SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Strade e autostrade

STRADE E AUTOSTRADE / Nuova Autostrada regionale Pedemontana Lombarda

SCHEDA N. 25

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPE o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/12/2020

Localizzazione
Cup
  • F11B06000270007
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Strade e autostrade

Soggetto titolare

Concessioni Autostradali Lombarde Spa/Autostrada Pedemontana Lombarda Spa

Descrizione

L’Autostrada Pedemontana Lombarda è un sistema viabilistico con uno sviluppo complessivo di circa 157 km, di cui 67 km di autostrada, 20 km di tangenziali e 70 km di viabilità locale. Il Sistema Viabilistico Pedemontano si compone delle seguenti infrastrutture viarie: un asse autostradale (67 km) da Cassano Magnago (Va) a Osio Sotto (Bg), che collega le esistenti autostrade A8 Milano-Varese, A9 Milano-Como e A4 Torino-Venezia, suddiviso in 5 tratte - tratta A: tra le autostrade A8 e A9 (15 km); tratta B1: dall’interconnessione con la A9 alla SP ex SS 35 (7,5 km); tratta B2: da Lentate sul Seveso a Cesano Maderno (9,5 km); tratta C: da Cesano Maderno all’interconnessione con la Tangenziale Est/A51 (16, 5 km); tratta D: dalla Tangenziale Est/A51 all’autostrada A4 (18,5 km); le tangenziali di Como e di Varese (20 km) - ; un sistema di “opere connesse” e “opere di viabilità locale”, per un totale di 21 interventi e uno sviluppo complessivo di 70 km, al fine di migliorare la connessione con la rete della viabilità ordinaria, principale e secondaria. Il Sistema viabilistico pedemontano interessa 4 Province (Bergamo, Como, Milano e Varese) e 78 Comuni.

Delibere CIPE e/o ordinanze attuative

94/2005
77/2006
108/2007
97/2009
Seduta del 18/04/2014
24/2014
1/2017
1/2019
42/2019

Dati storici

1986
Si costiuisce la Società Autostrada Pedemontana Lombarda Spa, partecipata da Autostrade per l’Italia Spa (50%) e Milano Serravalle-Milano Tangenziali (50%) per la costruzione e gestione, in regime di concessione, dell’autostrada Pedemotana lombarda.
1990
Viene stipulata la convenzione tra l'ANAS e l'Autostrada Pedemontana Lombarda, approvata dal MIT.
1999
Viene sottoscritto un protocollo di intesa tra la Regione Lombardia, le Province interessate, i Comuni di Como e di Varese, l'ANAS e la Società Pedemontana.
2001
La società Autostrada Pedemontana Lombarda invia alla G. U. dell’UE il bando per l’affidamento della “progettazione preliminare e studio di prefattibilità ambientale. L’intervento è incluso nella delibera CIPE n. 121.
2002
La società Autostrada Pedemontana Lombarda aggiudica all’ATI il contratto per la redazione della progettazione preliminare e dello studio di prefattibilità ambientale.
2003
L’intervento è compreso nell’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Lombardia dell’11 aprile.
L’ANAS approva il progetto preliminare, predisposto dalla Società Autostrada Pedemontana Lombarda, concessionaria della progettazione, costruzione ed esercizio del collegamento autostradale.
2004
L’ANAS trasmette al MIT la prima versione del progetto preliminare.
La Società concessionaria richiede al Ministero dell’ambiente la sospensione della procedura istruttoria per apportare al progetto preliminare le integrazioni e modifiche necessarie richieste dalla Regione Lombardia.
La Regione Lombardia esprime parere favorevole in merito all’approvazione ed alla compatibilità ambientale del progetto, formulando numerose prescrizioni e richiedendo il completamento del percorso autostradale nel tratto Cermenate-Desio, con relativo SIA.
L’ANAS approva il nuovo progetto preliminare “Integrazioni e modifiche: tratta B1 (ex B) e tratta B2 nuova”: le tratte B1 e B2 sostituiscono la tratta B precedente e interessano le province di Como e di Milano dalla interconnessione con la A9 a Lomazzo fino a Cesano Maderno/Desio, inizio della tratta C della autostrada Pedemontana, e coinvolgono 17 Comuni e due Parchi e lo trasmette al MIT.
2005
La Regione Lombardia esprime parere favorevole all’approvazione, alla compatibilità ambientale ed alla localizzazione del progetto preliminare aggiornato, formulando ulteriori prescrizioni.
Il Ministero dell’ambiente trasmette il parere favorevole in merito al progetto preliminare aggiornato, condizionato al recepimento di prescrizioni e raccomandazioni.
Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole con prescrizioni.
Il CIPE, con delibera n. 94, approva, con prescrizioni e raccomandazioni, il progetto preliminare nella versione aggiornata con le integrazioni e modifiche necessarie per completare il percorso autostradale.
Il CIPE ritirerà tale delibera a seguito dei rilievi formulati dalla Corte dei Conti per la mancata presentazione del piano finanziario e delle forme e delle fonti di finanziamento dell'opera.
La legge n. 266/2005 (art. 1, comma 78) autorizza un contributo annuo di 200 Meuro per 15 anni per interventi infrastrutturali, riservando alliopera e opere del "sistema pedemontano lombardo, tangenziale di Como e di Varese" una percentuale non inferiore al 2% delle "risorse disponibili".
2006
L’ANAS approva l'aggiornamento del piano finanziario predisposto dalla Pedemontana Lombarda, che tiene conto del costo delle prescrizioni proposte dal MIT nella relazione istruttoria.
Il CIPE, con delibera n. 77, prende atto del nuovo piano finanziario ed approva il progetto preliminare.
La legge n. 296/2006 (art. 1, comma 979) autorizza tre contributi quindicennali per complessivi 80 Meuro quale concorso dello Stato al completamento della Pedemontana Lombarda.
2007
Si costituisce la società Concessioni Autostradali Lombarde Spa (CAL): 50% da ANAS e 50% da Infrastrutture Lombarde Spa (società controllata al 100% dalla Regione Lombardia) per accelerare la realizzazione delle 3 opere: Pedemontana, direttissima Milano-Brescia (Brebemi) e Tangenziale est esterna di Milano (Tem). Viene firmato l’Accordo di Programma per il Sistema Viabilistico Pedemontano tra: MIT, Regione Lombardia, ANAS, società Autostrada Pedemontana Lombarda; i 7 Comuni interessati.
La Lombardia presenta il progetto di legge per accelerare la realizzazione di infrastrutture strategiche viarie/ferroviarie di preminente interesse nazionale delle quali stato riconosciuto il "concorrente" interesse regionale nell'intesa Regione/Stato dell'aprile 2003 (legge regionale n. 15/2008).
Viene firmata la convenzione tra CAL e Pedemontana Lombarda, società concessionaria.
Il CIPE, con delibera n. 108, valuta favorevolmente lo schema di convenzione unica tra Concessioni Autostradali Lombarde e Autostrada Pedemontana Lombarda.
Il Protocollo d’Intesa per la progettazione integrativa e la realizzazione delle opere connesse alla Pedemontana e alla Brebemi stabilisce che l’importo di 83 Meuro (Legge n. 472/1999) destinato al finanziamento della “Gronda ferroviaria merci Seregno-Bergamo” venga ripartito utilizzando 29 Meuro per la progettazione preliminare e definitiva della citata Gronda e che i residui 54 Meuro utilizzati in anticipo rispetto alla realizzazione dell’intera linea ferroviaria per la compartecipazione di RFI alla copertura dei costi di propria competenza delle opere interferite ed integrate con l’autostrada Pedemontana lombarda
2008

