SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Strade e autostrade

STRADE E AUTOSTRADE / Collegamento autostradale di connessione tra le città di Milano e Brescia (BreBeMi)

SCHEDA N. 30

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPE o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/12/2020

Localizzazione
Cup
  • E31B05000390007
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Strade e autostrade

Soggetto titolare

Concessioni Autostradali Lombarde Spa

Descrizione

Il collegamento autostradale di connessione tra le città di Milano e Brescia (cd. Brebemi) prende avvio dalla attuale tangenziale sud di Brescia e termina in provincia di Milano all’altezza di Melzo sulla futura Tangenziale est Esterna di Milano (TEM). L’opera intersecherà il futuro Raccordo Autostradale Ospitaletto-Montichiari e fino alla barriera di Castrezzato sarà a circolazione libera con due svincoli intermedi per l’accesso alla viabilità locale. Successivamente, il tracciato proseguirà, in regime di esazione chiuso, per circa 42 km in direzione est-ovest, superando in viadotto i fiumi Oglio, Serio e Adda e, attraverso una galleria artificiale idraulica, il Canale della Muzza, fino ad interconnettersi con la futura TEM tra Melzo e Pozzuolo Martesana (MI). Le connessioni alla viabilità locale saranno assicurate da 6 caselli completamente automatizzati (Chiari, Calcio-Antegnate, Fara Olivana-Romano di Lombardia, Bariano, Caravaggio-Treviglio Est, Casirate-Treviglio Ovest). L’intero tracciato avrà uno sviluppo di circa 62,1 km, di cui 37,9 km in rilevato, 19,2 km in trincea profonda, 3,7 km in viadotto e 1,3 km in galleria artificiale sotterranea; la sezione stradale prevista risponde alla Categoria A del D.M. 5 novembre 2001, con 2 o 3 corsie per senso di marcia.Gran parte del tracciato autostradale (circa 43,5 km) è in stretto affiancamento a quello della futura linea ferroviaria AC/AV Milano-Verona, con il quale condivide numerose opere d’arte (cavalcavia, sottovia, gallerie, ecc.).

Delibere CIPE e/o ordinanze attuative

93/2005
142/2005
109/2007
42/2009
72/2010
4/2011
60/2015
18/2016
19/2016
66/2016

Dati storici

2001
La società Bre.Be.Mi. Spa presenta la proposta per la costruzione della nuova autostrada. Alla scadenza prevista non pervengono altre proposte e viene, pertanto, riconosciuta di pubblico interesse la proposta della società che ottiene la qualifica di promotore.
L’opera figura tra le opere della delibera CIPE n. 121.
2003
L‘opera è inclusa nell’Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Lombardia dell’11 aprile.
L’ANAS aggiudica la concessione in via provvisoria all’Ati guidato dalla Brebemi.
L’ANAS aggiudica, in via definitiva, la concessione alla Ati Brebemi Spa.
Viene stipulata la convenzione di concessione tra l’Ati e l’ANAS che diviene efficace il 18 ottobre 2004
2004
L’Ati, guidato da Brebemi Spa, si costituisce in “Società di Progetto Brebemi Spa”, società controllata da Autostrade Lombarde Spa con un capitale sociale di 100 Meuro.
Nel mese di maggio prende il via l’iter di approvazione del progetto preliminare
L’ANAS trasmette il progetto preliminare al MIT, alla Regione Lombardia, al Ministero dell’ambiente e a quello per i beni culturali.
La Regione Lombardia esprime il parere positivo di competenza, subordinato a prescrizioni e condizioni.
La Corte dei Conti effettua la registrazione della convenzione stipulata tra Brebemi e ANAS nel 2003 che viene approvata con decreto del MIT di concerto con il MEF.
2005
La Commissione VIA, integrata dal Commissario della Regione Lombardia, esprime parere favorevole subordinato ad alcune prescrizioni per garantire un migliore inserimento ambientale dell’opera.
L’ANAS trasmette una documentazione integrativa che, tenuto conto degli oneri connessi all’affiancamento alla linea ferroviaria AV/AC Milano-Verona, delle richieste/prescrizioni della Commissione VIA e della Regione Lombardia, comporta un aumento del costo complessivo dell’opera di circa 714 Meuro. Conseguentemente il costo complessivo dell’intervento sale a circa 1.580 Meuro.
Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole con prescrizioni e raccomandazioni.
Il CIPE, con delibera n. 93, approva con le prescrizioni proposte dal MIT, il progetto preliminare.
Il CIPE approva, nella seduta del 2 dicembre, il piano finanziario per la copertura dei maggiori costi di realizzazione dell’autostrada.
2006
L’ANAS approva il finanziamento delle maggiorazioni dei costi per realizzare l’asse stradale, che vede la Società delle Strade accollarsi gli aumenti di spesa.
L’opera è compresa nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione PIS.
La legge n. 296/2006 (art. 1, comma 979) dispone che le funzioni ed i poteri di soggetto concedente e aggiudicatore attribuiti ad ANAS per la realizzazione dell'autostrada Pedemontana Lombarda, nonché dell'autostrada diretta Brescia-Bergamo-Milano e delle tangenziali esterne di Milano, siano trasferite da ANAS ad un soggetto di diritto pubblico che subentra in tutti i diritti attivi e passivi inerenti la realizzazione delle infrastrutture autostradali e che viene appositamente costituito in forma societaria e partecipato dalla stessa ANAS e dalla regione Lombardia o da soggetto da essa interamente partecipato.
2007

