobre 2019

    In data 3 dicembre 2018 sono ultimati i lavori e il 12 luglio 2019 sono collaudati.


    COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
    Costo al 21 dicembre 2001
    0,000
    - Fonte: Delibera CIPE 121/2001
    Previsione al 30 aprile 2004
    0,000
    - Fonte:
    Previsione al 30 aprile 2005
    72,000
    - Fonte: Delibera CIPE 3/2005
    Costo al 06 aprile 2006
    0,000
    - Fonte: Delibera CIPE 130/2006
    Previsione al 30 aprile 2007
    139,473
    - Fonte: Delibera CIPE 148/2006
    Costo al 30 giugno 2008
    0,000
    - Fonte: DPEF 2009-2013
    Previsione al 30 aprile 2009
    128,473
    - Fonte: Delibera CIPE 10/2009
    Previsione al 30 aprile 2010
    128,473
    - Fonte: DPEF 2010-2013
    Costo ad aprile 2011
    127,290
    - Fonte: DEF 2011
    Previsione al 30 aprile 2011
    163,583
    - Fonte: Ordinanza n. 135 del Commissario Straordinario per le opere d'integrazione dell'acquedotto del Sele-Calore di Valico Caposele-Conza detta Pavoncelli Bis
    Costo al 30 giugno 2011
    157,290
    - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
    Previsione al 31 dicembre 2011
    163,583
    - Fonte: Ordinanza n. 135 del Commissario Straordinario per le opere d'integrazione dell'acquedotto del Sele-Calore di Valico Caposele-Conza detta Pavoncelli Bis
    Costo al 01 giugno 2012
    166,540
    - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
    Previsione al 30 giugno 2012
    163,583
    - Fonte: Ordinanza n. 135 del Commissario Straordinario per le opere d'integrazione dell'acquedotto del Sele-Calore di Valico Caposele-Conza detta Pavoncelli Bis
    Previsione al 30 settembre 2012
    166,540
    - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
    Costo al 01 dicembre 2012
    166,540
    - Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
    Previsione al 30 giugno 2013
    166,540
    - Fonte: DEF 2013
    Costo al 01 settembre 2013
    166,540
    - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
    Previsione al 31 ottobre 2013
    166,540
    - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
    Costo al 01 aprile 2014
    166,540
    - Fonte: DEF 2014
    Previsione al 30 giugno 2014
    166,540
    - Fonte: DEF 2014
    Costo agosto 2014
    166,540
    - Fonte: Delibera CIPE 26/2014
    Costo al 01 settembre 2014
    166,540
    - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
    Previsione al 31 dicembre 2014
    166,540
    - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
    Previsione al 31 marzo 2016
    166,540
    - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
    Previsione al 31 dicembre 2016
    166,540
    - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
    Previsione 31 maggio 2017
    166,540
    - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
    Previsione al 31 maggio 2018
    166,540
    - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
    Previsione al 31 ottobre 2019
    166,550
    - Fonte: Commissario Straordinario per le opere d'integrazione dell'acquedotto del Sele-Calore Galleria di Valico Caposele-Conza
    Previsione al 31 dicembre 2020
    166,550
    - Fonte: Commissario Straordinario per le opere d'integrazione dell'acquedotto del Sele-Calore Galleria di Valico Caposele-Conza
    Previsione al 31 maggio 2022
    166,550
    - Fonte: Commissario Straordinario per le opere d'integrazione dell'acquedotto del Sele-Calore Galleria di Valico Caposele-Conza
    QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
    Risorse disponibili al 31 maggio 2022
    166,550

    Fondi Pubblici
    105,680
    Fonte: Commissario Straordinario per le opere d'integrazione dell'acquedotto del Sele-Calore Galleria di Valico Caposele-Conza
    Fondi Legge Obiettivo
    30,870
    Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
    FSC - Fondi Piano Nazionale per il Sud (c)
    30,000
    Fonte: Delibera CIPE 62/2011