Il 22 ottobre viene emanato il DPCM recante "Interventi necessari per la realizzazione dell’Expo Milano 2015" successivamente modificato dal DPCM 7 aprile 2009, integrato dal DPCM 1 marzo 2010 e sostituito dal DPCM 6 maggio 2013. Il decreto ha istituito gli organi che provvedono a porre in essere tutti gli interventi necessari per la realizzazione dell'Expo, vale a dire le opere essenziali e le attività di organizzazione e di gestione dell'evento (tali opere sono quindi indicate analiticamente nell’allegato 1 al decreto), nonché le opere connesse (descritte nell’allegato 2), secondo quanto previsto nel dossier di candidatura approvato dal BIE. L’opera "Pedemontana" è inserita tra le opere connesse all'interno della rete viaria di cui all'allegato 2.


2009
Nel Tavolo Lombardia del 23 febbraio viene approvato l’aggiornamento degli elenchi relativi alle opere essenziali, connesse e necessarie per l’accessibilità EXPO 2015 e l’intervento “Pedemontana” risulta inserito tra le opere connesse, con un costo 4.115 Meuro (riferito all'opera con l'esclusione dei secondi lotti delle Tangenziali di Como e di Varese), interamente finanziato, una previsione di avvio lavori per gennaio 2010 e di ultimazione lavori per settembre 2014.
CAL approva il progetto definitivo il 17 aprile e lo trasmette al MIT.
La CdS, indetta dal MIT, si conclude il 27 luglio.
La Regione Lombardia esprime parere favorevole sul progetto, con prescrizioni e raccomandazioni, tra cui lo stralcio dello svincolo Saronno Sud/Uboldo.
Il Ministero della difesa chiede l’inserimento di una prescrizione.
Il Ministero dell’ambiente trasmette al MIT il parere favorevole della Commissione VIA, con prescrizioni, sul progetto definitivo dell’opera e il Ministero per i beni culturali si pronuncia positivamente, con prescrizioni.
La Commissione permanente per le gallerie trasmette il proprio parere favorevole.
Il soggetto aggiudicatore trasmette al MIT il Programma di risoluzione delle interferenze ed una documentazione integrativa con 115 Meuro di oneri per le richieste/prescrizioni acquisite in sede di CdS.
L’Unità tecnica finanza di progetto esprime le proprie valutazioni nel mese di novembre.
Il CIPE, con delibera del n. 97, approva il progetto definitivo, dopo aver preso atto che sono state apportate alcune varianti e che la proposta di approvazione non include il secondo lotto della Tangenziale di Varese e il secondo lotto di quella di Como, in quanto non ricompresi nel Piano economico finanziario della convenzione unica. Il costo del progetto definitivo viene aggiornato a 4.220,1 Meuro, ai quali va sottratto il costo delle “opere integrate” a carico di RFI di 53,6 Meuro. Pertanto, il costo del progetto risulta di 4.166,5 Meuro: 1.245 Meuro di contributi pubblici ed il resto a carico del concessionario.
2010

Nell’audizione del Presidente dell'ANAS presso l’VIII Commissione della Camera dei Deputati del 3 febbraio, si rileva che CAL ha chiesto alla Cassa Depositi e prestiti di attivare la garanzia FGOP relativamente al valore di subentro e che l’ultimazione dei lavori è prevista per dicembre 2022.
Il 6 febbraio viene inaugurato, a Cassano Magnago, il primo cantiere della Pedemontana.
Il 22 giugno Autostrada Pedemontana Lombarda Spa pubblica il bando per la “progettazione esecutiva ed esecuzione dei avori relativi alle Tratte B1, B2, C, D e opere di compensazione del Collegamento autostradale Dalmine-Como- Varese-Valico del Gaggiolo e opere ad esso connesse”, per l’importo di 2,3 Meuro. Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera "Pedemontana lombarda Dalmine, Como, Varese, Valico del Gaggiolo ed opere ad esso connesse" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.


Aprile 2011

Il 1 febbraio si insedia la Commissione nominata dal MIT per l’affidamento del completamento dei lavori dell’Autostrada Pedemontana Lombarda. La Commissione dovrà valutare le offerte presentate dai cinque grandi gruppi che si contenderanno l’appalto da 2,3 miliardi di euro per la realizzazione delle tratte B1, B2, C e D, le opere stradali locali connesse, le mitigazioni ambientali e oltre 100 km di Greenway. I cinque gruppi in gara che il 14 gennaio presentano offerta sono: Consorzio Pedelombarda 2 composto da Impregilo Spa (Capogruppo), Consorzio Cooperative Costruzioni – Ccc Società Cooperativa, Astaldi Spa, Impresa Pizzarotti & C. Spa, Itinera Spa; Salini Costruttori Spa (capogruppo), Vianini Lavori Spa, Ghella Spa, Todini Costruzioni Generali Spa; Consorzio Stabile Sis Società Consortile per Azioni composto da consorzio stabile fra le imprese Sacyr Sa, Inc Srl, Sipal Spa; Tecnimont Spa (Capogruppo), Saipem Spa, Società Italiana per Condotte d’Acqua Spa, Rizzani De Eccher Spa; Strabag Ag (Capogruppo), Grandi Lavori Fincosit Spa, Impresa Costruzioni Giuseppe Maltauro Spa, Adanti Spa.
Autostrada Pedemontana Lombarda comunica che ad aprile il cantiere di Cassano Magnago sta lavorando alla costruzione del viadotto che scavalcherà la A8, mentre a est della stessa autostrada si scava per la realizzazione della trincea. Nel cantiere di Turate procede, intanto, la costruzione del campo base e un secondo campo base si sta costruendo a Lozza, per la realizzazione della Tangenziale di Varese.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera " Pedemontana lombarda Dalmine, Como, Varese, Valico del Gaggiolo ed opere ad esso connesse" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011” ; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risulta che, per le tratte A-CO1-VA1, la progettazione esecutiva è stata approvata dalla Concedente Concessioni Autostradali Lombarde S.p.A. in data 4/02/2010 - 21/9/2010 - 11/11/2010. Con riferimento alle tratte B1-B2-C-D, la gara per l'appalto integrato indetta in data 25/06/2010 è in corso di svolgimento.Il progetto definitivo è in istruttoria CIPE.