Si costituisce la società Concessioni Autostradali Lombarde Spa (CAL), composta al 50% da ANAS e al 50% da Infrastrutture Lombarde Spa (società controllata al 100% dalla Regione Lombardia), per accelerare la realizzazione delle tre grandi opere strategiche: Pedemontana, direttissima Milano-Brescia (Brebemi) e Tangenziale est esterna di Milano (Tem).
In data 1° agosto 2007 è sottoscritta la Convenzione unica tra la CAL e Brebemi, la società di progetto incaricata della realizzazione del collegamento autostradale di connessione tra le città di Brescia, Bergamo e Milano.
La Giunta regionale della Lombardia presenta il progetto di legge per accelerare la realizzazione di infrastrutture strategiche viarie/ferroviarie di preminente interesse nazionale delle quali è già stato riconosciuto il "concorrente" interesse regionale (legge regionale n. 15/2008).
Viene sottoscritto l’Accordo di Programma, tra: MIT, Regione Lombardia, società concedente CAL, concessionario Brebemi, gli altri soggetti interessati, per la realizzazione del collegamento autostradale. L’accordo prevede l’avvio dei lavori entro il 2009 e l’ultimazione entro la fine del 2012. Per quanto riguarda l’aspetto finanziario è previsto un costo pari a 1.511 Meuro totalmente a carico di privati, ad esclusione degli extracosti per la linea AC/AV Milano-Verona a carico di RFI/TAV.
CAL e BreBeMi sottoscrivono lo schema di convenzione unica.
Il CIPE, con delibera n. 109, valuta favorevolmente lo schema di convenzione unica tra Concessioni Autostradali Lombarde e Bre,Be.Mi: la scadenza della concessione è fissata al 30 giugno 2032.
La Commissione UE avvia una procedura di infrazione verso la convenzione unica.
Viene sottoscritto il Protocollo d’Intesa per la progettazione integrativa e la realizzazione delle opere connesse alla Pedemontana e alla Brebemi, tra MIT, Regione Lombardia, CAL, RFI, APL, BreBeMi e Province interessate, avente ad oggetto la ripartizione degli oneri di realizzazione e finanziamento delle opere interferite integrate tra RFI e BreBeMI.