    Fabbisogno residuo al 31 maggio 2022
    0,000

    Nuova galleria Pavoncelli Bis - Completamento
    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione esecutiva
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    Il progetto è composto dalle parti A e B (realizzazione Galleria, importo lavori € 106.587.200,32) a livello esecutivo e dalle parti C (centrale idroelettrica, importo lavori € 1.860.805,53) e D (pozzo di accesso , importo lavori € 2.781.014,79) a livello definitivo. Oneri per la sicurezza non compresi nei prezzi € 5.806.985,82. Le parti A, B e C sono state progettate dall’ATI di progettazione, Prof. Ing. Vincenzo Cotecchia, Irgo consulting, Politecnica, Prof. Ing. Albino Lembo Fazio, Dott. Ing. Massimiliano Scuro, per conto dell’ATI, Società Italiana per Condotte d’acqua Spa, Dec Costruzioni Spa, Faver Spa e Seli Spa aggiudicataria del precedente appalto integrato aggiudicato in data 04.09.2006 e in esecuzione del contratto n. 3186 del 16.10.2006. Tale contratto, successivamente all’approvazione del progetto esecutivo con ordinanza del Commissario Straordinario n. 65/07, è caducato in virtù delle sentenze TSAP n.123/07 e Suprema Corte di Cassazione n. 27528/08. Di conseguenza, i lavori di contratto non sono stati eseguiti (ne è stato realizzato solo uno stralcio, oggetto di autonoma consegna, per opere urgenti di messa in sicurezza, pari a € 7.222.003,38 inclusi oneri per la sicurezza), ma l’amministrazione è rimasta proprietaria del progetto avendone corrisposto il corrispettivo all’ATI, Condotte d’acqua Spa, Dec Costruzioni Spa, Faver Spa e Seli Spa. La parte D è stata progettata da professionalità interne alla struttura Commissariale, la quali hanno provveduto, altresì, all’aggiornamento dell’intero progetto.
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione esecutiva Esterno 117.036.006,46 1.187.060,00 1.187.060,00 ATI, Società Italiana per Condotte d’acqua Spa, Dec Costruzioni Spa, Faver Spa e Seli Spa 22/11/2006 16/07/2007

    AFFIDAMENTO LAVORI
    Soggetto aggiudicatore
    Commissario Straordinario ex art. 13 Legge 135/1997
    Modalità di selezione
    Affidamento con bando
    Procedura
    Procedura aperta
    Sistema di realizzazione
    Appalto integrato
    Criterio di aggiudicazione
    Offerta economicamente più vantaggiosa
    Fase progettuale a base di gara
    Esecutiva
    Tempi di esecuzione
    Progettazione
    45 giorni
    Lavori
    1280 giorni
    Data bando
    04/06/2011
    CIG/CUI
    257342055C
    Data aggiudicazione
    24/04/2012
    Tipo aggiudicatario
    ATI
    Nome
    ATI Vianini lavori S.p.A. - Ghella S.p.A. - Giuzio Antonio & Raffaele S.r.l.
    Codice fiscale
    03873930584
    Data stipula contratto
    28/06/2012
    Quadro economico
    Importo a base di gara(1)
    106.530.630,92
    Importo oneri per la sicurezza
    10.829.088,07
    Importo complessivo a base di gara
    117.359.718,99
    Importo di aggiudicazione(2)
    110.980.514,69
    Somme a disposizione
    55.328.455,72
    Importo totale
    166.308.970,41
    % Ribasso di aggiudicazione
    5,97
    % Rialzo di aggiudicazione
    Note
    Il soggetto titolare e aggiudicatore é: Commissario Straordinario ex DPCM del 29/10/2005 - Commissario Delegato ex OPCM n. 3858 del 12/03/2010. Le somme a disposizione includono anche il ribasso d'asta. Essendo le parti C e D del progetto a base di gara a livello definitivo è stato esperito un appalto integrato.