Dicembre 2011

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 dicembre 2011, con riferimento al “1° lotto tangenziali di Como e di Varese e Tratta A8-A9 del Collegamento autostradale Dalmine-Como-Varese-Valico del Gaggiolo e opere connesse” si rileva che i lavori, iniziati in data 19/2/2010, hanno raggiunto un avanzamento del 9,88% al 31 ottobre 2011 e la loro ultimazione è prevista per dicembre 2013. Per le “Tratte B1, B2, C, D, 2° lotto tangenziale di Como, 2° lotto tangenziale di Varese” risulta aggiudicato l'appalto integrato all'ATI Strabag AG, Impresa Costruzioni Giuseppe Maltauro SpA, Grandi Lavori Fincosit SpA, Andanti SpA, in data 21/11/2011.


Marzo 2012

Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2012, con riferimento al “1° lotto tangenziali di Como e di Varese e Tratta A8-A9 del Collegamento autostradale Dalmine-Como-Varese-Valico del Gaggiolo e opere connesse”, si rileva un avanzamento del 13,93% al 31 dicembre 2011.


Settembre 2012

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS; documento uno "due diligence".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, con riferimento al “1° lotto tangenziali di Como e di Varese e Tratta A8-A9 del Collegamento autostradale Dalmine-Como-Varese-Valico del Gaggiolo e opere connesse”, si rileva un avanzamento del 23,27% a tutto il mese di maggio 2012. Per le “Tratte B1, B2, C, D, 2° lotto tangenziale di Como, 2° lotto tangenziale di Varese” è previsto l'avvio dei lavori ad ottobre 2012 e la loro ultimazione a febbraio 2015.


Dicembre 2012

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


Giugno 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.
Il 6 maggio viene emanato il DPCM “Nomina del Commissario unico delegato del Governo per EXPO Milano 2015”  che sostituisce il DPCM 22 ottobre 2008 e successive modificazioni ed integrazioni. L’opera "Pedemontana" è inserita tra le opere connesse all'interno della rete viaria di cui all'allegato 2.


Ottobre 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risultano in corso i lavori su entrambi i lotti. Per il 1° lotto, tangenziali di Como e di Varese e Tratta A8-A9, viene segnalato un avanzamento del 78,06%, al 30/10/2013. Per il 2° lotto, i cui lavori risultano iniziati ad ottobre 2012, risulta effettuata la consegna parziale dello svincolo di Lomazzo in data 11/03/2013.


Giugno 2014

Il CIPE, nella seduta del 18 aprile 2014, ha preso atto del parere del NARS, che reca prescrizioni per la redazione dello schema di Atto Aggiuntivo n. 2 alla Convenzione vigente tra il concedente (Concessioni Autostradali Lombarde Spa, società mista ANAS - Regione Lombardia) e il concessionario (Autostrada Pedemontana Lombarda Spa) e indica uno specifico iter procedurale per la presentazione di un nuovo Piano Economico Finanziario bancabile. Il comitato ha altresì dato mandato al MIT di richiedere al concedente l’atto aggiuntivo adeguato alle prescrizioni del NARS da sottoporre celermente all’approvazione del CIPE.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-1 Corridoio Mediterraneo; A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


Dicembre 2014

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla nota di aggiornamento al DEF 2013. Lo stesso giorno, il CIPE, con delibera n. 24, approva, con prescrizioni, misure di defiscalizzazione per riequilibrare il Piano Economico Finanziario dell’opera. In particolare, si prevede: per il periodo dal 2016 al 2027, l’esenzione fiscale ai fini IRES-IRAP per un valore nominale di circa 376 Meuro; per il periodo dal 2019 al 2027, la compensazione del debito IVA, dovuto ai sensi dell’art. 27 del decreto del Presidente della Repubblica n. 633/1972 e successive modifiche ed integrazioni, per un valore nominale di circa 424 Meuro. Nella delibera viene indicato, tra l’altro, anche il costo di investimento dell’opera aggiornato desumibile dal quadro economico, al netto del presunto ribasso d’asta per le opere compensative e gli altri investimenti non ancora affidati, pari a 4.118,355 Meuro (un importo ridotto di circa 48,1 Meuro rispetto al costo di investimento dell’opera risultante dal progetto definitivo approvato dal CIPE con delibera n. 97/2009, pari a 4.166,464 Meuro). I contributi pubblici in conto investimenti sono confermati in 1.245 Meuro. 
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, risultano in corso i lavori su entrambi i lotti.


Marzo 2016

L'opera è riportata nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2015 (aprile e novembre 2015), Allegato 3 Opere prioritarie del Programma Infrastrutture Strategiche.
L’11 maggio 2015, anche a seguito di un confronto con le banche finanziatrici, CAL e Autostrada Pedemontana Lombarda sottoscrivono l’Atto aggiuntivo n. 2 alla Convenzione unica, recependo le prescrizioni della delibera CIPE 24/2014 ed introducendo la clausola (eventuale stralcio della tratta D) per assicurare la bancabilità dell’opera. Tale atto aggiuntivo è trasmesso da CAL al MIT, per la relativa approvazione con Decreto interministeriale MIT/MEF, in data 20 maggio 2015.
Il 14 marzo 2016 il MIT comunica a CAL l’impossibilità di procedere con l’approvazione di competenza a causa delle modifiche apportate rispetto al testo sul quale il CIPE aveva espresso parere favorevole, con particolare riferimento alla clausola introdotta per assicurare la bancabilità dell’opera.
Il 16 marzo 2016 CAL comunica al MIT di ritenere imprescindibile il mantenimento delle previsioni dell’atto aggiuntivo n. 2 al fine di assicurare la bancabilità e la realizzazione dell’opera.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risultano ultimati, in data 11 maggio 2015, i lavori relativi alle tratte A-CO1-VA1. L'avanzamento complessivo dei lavori è del 40,26% e si riferisce ai SAL delle tratte A-CO1-VA1 e della tratta B1.


Dicembre 2016

L'opera è riportata nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2016, Appendice - Stato avanzamento delle 25 opere del PIS.
Il 29 settembre 2016, non essendoci stati seguiti, ma soprattutto in ragione delle nuove simulazioni di traffico predisposte dal concessionario e dalle banche finanziatrici che hanno dimostrato la necessità della tratta D, CAL e Autostrada Pedemontana Lombarda sottoscrivono l’Atto aggiuntivo n. 2 alla Convenzione unica adeguato alle richieste del MIT. Lo stesso giorno tale atto è inviato al MIT per l’approvazione.
In data 25 novembre 2016 è sottoscritto, tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Lombardia, il Patto per la Regione Lombardia “Interventi per lo sviluppo economico, la coesione sociale e territoriale della Regione Lombardia” che prevede interventi per un importo complessivo di 10,746 miliardi di euro di cui 718,700 Meuro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Il costo totale degli interventi dell’area “infrastrutture” ammonta a 7,911 miliardi di euro di cui circa 503,000 Meuro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Nell’allegato A, dove sono indicati in dettaglio le aree tematiche e gli interventi strategici individuati dalla Regione Lombardia e condivisi con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, è riportata l’opera “Sistema viabilistico Pedemontano Lombardo” con un costo di 2.741 Meuro, 250 Meuro di risorse nazionali e regionali già assegnate e 2.491 Meuro di “altre risorse”.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risulta sottoscritto, in data 22 settembre 2016, l’Atto aggiuntivo n. 2 alla Convenzione unica per l’adozione del nuovo PEF. L'importo di avanzamento lavori, relativo ai SAL delle tratte A-CO1-VA1 secondo il certificato della rata di saldo, emesso nel mese di Dicembre 2015, e ai SAL della tratta B1 a tutto il mese di Agosto 2016, è pari a 1.111.113.822,92 euro, in aumento rispetto all’importo rilevato a marzo 2016, pari a 1.109.461.934,43 euro e relativo ai SAL delle tratte A-CO1-VA1 e B1 a tutto il mese di Dicembre 2015.