2008

In data 21 gennaio 2008, con decreto n. 814 del MIT di concerto con il MEF, è approvata la convenzione unica tra CAL e Brebemi.
Il 5 maggio viene consegnato il progetto definitivo dell’opera a CAL.
La Commissione UE delibera la chiusura del procedimento di infrazione, con esito positivo.
Il 22 ottobre viene emanato il DPCM recante "Interventi necessari per la realizzazione dell’Expo Milano 2015" successivamente modificato dal DPCM 7 aprile 2009, integrato dal DPCM 1 marzo 2010 e sostituito dal DPCM 6 maggio 2013. Il decreto ha istituito gli organi che provvedono a porre in essere tutti gli interventi necessari per la realizzazione dell'Expo, vale a dire le opere essenziali e le attività di organizzazione e di gestione dell'evento (tali opere sono quindi indicate analiticamente nell’allegato 1 al decreto), nonché le opere connesse (descritte nell’allegato 2), secondo quanto previsto nel dossier di candidatura approvato dal BIE. L’opera "Bre.Be.Mi" è inserita tra le opere connesse all'interno della rete viaria di cui all'allegato 2.
A decorrere dall’11 dicembre diventa efficace la “convenzione unica”: la scadenza è fissata in 19,5 anni dall’ultimazione dei lavori.
Il 12 dicembre CAL approva il progetto definitivo


2009
Il progetto definitivo viene consegnato al MIT il 27 gennaio e trasmesso a tutti i soggetti interessati.
Nel Tavolo Lombardia è approvato l’aggiornamento degli elenchi relativi alle opere essenziali, connesse e necessarie per l’accessibilità EXPO 2015 e l’intervento “Bre.Be.Mi.” risulta inserito tra le opere connesse.
L’intervento compare nella delibera del CIPE n. 10 di ricognizione dello stato di attuazione del PIS.
La Regione Lombardia si esprime favorevolmente sul progetto definitivo, con prescrizioni e raccomandazioni.
Il 26 aprile si tiene la CdS, nel corso della quale vengono acquisiti i pareri dei vari Enti interessati.
La Commissione VIA si esprime favorevolmente, con prescrizioni, anche sulla compatibilità ambientale delle nuove opere, con eccezione della cava BG 2 del “Piano Cave”.
Il soggetto aggiudicatore trasmette al MIT il Programma di risoluzione delle interferenze.
Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole sul progetto definitivo, con prescrizioni e raccomandazioni.
Il Comitato tecnico istituito in attuazione del Protocollo d’Intesa provvede al riparto dell’onere a carico, rispettivamente, di RFI e del concessionario del costo aggiuntivo. Il costo delle “opere integrate” a carico del Concessionario è di circa 197 Meuro.
Il MIT trasmette al CIPE la stesura aggiornata della relazione istruttoria, foglio condizioni e foglio disamina pareri Enti.
L’Unità tecnica-finanza di progetto esprime le proprie valutazioni .
Il CIPE, con delibera n. 42, approva il progetto definitivo dell’opera, compresa la “variante di Liscate”, il “Piano cave”, con eccezione della cava BG2 e, in variante al progetto preliminare, il collegamento dal casello di Casirate alla ex SS 11. Il CIPE prende atto che il costo complessivo del progetto, indicato nella relazione istruttoria, è di 1.488 Meuro, al netto dei ribassi. Gli oneri connessi alle richieste/prescrizioni acquisite in sede di conferenza di servizi portano il costo dell’opera a 1.611 Meuro.
CAL approva il progetto esecutivo - 1°stralcio - Viadotto sul fiume Oglio.
Il 22 luglio vengono ufficialmente inaugurati i lavori di costruzione nel cantiere di Urago d’Oglio
Viene sottoscritto l'atto aggiuntivo alla Convezione unica di concessione tra CAL e Brebemi.
Il 16 ottobre la Brebemi sottoscrive il contratto per l’affidamento a contraente generale per la progettazione e costruzione del collegamento autostradale di connessione tra le città di Brescia e Milano con il Consorzio B.B.M., costituito da impresa Pizzarotti, Consorzio Cooperative Costruzioni e Unieco. Al consorzio emiliano vengono affidate le opere per l'importo di 1,46 miliardi di euro, di cui circa 930 Meuro lavori diretti, 293 per lavori da affidare tramite gara, mentre i restanti per espropri e progettazione
2010
IL CIPE, con delibera n. 72, invita il MIT ad acquisire l’attestazione da parte di CAL Spa e del concessionario circa l’invarianza del costo del debito, nel caso sia già intervenuta la sottoscrizione del contratto di finanziamento da parte del concessionario stesso, ovvero l’attestazione circa il mantenimento dell’equilibrio economico-finanziario della concessione ai sensi e per gli effetti dell’art. 143 del Codice dei contratti pubblici, in linea con i valori del piano economico-finanziario già esaminato dall’UTFP nel rispetto dei valori massimi di cui al punto 2.1. della delibera CIPE 42/2009 di approvazione del progetto definitivo.
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera “Brescia-Bergamo-Milano (Brebemi) km. 61,5 collegamento SP19” è riportata nelle tabelle: “1: Aggiornamento del Programma Infrastrutture Strategiche luglio 2010” ; “3: Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
Il 22 dicembre BreBeMi e il concedente CAL sottoscrivono il secondo Atto Aggiuntivo alla Convenzione Unica che recepisce un nuovo piano economico e finanziario di riequilibrio, dopo il venir meno dell'esigenza e della praticabilità dell'emissione della garanzia relativa al Fondo per le opere pubbliche (FGOP).
Il 30 dicembre viene completata la consegna del progetto esecutivo per stralci. La conclusione dei lavori è prevista per il mese di maggio 2013.
L’avanzamento dei lavori, iniziati per la sola quota di lavori in esecuzione diretta, risulta pari a circa 60 Meuro; la percentuale di avanzamento, rispetto al totale delle opere in esecuzione diretta, è pari al 6,45%. L’avanzamento dei tre Viadotti principali, i cui lavori sono iniziati nel luglio 2009, sono rispettivamente pari a: Viadotto Oglio 44,40%; Viadotto Serio 4,92%; Viadotto Adda 16,25%.
Aprile 2011