    1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
    2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
    ESECUZIONE LAVORI
    Stato avanzamento lavori
    Conclusi
    Data presunta inizio lavori
    15/12/2012
    Data effettiva inizio lavori
    20/11/2012
    Stato avanzamento (importo)
    Stato avanzamento (percentuale)
    Data presunta fine lavori
    31/12/2018
    Data effettiva fine lavori
    Data presunta fine lavori x varianti
    Tempi realizzazione
    in ritardo
    Descrizione ritardo
    Necessità di rimandare la costruzione della centrale idroelettrica per motivi dipendenti dall'Acquedotto Pugliese; Allungamento dei tempi di costruzione e montaggio della fresa; Fermo temporaneo degli scavi per implementazione misure di sicurezza in presenza di gas; Fermi temporanei degli scavi per blocco TBM.
    Data collaudo statico
    Data collaudo tecnico-amministrativo
    Note
    Ultimo aggiornamento eseguito in data 17/01/2019.

    Contenzioso
    Totale riserve definite
    10
    Importo complessivo riserve definite
    2.955.000,00
    Totale riserve da definire
    0
    Importo complessivo riserve da definire
    0,00
    Note
    Ultimo aggiornamento eseguito in data 17/01/2019.

    Sospensione lavori
    Numero totale
    3
    Giorni di sospensione totali
    124
    Note
    Trattasi di sospensioni parziali.

    Varianti
    Numero totale
    3
    Giorni proroga totali
    0
    Motivi
    • Art. 132 c. 1. lett. a) D.Lgs. 163/2006
    Altri motivi
    art. 162 c. 3 DPR 207/2010 - art. 132 c. 3 parte seconda D.Lgs 163/2006
    Importo
    100.671.414,16
    Importo oneri sicurezza
    10.887.797,70
    Somme a disposizione
    54.990.278,50
    Totale
    Note
    Ultimo aggiornamento eseguito in data 17/01/2019
    NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
    Legge n. 64/1986 del 1° marzo 1986
    Legge n. 135/1997 del 23 maggio 1997
    DPCM del 16 ottobre 1998
    Delibera CIPE 3/2005 del 18 marzo 2005
    DPCM del 29 ottobre 2005
    Bando di gara Commissario Straordinario ex legge n. 135/1997 del mese di dicembre 2005
    Delibera CIPE 75/2006 del 29 marzo 2006
    Convenzione Regione Puglia del 27 aprile 2006
    Avviso di aggiudicazione Commissario Straordinario ex legge n. 135/1997 del mese di settembre 2006
    Delibera CIPE 148/2006 del 17 novembre 2006
    Sentenza del Tribunale Superiore delle Acque pubbliche n. 123 del 13 luglio 2007
    Ordinanza Commissario Straordinario n. 70 del 27 settembre 2007
    Sentenza Cassazione n. 27528 del 20 novembre 2008
    Ordinanza Commissario Straordinario n. 110 del 30 ottobre 2009
    Ordinanza Commissario Straordinario n. 112 del 31 ottobre 2009
    DPCM del 6 novembre 2009
    OPCM n°3858 del 12 marzo 2010
    Avviso di preinformazione Commissario Delegato per l'emergenza relativa alla vulnerabilità sismica della Galleria Pavoncelli del 30 marzo 2010
    DPCM del 17 dicembre 2010
    Ordinanza Commissario Straordinario n. 134 del 12 marzo 2011
    Ordinanza Commissario Straordinario n. 135 del 14 marzo 2011
    Avviso di preinformazione Commissario Delegato per l'emergenza relativa alla vulnerabilità sismica della Galleria Pavoncelli del 23 maggio 2011
    Bando di gara Commissario Delegato per l'emergenza relativa alla vulnerabilità sismica della Galleria Pavoncelli del 4 giugno 2011
    Delibera 62/2011 del 3 agosto 2011
    Decreto-Legge n. 43 del 26 aprile 2013
    Delibera Regione Campania n. 377 del 13 settembre 2013
    Decreto-Legge n. 73 del 12 maggio 2014
    Decreto-Legge n. 244 del 30 dicembre 2016
    Legge n. 205/2017 del 27 dicembre 2017
    Corte di Appello di Roma - Sentenza 1258/2018 del 24 febbraio 2018
    Siti internet ufficiali
    http://sites.google.com/site/pavoncellibis/home