Maggio 2018

Il CIPE, con delibera n. 1 del 19 gennaio 2017, dispone la proroga di due anni del termine previsto per l’adozione dei decreti di esproprio di cui alla dichiarazione di pubblica utilità. Nella Delibera di riporta, tra l’altro, che tale proroga è stata resa necessaria dal ritardo nell’esecuzione delle attività espropriative e dalla crisi economico-finanziaria, che ha influito negativamente su alcune variabili quali le previsioni del traffico autostradale, la contrazione del mercato del credito e i costi finanziari, che ha portato alla revisione del Piano economico finanziario accordata con la citata delibera n. 24/2014.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2017, appendice 2 – Interventi, tabella Interventi prioritari – strade e autostrade, è riportato l’intervento “Autostrada Pedemontana Lombarda - Nuova Autostrada regionale Pedemontana Lombarda (Tratte B2-C-D)” identificato dal codice 5 e classificato “invariante”.
Il 26 giugno 2017, il Tribunale di Milano presenta richiesta di fallimento nei confronti della società Autostrada Pedemontana Lombarda. Tale richiesta è stata successivamente respinta.
Il CIPE, nella seduta del 10 luglio 2017, recepisce l’informativa sull’Atto aggiuntivo n. 2 alla Convenzione unica tra CAL e Autostrada Pedemontana Lombarda riguardante la variazione, rispetto a quanto approvato nel 2014, del termine per la sottoscrizione del secondo contratto di finanziamento, relativo al finanziamento della tratta D, posticipato dal 31 dicembre 2018 al 31 dicembre 2019. Tale informativa non ha comportato l’adozione di delibera da parte del CIPE.
Il 16 gennaio 2018 il CdA di Autostrada Pedemontana Lombarda delibera la risoluzione del rapporto contrattuale con l’ATI Strabag, concernete la progettazione e la realizzazione delle tratte B1, B2, C e D e le opere di compensazione del Collegamento stradale. Tale risoluzione risulta intervenuta a causa della mancata presentazione, da parte dell’Appaltatore, di un progetto esecutivo approvabile.
Il 19 gennaio 2018 il MIT e il MEF sottoscrivono il Decreto Interministeriale di approvazione dell’Atto aggiuntivo n. 2 alla Convenzione unica tra CAL e Autostrada Pedemontana Lombarda. Lo stesso giorno l’Atto è trasmesso alla Corte dei conti per la relativa registrazione a seguito della quale diverrà efficace.
Il 14 marzo 2018 Strabag presenta ricorso nei confronti di Autostrada Pedemontana Lombarda innanzi al TAR di Milano. L’udienza, fissata inizialmente per il 4 aprile, è prevista per il 21 settembre 2018.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2018, capitolo IV. Lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo IV. 3 Strade e autostrade, tabella Interventi prioritari invarianti – modalità: strade e autostrade, è riportato l’intervento “Autostrada Pedemontana Lombarda- Nuova Autostrada regionale Pedemontana Lombarda (Tratte B2-C-D)” identificato dal codice 5 e con un costo di 2.681,90 milioni di euro.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, per le tratte A-CO1-VA1 risulta emesso in data 5 aprile 2017 il certificato di collaudo tecnico-amministrativo. L'importo di avanzamento lavori, relativo ai SAL delle tratte A-CO1-VA1 e B1 e del sistema di esazione delle medesime tratte, è pari a 1.114.958.468,53 euro, in aumento rispetto all’importo rilevato a dicembre 2016, pari a 1.111.113.822,92 euro e relativo ai SAL delle tratte A-CO1-VA1 e B1 a tutto il mese di Agosto 2016.
In base a quanto riportato nella relazione presentata da CAL in occasione dell’Audizione presso l’VIII commissione (Ambiente) della Camera dei deputati del 26 luglio 2018, per il completamento delle tratte non ancora realizzate risultano in fase di sviluppo le attività relative alla documentazione di gara per l’affidamento dei lavori a contraente generale - sulla base del “Progetto definitivo 2018” costituito dal progetto definitivo approvato dal CIPE nel 2009 aggiornato dal concessionario - e al reperimento dei finanziamenti. La pubblicazione dei relativi bandi potrà intervenire solo a seguito dell’efficacia del Decreto Interministeriale.