Il 15 aprile la società Brebemi pubblica un ulteriore avviso di avvio di procedimento di dichiarazione di pubblica utilità per la risoluzione di interferenze tecnologiche, modifiche e adeguamenti.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera "Brescia-Bergamo-Milano (Brebemi) km.
61,5 collegamento SP19" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011” ; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.
Il CIPE, con delibera n. 4 del 5 maggio, esprime parere positivo sul secondo Atto Aggiuntivo alla Convenzione Unica tra CAL e la BreBeMi, sottoscritto in data 22 dicembre 2010, consentendo lo sblocco del finanziamento che vedrà la partecipazione di Cassa depositi e prestiti.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risulta un avanzamento dei lavori pari all'8,82% e la loro ultimazione è prevista per il mese di giugno 2013.


Dicembre 2011

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, risulta che l'avanzamento lavori al 30 settembre 2011 è pari al 17,36%. Delle due varianti, la seconda ha comportato un risparmio sul costo previsto.


Marzo 2012

Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2012, risulta un avanzamento dei lavori, al 31 dicembre 2011, pari al 21,54%.


Settembre 2012

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, risulta un avanzamento dei lavori pari al 31,32% al 30 giugno 2012. La data presunta di fine lavori viene posticipata a dicembre 2013.


Dicembre 2012

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


Giugno 2013

Il 23 marzo 2013 la società Concessionaria Brebemi Spa, e un pool di finanziatori composto da Cassa Depositi e Prestiti Spa, Banca Europea per gli Investimenti, SACE Spa, Intesa Sanpaolo Spa, Unicredit Spa, Centrobanca Spa (Gruppo UBI Banca), MPS Capital Services Banca per le Imprese Spa, Credito Bergamasco Spa hanno sottoscritto il contratto di finanziamento a lungo termine in regime di project financing dell’importo di 1.818 Meuro. A tale importo vanno aggiunti i 520 Meuro di mezzi propri conferiti dai soci della Società.
Il 6 maggio viene emanato il DPCM “Nomina del Commissario unico delegato del Governo per EXPO Milano 2015” che sostituisce il DPCM 22 ottobre 2008 e successive modificazioni ed integrazioni. L’opera "Bre.Be.Mi." è inserita tra le opere connesse all'interno della rete viaria di cui all'allegato 2.
L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.


Ottobre 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS)  - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risulta un avanzamento dei lavori del 65,16%. La data presunta di fine lavori viene posticipata ad aprile 2014.


Giugno 2014

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabella A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


Dicembre 2014

Il 23 luglio 2014 il collegamento autostradale A-35 Brescia-Bergamo-Milano è stato aperto al traffico.
Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla nota di aggiornamento al DEF 2013.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, risulta un avanzamento dei lavori, a tutto il mese di giugno 2014, del 91,10%. Il RUP riferisce inoltre che la data del 29 dicembre 2015 indicata come fine lavori è relativa alle "Opere Complementari". L'ultimazione dell'asse autostradale è avvenuta in data 26 aprile 2014.
Nel corso dell’esame del disegno di legge di stabilità per il 2015 (A.C. 2679-bis), nella seduta del 6 novembre 2014, l’VIII Commissione (ambiente) ha approvato un ordine del giorno, che impegna il Governo a monitorare affinché i costi dell'autostrada BreBeMi non gravino sulle casse dello Stato.


Marzo 2016

L’art. 1, comma 299, della legge n. 190/2014 (legge di stabilità 2015), istituisce nello stato di previsione del MIT un fondo con una dotazione di 20 Meuro annui per il periodo dal 2017 al 2031, finalizzato prioritariamente alla realizzazione di opere di interconnessione di tratte autostradali per le quali è necessario un concorso finanziario per assicurare l’equilibrio del Piano economico e finanziario. Alla ripartizione delle risorse si provvede con delibera del CIPE su proposta del MIT.
La Regione Lombardia, con decreto del 30 dicembre 2014, n. 12781, approva il Bilancio finanziario gestionale. Nell’allegato A, parte spese, al capitolo di spesa di natura obbligatoria 010778, per la “realizzazione, completamento e miglioramento dell’accessibilità di sistemi stradali e autostradali attuati con procedure di partenariato pubblico–privato”, sono previste risorse pari a 20 Meuro annui per il triennio 2015-2017.
In data 17 marzo 2015, CAL SpA trasmette al MIT una prima proposta di revisione del PEF vigente che prevede: il riconoscimento di un contributo pubblico, statale e regionale, pari a 360 Meuro; una proroga della scadenza della concessione di dieci anni; l’azzeramento del valore di subentro; la realizzazione, entro gennaio 2017, dell’interconnessione del collegamento Brebemi con l’autostrada A4, come modifica al progetto definitivo approvato dal CIPE.
In data 19 giugno 2015, CAL SpA , in ragione della mancata realizzazione del raccordo Ospitaletto-Montichiari, avvia la procedura approvativa di una variante al progetto definitivo di cui alla delibera n. 42/2009, inerente l’interconnessione diretta tra la A35 e la A4, del costo stimato di 47,583 Meuro.
In data 3 luglio 2015, Brebemi SpA pubblica l’avviso di avvio del procedimento ai fini della valutazione di impatto ambientale relativo al collegamento autostradale tra Brescia e Milano, variante interconnessione A35-A4.
In data 21 luglio 2015, il MIT sottopone all’esame del CIPE una nuova proposta di revisione del PEF, trasmessa da CAL SpA il 3 luglio 2015, da approvare unitamente all’Atto aggiuntivo n. 3, che prevede: l’ammissibilità di un incremento di 290,7 Meuro del costo del quadro economico dell’intero progetto, dovuto, tra l’altro, a maggiori oneri per l’acquisizione diretta di aree o immobili, esazione, gestione e manutenzione, ulteriori costi operativi e strutturazione del project financing; la riduzione delle stime di traffico; il riconoscimento di un contributo pubblico di 320 Meuro di cui 260 Meuro a valere sul Fondo di cui all’art. 1, comma 299, della legge n. 190/2014 (legge di stabilità 2015), articolato in 20 Meuro annui tra il 2017 ed il 2029, e 60 Meuro di cui al decreto 30 dicembre 2014, n. 12781, della regione Lombardia, articolato in 30 Meuro annui tra il 2015 e il 2016; il riconoscimento di una proroga di sei anni del periodo concessorio; il mantenimento del valore di subentro alla scadenza della concessione all’importo, già previsto dalla convenzione vigente, di 1.205 Meuro; la realizzazione, entro il gennaio 2017, dell’interconnessione del collegamento Brebemi con l’autostrada A4.
Il NARS, in data 28 luglio 2015, emette il parere n. 4/2015, concernente il “collegamento autostradale tra le città di Brescia e Milano - Atto aggiuntivo n. 3”, pronunciandosi favorevolmente, con prescrizioni e raccomandazioni.
Il CIPE, con delibera n. 60 del 6 agosto 2015, esprime parere favorevole sulla revisione del PEF di cui alla convenzione di concessione tra CAL SpA e BreBeMi SpA , subordinatamente al recepimento delle prescrizioni e raccomandazioni di cui al parere del NARS n. 4/2015, e ai sensi dell’art. 1, comma 299, della legge n. 190/2014 (legge di stabilità 2015) destina al collegamento autostradale i 260 Meuro, cui si aggiungono ulteriori 60 Meuro a carico della Regione Lombardia. Presupposto industriale dell’equilibrio del nuovo PEF è il completamento, entro il 31 gennaio 2017, dell’interconnessione della A35 con la A4, il cui progetto dovrà essere approvato dal CIPE. Riguardo al costo e al finanziamento dell’opera, il PEF 2015 prevede un costo pari a circa 1.737 Meuro, considerando la quota lavori al netto di un ribasso del 25 per cento per le opere realizzate in proprio e un ribasso del 30 per cento per le opere in appalto, e un contributo pubblico in conto investimenti di 320 Meuro.
La Regione Lombardia, con DGR n. X/4026 dell’11 settembre 2015, esprime l’intesa ai fini della localizzazione dell’opera “Collegamento autostradale di connessione tra le città di Brescia e di Milano – Brebemi, interconnessione A35 – A4”.
In data 9 ottobre 2015 si svolge la CdS, in unica seduta, sul progetto definitivo dell’interconnessione A35-A4”.
In data 12 dicembre 2015 Brebemi SpA pubblica l’avviso di avvio del procedimento finalizzato alla proroga dei termini di efficacia del la dichiarazione di pubblica utilità di tutte le aree inerenti alla realizzazione del collegamento autostradale tra Brescia e Milano.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risulta un avanzamento dei lavori, a tutto il mese di gennaio 2016, del 99,26. Il RUP riferisce inoltre che la data del 30 giugno 2016 indicata come fine lavori è relativa alle "Opere Complementari"; l'ultimazione dell'asse autostradale è avvenuta in data 26 aprile 2014.
In data 18 dicembre 2015, Il MATTM, Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale - VIA e VAS -esprime parere favorevole sul progetto definitivo dell’interconnessione A35-A4.
In data 15 gennaio 2016, il MATTM, Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale - VIA e VAS - approva con prescrizioni il Piano di Utilizzo delle Terre relativo al progetto definitivo di interconnessione A35-A4”.
In data 21 gennaio 2016, il MIBACT, Direzione generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l’architettura e l’arte contemporanea, esprime parere favorevole sul progetto definitivo dell’interconnessione A35-A4.