Ottobre 2019

La Corte dei conti, con nota del 17 maggio 2018 restituisce al MIT il Decreto Interministeriale n. 7 del 19 gennaio 2018 a causa di una irregolarità formale consistente nella mancata apposizione della firma digitale. Per superare tale rilievo, CAL e APL in data 20 dicembre 2018 sottoscrivono nuovamente l’atto, nella forma richiesta, che a sua volta è nuovamente approvato con Decreto Interministeriale n. 138 dell’11 aprile 2019.
Il CIPE, con delibera n. 1 del 17 gennaio 2019, dispone la proroga di due anni del termine previsto per l’adozione dei decreti di esproprio di cui alla dichiarazione di pubblica utilità delle aree interessate dalla realizzazione delle tratte “A, B1, B2, C, D, tangenziale di Como - primo lotto, tangenziale di Varese - primo lotto e relative Opere connesse, Greenway, Opera connessa TRVA 13-14, progetti locali dell’Opera (ad eccezione del progetto locale n. 2, ubicato nel Comune di Solbiate Olona, del progetto locale n. 8, ubicato nei Comuni di Cirimido, Fenegrò, Limido Comasco, Lomazzo e Turate, e del Progetto locale n. 42 ubicato nel Comune di Cantello)” del “Collegamento autostradale tra Dalmine, Como, Varese, Valico del Gaggiolo ed opere connesse”, apposta con delibera CIPE 97/2009 e già prorogata con la delibera CIPE 1/2017.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2019, “capitolo III. Appendice: lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo III. 3 Strade e autostrade, figura 0.6 Interventi prioritari – Autostrade”, sono riportati i costi, le risorse disponibili e il fabbisogno residuo articolati per ambito geografico. Per gli interventi sulla rete autostradale del nord, tra i quali rientra la nuova Autostrada regionale Pedemontana Lombarda (Tratte B2-C-D), si rileva un costo complessivo di 10.473,03 milioni, un ammontare di risorse disponibili di 6.997,63 milioni di euro e un fabbisogno residuo di 3.475,40 milioni di euro.
Nell’adunanza del 25 giugno 2019, la Corte dei conti, Sezione centrale di controllo di legittimità sugli atti del Governo e delle Amministrazioni dello Stato, comunica al MIT la sussistenza di elementi di perplessità, ritenendo necessaria una nuova deliberazione del CIPE in ragione delle modifiche dei termini relativi alla chiusura dei contratti di finanziamento e dell’inevitabile slittamento complessivo dei tempi. A seguito dell’esito dell’audizione dei rappresentanti del MIT la Corte dei conti ricusa il visto e la conseguente registrazione del decreto interministeriale MIT-MEF n. 138 del 2019.
In data 1° luglio 2019 il MIT comunica al CIPE che i rilievi sollevati dalla Corte dei conti possono essere superati attraverso un’apposita deliberazione del Comitato, consentendo allo stesso tempo il perfezionamento della procedura.
Il CIPE, con delibera n. 42 del 24 luglio 2019, esprime parere favorevole ai cambiamenti proposti sul parere espresso con la precedente delibera n. 24/2014 sul 2° Atto Aggiuntivo tra CAL SpA e Autostrada Pedemontana Lombarda SpA, e approva la traslazione in avanti del cronoprogramma; conferma l’ammontare massimo delle misure di defiscalizzazione; approva i termini previsti nell’atto aggiuntivo n. 2, relativi al perfezionamento del finanziamento senior 1 e senior 2; conferma, esprimendo parere favorevole, l’atto aggiuntivo n. 2 già sottoscritto da CAL e APL in data 20 dicembre 2018.
Lo stesso giorno il CIPE, con delibera n. 38 del 24 luglio 2019, approva un criterio generale per l’accertamento e per la definizione dei rapporti economici riferibili alle società concessionarie autostradali, limitatamente al periodo intercorrente tra la data di scadenza della concessione e la data di effettivo subentro del nuovo concessionario (periodo transitorio). Il CIPE è inoltre informato, tra l’altro, sugli aggiornamenti quinquennali dei piani economico-finanziari delle concessionarie autostradali nell’ambito del nuovo regime tariffario dell’Autorità di regolazione dei trasporti.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2019, risulta che a seguito della risoluzione del contratto di affidamento delle tratte B2-C-D, deliberata in data 16/01/2018, il Concessionario ha predisposto l’aggiornamento 2019 del progetto definitivo delle tratte B2 e C, totalmente conforme al progetto definitivo già approvato dal CIPE con delibera n. 97/2009, al solo fine dell’indizione della gara per l’esecuzione dei lavori. In data 20/12/2018 è stato sottoscritto l’Atto Aggiuntivo n. 2 alla Convenzione, per l’adozione del nuovo PEF 2014, il cui Decreto Interministeriale MIT-MEF di approvazione dell’11/04/2019 è in corso di registrazione presso la Corte dei conti.


Dicembre 2020

L’Atto Aggiuntivo n. 2 alla convenzione unica di concessione del Collegamento autostradale Dalmine-Como-Varese-Valico del Gaggiolo e opere connesse (Pedemontana Lombarda) è divenuto operativo in data 20 febbraio 2020 con la registrazione alla Corte dei Conti del Decreto Interministeriale n. 585/19 del 19 dicembre 2019.
In data 3 marzo 2020 Autostrada Pedemontana Lombarda SpA pubblica sulla GUUE S44 il bando di gara per la selezione del Contraente Generale a cui le attività di cui all'art. 194, co. 2, d.lgs. n. 50/2016, tra le quali progettazione esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione esecutiva, attività propedeutiche ai lavori ed esecuzione delle opere, ai fini della realizzazione delle Tratte B2 (riqualificazione della ex SS35 da Lentate sul Seveso a Cesano Maderno) e C (dalla ex SS35 a Cesano Maderno alla Tangenziale Est di Milano A51) dell'Autostrada Pedemontana Lombarda, unitamente alle seguenti relative opere connesse TRCO06, TRMI10, TRMI17. L’ammontare a base di gara è pari a 1.425.451.542,68  euro.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2020 - denominato “#italiaveloce - L’Italia resiliente progetta il futuro: nuove strategie per trasporti, logistica e infrastrutture” - Capitolo V. Il sistema integrato dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture: interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, paragrafo V.3 Le strade e le autostrade, tabella V.3.4: costo e finanziamenti disponibili per la realizzazione degli interventi prioritari – modalità strade e autostrade,  è inserito l’intervento “5 Autostrada Pedemontana Lombarda”, con un costo di 2.681,90 milioni di euro con risorse interamente disponibili. Lo stesso intervento è inserito anche nella tabella V.3.5: interventi prioritari.
Il CIPE nelle sedute del 26 novembre e del 15 dicembre 2020 riceve dal MIT informative inerenti la proroga dei termini dell’art. 3.1 dell’Atto Aggiuntivo n. 2 alla convenzione unica di concessione del Collegamento autostradale Dalmine-Como-Varese-Valico del Gaggiolo e opere connesse (Pedemontana Lombarda).
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2020, risulta il seguente avanzamento per lotti:
-        1° lotto tangenziali di Como e di Varese e Tratta A8-A9 del Collegamento autostradale Dalmine-Como-Varese-Valico del Gaggiolo e opere connesse – Lavori ultimati nel 2015;
-        2° lotto - Tratta B1 - Lavori ultimati nel 2015;
-        2° lotto - Tratte B2, C e D – Contraente generale - Bando di gara pubblicato a marzo 2020.


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Costo al 21 dicembre 2001
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione al 30 aprile 2004
3.681,000
- Fonte: ANAS Spa
Previsione al 30 aprile 2005
3.681,000
- Fonte: ANAS Spa
Costo al 06 aprile 2006
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione al 30 aprile 2007
4.665,504
- Fonte: Delibera CIPE 77/2006
Costo al 30 giugno 2008
0,000
- Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione al 30 aprile 2009
4.758,180
- Fonte: Delibera CIPE 108/2007
Previsione al 30 aprile 2010
4.166,464
- Fonte: Delibera CIPE 97/2009
Costo ad aprile 2011
4.166,000
- Fonte: DEF 2011
Previsione al 30 aprile 2011
4.166,464
- Fonte: Delibera CIPE 97/2009
Costo al 30 giugno 2011
4.166,000
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione al 31 dicembre 2011
4.166,464
- Fonte: Delibera CIPE 97/2009
Costo al 01 giugno 2012
4.166,460
- Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione al 30 giugno 2012
4.166,464
- Fonte: Delibera CIPE 97/2009
Previsione al 30 settembre 2012
4.166,464
- Fonte: Delibera CIPE 97/2009
Costo al 01 dicembre 2012
4.166,460
- Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Previsione al 30 giugno 2013
4.166,464
- Fonte: Delibera CIPE 97/2009
Costo al 01 settembre 2013
4.166,460
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione al 31 ottobre 2013
4.166,464
- Fonte: Delibera CIPE 97/2009
Costo al 01 aprile 2014
4.166,460
- Fonte: DEF 2014
Previsione al 30 giugno 2014
4.166,464
- Fonte: Delibera CIPE 97/2009
Costo agosto 2014
4.166,460
- Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo al 01 settembre 2014
4.166,460
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2014
4.166,464
- Fonte: Delibera CIPE 97/2009
Previsione al 31 marzo 2016
4.118,355
- Fonte: Delibera CIPE 24/2014
Previsione al 31 dicembre 2016
4.118,355
- Fonte: Delibera CIPE 24/2014
Previsione 31 maggio 2017
4.118,355
- Fonte: Delibera CIPE 24/2014
Costo al 26 aprile 2018
2.681,900
- Fonte: DEF 2018 (Tratte B2-C-D)
Previsione al 31 maggio 2018
4.118,355
- Fonte: Delibera CIPE 24/2014
Costo al 30 aprile 2019
2.681,900
- Fonte: DEF 2019
Previsione al 31 ottobre 2019
4.118,355
- Fonte: Delibera CIPE 24/2014
Costo al 06 luglio 2020
2.681,900
- Fonte: DEF 2020
Previsione al 31 dicembre 2020
4.118,355
- Fonte: Delibera CIPE 24/2014
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 dicembre 2020
4.118,355