Dicembre 2016

In data 29 aprile 2016, il Presidente della Regione Lombardia, con nota n. 52160, comunica l’assenso alla proroga della dichiarazione di pubblica utilità.
Il CIPE, con delibera n. 18 del 1° maggio 2016, dispone la proroga di due anni del termine previsto per l’adozione dei decreti di esproprio di cui alla dichiarazione di pubblica utilità del Collegamento autostradale tra le città di Brescia e di Milano-Brebemi, apposta con delibera 42/2009. Nella stessa seduta il CIPE, con delibera n. 19, approva, con prescrizioni e raccomandazioni, il progetto definitivo della “interconnessione A35-A4”, del costo di 47.582.760,59 euro finanziato con le risorse previste dal PEF allegato all’Atto aggiuntivo n. 3 alla Convenzione unica. Ai ?ni della certezza della copertura ?nanziaria dei maggiori oneri espropriativi e del costo dell’“interconnessione A35-A4”, il Comitato subordina l’ef?cacia delle delibere CIPE 18/2016 e 19/2016 all’approvazione dell’Atto aggiuntivo n. 3 alla Convenzione unica.
In data 19 settembre 2016, con Decreto Interministeriale n. 309, è approvato l'Atto Aggiuntivo n. 3, con il quale viene adottato un nuovo Piano Economico Finanziario.
Il CIPE, con delibera n. 66 del 1° dicembre 2016, approva il progetto definitivo di spostamento delle linee aeree elettriche Terna in località Lovernato/Ospitaletto (Bs) nell’ambito del Collegamento autostradale di connessione tra le città di Brescia e di Milano-Brebemi.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risulta un avanzamento dei lavori, a tutto il mese di ottobre 2016, del 99,81%. L’ultimazione delle opere relative alla variante dell'Interconnessione A35-A4 è prevista entro il 2017.