Fondi Legge Obiettivo
1.131,800
Fonte: Delibera CIPE 97/2009 e Delibera CIPE 24/2014
Fondi Pubblici
113,200
Fonte: Delibera CIPE 97/2009 e Delibera CIPE 24/2014
Autostrada Pedemontana Lombarda Spa
2.873,355
Fonte: Delibera CIPE 24/2014

Fabbisogno residuo al 31 dicembre 2020
0,000

STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione esecutiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
La progettazione esecutiva delle tratte A-CO1-VA1 è stata sviluppata dal Concessionario Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A., tra il 11/01/2010 e il 19/02/2013, mediante affidamento a Contraente Generale, e approvata dalla Concedente Concessioni Autostradali Lombarde S.p.A., ai sensi dell'art. 169, comma 1, del D.Lgs. 163/2006, in data 04/02/2010, 21/09/2010, 11/11/2010, 01/03/2012 e 21/02/2013. La progettazione esecutiva delle tratte B1-B2-C-D è stata avviata dal Concessionario in data 24/02/2012, mediante affidamento in appalto integrato; tuttavia, tra il 26/11/2012 e il 22/12/2015, il Concessionario ha consegnato il progetto esecutivo della sola tratta B1, che la Concedente ha approvato in data 27/11/2012, 01/10/2013, 04/03/2014, 20/06/2014, 28/10/2014 e 08/03/2016, ai sensi dell'art. 169, comma 1, del D.Lgs. 163/2006. A seguito della risoluzione del contratto di affidamento delle restanti tratte B2-C-D, deliberata dal Concessionario in data 16/01/2018, il Concessionario medesimo ha predisposto l’aggiornamento 2019 del progetto definitivo delle tratte B2 e C, totalmente conforme al progetto definitivo già approvato dal CIPE con delibera n. 97/2009, al solo fine dell’indizione della gara per l’esecuzione dei lavori. La progettazione esecutiva del sistema di esazione delle tratte A-B1-CO1-VA1 è stata sviluppata dal Concessionario e approvata dalla Concedente in data 01/12/2014, 04/11/2015 e 08/03/2016. L'importo lavori indicato è la somma tra l'importo lavori dei progetti esecutivi approvati delle tratte A-CO1-VA1, pari a € 691.299.506,85, l'importo lavori del progetto esecutivo approvato della tratta B1, pari a € 180.258.604,00, l’importo lavori del progetto esecutivo del sistema di esazione delle tratte A-B1-CO1-VA1, pari a € 18.870.666,15, l'importo lavori del progetto definitivo delle tratte (B2-C), pari a € 993.585.223,06, al netto del presunto ribasso d'asta, e l'importo lavori del progetto definitivo della tratta D e opere di completamento, pari a € 520.021.273,31, al netto del presunto ribasso d'asta, come risultante dal Quadro Economico approvato dal CIPE unitamente alla revisione del PEF con delibere nn. 24/2014 e 42/2019.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione esecutiva Esterno 2.404.035.273,36 Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. 11/01/2010 10/05/2019

AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore
Concessioni Autostradali Lombarde Spa
Modalità di selezione
Affidamento diretto
Procedura
Sistema di realizzazione
Finanza di progetto (ex art. 153 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.) - Procedimento a doppia gara - Fase I
Criterio di aggiudicazione
Fase progettuale a base di gara
Tempi di esecuzione
Progettazione
Lavori
Data bando
CIG/CUI
Data aggiudicazione
Tipo aggiudicatario
Nome
Autostrada Pedemontana Lombarda SpA
Codice fiscale
08558150150
Data stipula contratto
01/08/2007
Quadro economico
Importo a base di gara(1)
Importo oneri per la sicurezza
Importo complessivo a base di gara
Importo di aggiudicazione(2)
2.771.207.154,05
Somme a disposizione
1.347.147.525,52
Importo totale
4.118.354.679,57
% Ribasso di aggiudicazione
% Rialzo di aggiudicazione
Note
La Convenzione per la progettazione, realizzazione e gestione del Collegamento autostradale Dalmine, Como, Varese, valico del Gaggiolo ed opere connesse non è stata affidata a seguito di procedura ad evidenza pubblica bensì ai sensi e per gli effetti della legislazione derogatoria in materia di concessione autostradali (Legge n. 463/1955; Legge n. 729/1961; Legge n. 287/1971). In data 14/11/1986 è stata costituita la società Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. il cui oggetto sociale è quello di provvedere alla costruzione e alla gestione, in regime di concessione, dell’autostrada Pedemontana Lombarda. In data 29/05/1990 è stata stipulata la Convenzione tra ANAS S.p.A. e la società Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A.. Tale Convenzione è stata approvata ai sensi dell'art. 7 della Legge 287/1971 con Decreto Interministeriale 31/08/1990 n. 1524 (registrato dalla Corte dei Corti il 28/12/1990 Reg. 26 Fog. 279). CAL, subentrata ad ANAS ai sensi dell'art.1, comma 979 della legge del 27 dicembre 2006 n. 296 (Legge Finanziaria 2007), ha sottoscritto con la società Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A. la Convenzione Unica di Concessione in data 01/08/2007, ai sensi dell'art. 2, comma 82 del D.L. n. 262/2006 convertito in Legge n. 286/2006. La Convenzione Unica è stata approvata con D. I. del 12/02/2008, registrato alla Corte dei Conti il 18/04/2008 e trasmesso al Concessionario in data 24/04/2008. In data 06/11/2009 con delibera n. 97 il CIPE ha approvato il progetto definitivo dell’intero Collegamento autostradale e l’Atto Aggiuntivo n. 1 alla Convenzione, per l’adozione del PEF 2009 allegato al progetto definitivo approvato dal CIPE, è stato approvato con D.I. del 24/03/2011. In data 01/08/2014 con delibera n. 24 il CIPE ha approvato la revisione del PEF, con assegnazione delle Misure di Defiscalizzazione, di cui all’art. 18 della Legge 183/2011, e in data 20/12/2018 è stato sottoscritto l’Atto Aggiuntivo n. 2 alla Convenzione, per l’adozione del nuovo PEF 2014. In data 24/07/2019 con delibera n. 42 il CIPE ha confermato l’Atto Aggiuntivo n. 2, sottoscritto il 20/12/2018, ha approvato la traslazione in avanti del cronoprogramma e ha confermato le misure di defiscalizzazione di cui alla precedente delibera CIPE n. 24/2014. L’Atto Aggiuntivo n. 2 è stato approvato con D. I. del 19/12/2019, registrato alla Corte dei Conti il 20/02/2020. I dati indicati nei Quadri economico e finanziario sono aggiornati secondo il Quadro Economico e il Piano Economico Finanziario di cui all'Atto Aggiuntivo n.2 alla Convenzione. Vista la procedura di affidamento, l’importo di aggiudicazione segnato corrisponde all’importo lavori di progetto esecutivo, pari a € 2.404.035.273,36 come riportato nel precedente quadro Progettazione, con i corrispondenti importi di oneri di sicurezza e servizi.