Maggio 2018

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risultano ultimati i lavori relativi alla variante dell'Interconnessione A35-A4 nel mese di novembre 2017.


Ottobre 2019

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risultano ultimati i lavori relativi alla variante dell'Interconnessione A35-A4 nel mese di novembre 2017.


Dicembre 2020

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risultano ultimati i lavori relativi alla variante dell'Interconnessione A35-A4 nel mese di novembre 2017.


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Costo al 21 dicembre 2001
774,685
- Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione al 30 aprile 2004
866,185
- Fonte: Anas Spa
Previsione al 30 aprile 2005
866,185
- Fonte: DPEF 2005-2008
Costo al 06 aprile 2006
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione al 30 aprile 2007
1.686,000
- Fonte: Rapporto MI, Infrastrutture Prioritarie
Costo al 30 giugno 2008
0,000
- Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione al 30 aprile 2009
1.663,214
- Fonte: Delibera CIPE 10/2009
Previsione al 30 aprile 2010
1.611,300
- Fonte: Delibera CIPE 42/2009
Costo ad aprile 2011
1.611,300
- Fonte: DEF 2011
Previsione al 30 aprile 2011
1.611,300
- Fonte: Delibera CIPE 42/2009
Costo al 30 giugno 2011
1.611,300
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione al 31 dicembre 2011
1.611,300
- Fonte: Delibera CIPE 42/2009
Costo al 01 giugno 2012
1.611,300
- Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione al 30 giugno 2012
1.611,300
- Fonte: Delibera CIPE 42/2009
Previsione al 30 settembre 2012
1.611,300
- Fonte: Delibera CIPE 42/2009
Costo al 01 dicembre 2012
1.611,300
- Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Previsione al 30 giugno 2013
1.611,300
- Fonte: Delibera CIPE 42/2009
Costo al 01 settembre 2013
1.611,300
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione al 31 ottobre 2013
1.611,300
- Fonte: Delibera CIPE 42/2009
Costo al 01 aprile 2014
1.611,300
- Fonte: DEF 2014
Previsione al 30 giugno 2014
1.611,300
- Fonte: Delibera CIPE 42/2009
Costo agosto 2014
1.611,300
- Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo al 01 settembre 2014
1.611,300
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2014
1.611,300
- Fonte: Delibera CIPE 42/2009
Previsione al 31 marzo 2016
1.737,197
- Fonte: Delibera CIPE 60/2015
Previsione al 31 dicembre 2016
1.737,197
- Fonte: Delibera CIPE 60/2015
Previsione 31 maggio 2017
1.737,197
- Fonte: Delibera CIPE 60/2015
Previsione al 31 maggio 2018
1.737,197
- Fonte: Delibera CIPE 60/2015
Previsione al 31 ottobre 2019
1.737,197
- Fonte: Delibera CIPE 60/2015
Previsione al 31 dicembre 2020
1.737,197
- Fonte: Delibera CIPE 60/2015
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 dicembre 2020
1.737,197

Brebemi Spa
1.417,197
Fonte: Delibera CIPE 60/2015
Legge di stabilità 2015
260,000
Fonte: Delibera CIPE 60/2015
Regione Lombardia
60,000
Fonte: Delibera CIPE 60/2015