1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori
In corso
Data presunta inizio lavori
Data effettiva inizio lavori
06/02/2010
Stato avanzamento (importo)
1.119.978.853,13
Stato avanzamento (percentuale)
40,40
Data presunta fine lavori
31/12/2026
Data effettiva fine lavori
Data presunta fine lavori x varianti
31/12/2026
Tempi realizzazione
secondo previsione
Descrizione ritardo
Data collaudo statico
Data collaudo tecnico-amministrativo
05/04/2017
Note
L'importo e la percentuale di avanzamento lavori si riferiscono ai SAL delle tratte A-B1-CO1-VA1 e del sistema di esazione delle medesime tratte. Le date presunte per la fine lavori sono coerenti con il cronoprogramma per lotti funzionali allegato all’Atto Aggiuntivo n. 2, approvato dal CIPE con delibere nn. 24/2014 e 42/2019. Per le tratte A-CO1-VA1 in data 05/04/2017 è stato emesso il certificato di collaudo tecnico-amministrativo nei rapporti tra Concedente e Concessionario, mentre in data 10/10/2015 è stato emesso il certificato di collaudo tecnico-amministrativo nei rapporti tra il Concessionario ed il Contraente Generale affidatario dei lavori. Per la tratta B1 in data 20/09/2019 è stato emesso il certificato di collaudo tecnico-amministrativo nei rapporti tra il Concessionario e l’appaltatore dei lavori.

Contenzioso
Totale riserve definite
Importo complessivo riserve definite
Totale riserve da definire
Importo complessivo riserve da definire
Note
In data 04/08/2017, innanzi al Tribunale di Milano, l’affidatario dei lavori delle tratte B1-B2-C-D ha notificato un atto di citazione nei confronti della società Concedente, della società Concessionaria e della società Milano Serravalle S.p.A., socio di controllo della Concessionaria. Successivamente, il Concessionario e l’appaltatore sono addivenuti al concordamento di un accordo transattivo, ai sensi dell’art 239 del D.Lgs. 163/06, mirato alla definizione dell’intero contenzioso tra le parti e sottoscritto il 19/07/2019. Sulla base di tale accordo, in data 21 luglio 2020 il CTU nominato dal Tribunale di Milano ha quantificato in circa 32 milioni di euro l’ammontare delle utilità economiche conseguite dal Concessionario, ma non ricomprese nella contabilità finale e ha stabilito la corresponsione a favore dell’appaltatore del tetto massimo di 25 milioni di euro fissato in base all’accordo transattivo.

Varianti
Numero totale
147
Giorni proroga totali
0
Motivi
Altri motivi
Le varianti riportate sono quelle in corso d'opera, presentate successivamente all'approvazione del progetto esecutivo e sono state adottate, per le tratte A-CO1-VA1, ai sensi dell'art. 176, comma 5, lettere a) e b) del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii., oppure, per la tratta B1, ai sensi dell'art. 132, comma 1 e comma 3 secondo periodo, e successivamente ai sensi dell’art. 106, comma 1, lettere c) ed e), del D.Lgs. 50/2016. Tutte le varianti, pur modificando il progetto esecutivo, non costituiscono variante ai sensi e per gli effetti dell’art. 169 del D.Lgs. 163/2006, in quanto risultano essere state sviluppate in maniera conforme al progetto definitivo dell’Opera, approvato dal CIPE con delibera n. 97/2009.
Importo
2.604.871.728,78
Importo oneri sicurezza
176.278.632,81
Somme a disposizione
1.337.204.317,99
Totale
4.118.354.679,58
Note
L’importo di € 2.604.871.728,78 è pari all’importo di lavori e servizi a seguito delle varianti approvate, così come l’importo di € 176.278.632,81 è pari al valore degli oneri di sicurezza a seguito delle varianti. Complessivamente, a seguito delle varianti approvate, l’importo totale delle opere è rimasto invariato, pari al valore approvato dal CIPE con delibere nn. 24/2014 e 42/2019, unitamente alla revisione del Piano Economico Finanziario.
1° lotto tangenziali di Como e di Varese e Tratta A8-A9 del Collegamento autostradale Dalmine-Como-Varese-Valico del Gaggiolo e opere connesse
STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione esecutiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione esecutiva Esterno 691.299.506,85 5.771.431,44 5.771.431,44 Pedelombarda S.c.p.A. 19/02/2010 06/08/2010

AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore
Autostrada Pedemontana Lombarda Spa
Modalità di selezione
Affidamento con bando
Procedura
Procedura ristretta
Sistema di realizzazione
Contraente generale
Criterio di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa
Fase progettuale a base di gara
Preliminare
Tempi di esecuzione
Progettazione
235 giorni
Lavori
1650 giorni
Data bando
17/07/2007
CIG/CUI
0058244078
Data aggiudicazione
13/06/2008
Tipo aggiudicatario
ATI
Nome
Pedelombarda S.c.p.A.
Codice fiscale
06294710964
Data stipula contratto
26/08/2008
Quadro economico
Importo a base di gara(1)
730.668.250,95
Importo oneri per la sicurezza
50.573.560,69
Importo complessivo a base di gara
781.241.811,64
Importo di aggiudicazione(2)
629.664.723,77
Somme a disposizione
206.486.798,64
Importo totale
836.151.522,41
% Ribasso di aggiudicazione
20,75
% Rialzo di aggiudicazione
Note

1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori
Conclusi
Data presunta inizio lavori
Data effettiva inizio lavori
19/02/2010
Stato avanzamento (importo)
927.069.377,13
Stato avanzamento (percentuale)
99,85
Data presunta fine lavori
31/12/2013
Data effettiva fine lavori
11/05/2015
Data presunta fine lavori x varianti
11/05/2015
Tempi realizzazione
secondo previsione
Descrizione ritardo
Data collaudo statico
Data collaudo tecnico-amministrativo
10/10/2015
Note
Lo Stato di Avanzamento è riferito al Conto Finale oltre Lavori a finire riferiti all'Atto di Sottomissione del 11.05.2015

Contenzioso
Totale riserve definite
0
Importo complessivo riserve definite
0,00
Totale riserve da definire
10
Importo complessivo riserve da definire
27.013.905,81
Note
Inscritte n. 68 riserve di cui rinunciate dall'appaltatore n. 58

Sospensione lavori
Numero totale
3
Giorni di sospensione totali
214
Note

Varianti
Numero totale
120
Giorni proroga totali
495
Motivi
Altri motivi
art. 176, comma 5, lett. a) D.Lgs. 163/2006
Importo
875.270.354,72
Importo oneri sicurezza
53.186.510,28
Somme a disposizione
213.938.724,47
Totale
Note
2° lotto - Tratta B1
STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione esecutiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
Il progetto definitivo approvato dal CIPE comprende le sole tratte B1, B2, C, D. Tra il 26/11/2012 e il 22/12/2015, il Concessionario ha consegnato il progetto esecutivo della sola tratta B1, che la Concedente ha approvato in data 27/11/2012, 01/10/2013, 04/03/2014, 20/06/2014, 28/10/2014 e 08/03/2016, ai sensi dell'art. 169, comma 1, del D.Lgs. 163/2006.L'importo lavori del progetto esecutivo approvato della tratta B1, pari a € 180.258.604,00.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione definitiva Esterno 1.794.011.973,67 35.150.000,00 19.684.000,00 Consorzio Italiano per le Infrastrutture Lombarde 19/06/2008 29/12/2008
Progettazione esecutiva 180.258.604,00 26/11/2012 22/12/2015

AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore
Autostrada Pedemontana Lombarda Spa
Modalità di selezione
Affidamento con bando
Procedura
Procedura ristretta
Sistema di realizzazione
Appalto integrato
Criterio di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa
Fase progettuale a base di gara
Definitivo
Tempi di esecuzione
Progettazione
180 giorni
Lavori
1140 giorni
Data bando
22/06/2010
CIG/CUI
05015579EB
Data aggiudicazione
21/11/2011
Tipo aggiudicatario
ATI
Nome
Strabag AG, Impresa Costruzioni Giuseppe Maltauro S.p.A., Grandi Lavori Fincosit S.p.A., Andanti S.p.A.
Codice fiscale
Data stipula contratto
Quadro economico
Importo a base di gara(1)
2.171.549.590,44
Importo oneri per la sicurezza
128.450.409,56
Importo complessivo a base di gara
2.300.000.000,00
Importo di aggiudicazione(2)
1.713.547.749,35
Somme a disposizione
935.196.037,60
Importo totale
2.648.743.786,95
% Ribasso di aggiudicazione
27,00
% Rialzo di aggiudicazione
Note

1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori
Conclusi
Data presunta inizio lavori
21/10/2012
Data effettiva inizio lavori
21/10/2012
Stato avanzamento (importo)
Stato avanzamento (percentuale)
100,00
Data presunta fine lavori
Data effettiva fine lavori
Data presunta fine lavori x varianti
Tempi realizzazione
Descrizione ritardo
Data collaudo statico
Data collaudo tecnico-amministrativo
Note
Consegna parziale della Tratta B1 e stralcio Tratta B2 (variante EXPO 2015) in data 04.12.2013. Consegna Opere ai sensi art. 230 D.P.R. 207/2010 - Svincolo di Lomazzo in data 26.01.2015 Consegna Opere ai sensi dell'art. 230 D.P.R. 207/2010 Tratta B1 in data 06.11.2015
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Convenzione ANAS-Autostrada Pedemontana Lombarda Spa del 29 maggio 1990
Decreto Interministeriale del 31 agosto 1990
Protocollo di Intesa tra la Regione Lombardia, le Province interessate, i Comuni di Como e di Varese, l'ANAS e l’Autostrada Pedemontana Lombarda Spa del 26 gennaio 1999
Bando di gara di progettazione Autostrada Pedemontana Lombarda Spa del mese di dicembre 2001
Avviso di aggiudicazione di progettazione Autostrada Pedemontana Lombarda Spa del mese di maggio 2002
Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Lombardia dell'11 aprile 2003
Delibera Regione Lombardia n. 7/17643 del 21 maggio 2004
Delibera Regione Lombardia n. VII/20902 del 16 febbraio 2005
Delibera CIPE4/2005 del 18 marzo 2005
Delibera CIPE 72/2005 del 27 maggio 2005
Delibera CIPE 94/2005 del 29 luglio 2005
Legge n. 266 del 23 dicembre 2005
Delibera CIPE 75/2006 del 29 marzo 2006
Delibera CIPE 77/2006 del 29 marzo 2006
Legge n. 296 (art. 1, comma 979) del 27 dicembre 2006
Accordo di Programma Regione Lombardia del mese di febbraio 2007
Delibera di Giunta della Regione Lombardia del 5 aprile 2007
Convenzione CAL Spa del 20 aprile 2007
Bando di gara di lavori Autostrada Pedemontana Lombarda Spa del 19 luglio 2007
Delibera CIPE 108/2007 del 4 ottobre 2007
Protocollo d’Intesa per la progettazione integrativa e la realizzazione delle opere connesse alla Pedemontana e alla Brebemi del 5 novembre 2007
Decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 1667 del 12 febbraio 2008
Legge regionale n. 15 del 26 maggio 2008
Avviso di aggiudicazione lavori Autostrada Pedemontana Lombarda Spa del 1° agosto 2008
DPCM del 22 ottobre 2008
Tavolo Lombardia del 23 febbraio 2009
DPCM del 7 aprile 2009
Atto Concessioni Autostradali Lombarde Spa del 17 aprile 2009
Delibera Regione Lombardia n. VIII/09542 del 27 maggio 2009
Delibera CIPE 97/2009 del 6 novembre 2009
DPCM del 1° marzo 2010
Bando di gara di lavori Autostrada Pedemontana Lombarda Spa del 22 giugno 2010
Aggiudicazione Bando di gara Autostrada Pedemontana Lombarda Spa del 21 novembre 2011
DPCM del 6 maggio 2013
Seduta CIPE del 18 aprile 2014
Delibera CIPE 24/2014 del 1° agosto 2014
Patto per la Regione Lombardia tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Lombardia del 25 novembre 2016
Delibera CIPE 1/2017 del 19 gennaio 2017
Seduta CIPE - Informativa del 10 luglio 2017
Audizione presso l’VIII commissione (Ambiente) della Camera dei deputati del 26 luglio 2018
Delibera CIPE 1/2019 del 17 gennaio 2019
Decreto Interministeriale MIT-MEF n. 138 dell'11 aprile 2019
Delibera CIPE 38/2019 del 24 luglio 2019
Delibera CIPE 42/2019 del 24 luglio 2019
Decreto Interministeriale n. 585/19 del 19 dicembre 2019
Autostrada Pedemontana Lombarda SpA - Bando GU/S S44 del 3 marzo 2020
Seduta CIPE del 26 novembre 2020
Seduta CIPE del 15 dicembre 2020
Siti internet ufficiali
http://www.regione.lombardia.it
http://www.pedemontana.com
http://www.stradeanas.it