Fabbisogno residuo al 31 dicembre 2020
0,000

STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione esecutiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
Progettazione eseguita dal Concessionario - SdP Brebemi SpA, C.F. e P.IVA 02508160989 - ai sensi della Convenzione Unica di Concessione del 1 agosto 2007. L'importo di € 1.321.900.000 costituisce l'importo lordo dei lavori del Progetto Definitivo approvato dal CIPE e mantenuto nel successivo Progetto Esecutivo. La progettazione esecutiva risulta sostanzialmente conclusa.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione esecutiva Esterno 1.321.900.000,00 Società di Progetto Brebemi S.p.A. 01/08/2007 30/12/2010

AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore
Concessioni Autostradali Lombarde Spa
Modalità di selezione
Affidamento con bando
Procedura
Altro
Sistema di realizzazione
Finanza di progetto (ex art. 153 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.) - Procedimento a doppia gara - Fase II
Criterio di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa
Fase progettuale a base di gara
Preliminare
Tempi di esecuzione
Progettazione
11 mesi
Lavori
34 mesi
Data bando
21/12/2001
CIG/CUI
22701456E9
Data aggiudicazione
10/06/2003
Tipo aggiudicatario
ATI
Nome
Società di Progetto Brebemi S.p.A.
Codice fiscale
02508160989
Data stipula contratto
01/08/2007
Quadro economico
Importo a base di gara(1)
1.041.470.000,00
Importo oneri per la sicurezza
9.774.000,00
Importo complessivo a base di gara
1.051.244.000,00
Importo di aggiudicazione(2)
835.365.000,00
Somme a disposizione
378.962.000,00
Importo totale
1.214.327.000,00
% Ribasso di aggiudicazione
20,70
% Rialzo di aggiudicazione
Note
DATI RIPORTATI NEL QUADRO ECONOMICO: La procedura di gara è stata bandita da ANAS ai sensi dell'art. 21 comma 2 lett. b) e dell'art. 37 bis e seguenti della legge n. 109/94, ad esito della quale è stata sottoscritta l'originaria Convenzione di Concessione in data 24/07/2003. CAL,subentrata ad ANAS ai sensi dell'art.1, comma 979 della Legge del 27 dicembre 2006 n. 296 (Legge Finanziaria 2007), ha sottoscritto con il Concessionario la Convenzione Unica in data 01/08/2007. I dati indicati nel Quadro Economico si riferiscono al QE di cui alla medesima Convenzione Unica del 01/08/2007. DATI RIPORTATI NEL QUADRO FINANZIARIO: In data 29/09/2016 è stato registrato presso la Corte dei Conti, registro n. 1 foglio 3292, il Decreto Interministeriale n. 309 del 19/09/2016 di approvazione dell'Atto Aggiuntivo n.3, con il quale viene adottato un nuovo Piano Economico Finanziario. A seguito dell'avvenuta approvazione da parte del CIPE del Progetto definitivo dell'Interconnessione A35-A4 la cui delibera è stata registrata presso la Corte dei Conti in data 04/10/2016 al foglio 2540 e pubblicata nella GURI n. 250 del 27/10/2016, il nuovo Quadro Economico prevede: • Importo lavori netto (comprensivi oneri sicurezza): 1.068.132.211,56; • Somme a disposizione: 669.064.790,86; • Importo Totale: 1.737.197.002,42 €. Gli importi riportati nel Quadro Finanziario fanno riferimento al nuovo Quadro Economico sopra riportato.

1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori
Conclusi
Data presunta inizio lavori
Data effettiva inizio lavori
22/07/2009
Stato avanzamento (importo)
1.309.633.587,74
Stato avanzamento (percentuale)
99,81
Data presunta fine lavori
31/12/2016
Data effettiva fine lavori
03/11/2017
Data presunta fine lavori x varianti
14/09/2017
Tempi realizzazione
secondo previsione
Descrizione ritardo
Data collaudo statico
Data collaudo tecnico-amministrativo
30/09/2020
Note
L'importo e la percentuale di avanzamento lavori (importi lordi) si riferiscono al SIL a tutto il mese di Ottobre 2016. La data del 31 dicembre 2016 indicata come fine lavori è relativa alle "Opere Complementari"; l'ultimazione dell'asse autostradale è avvenuta in data 26 aprile 2014. L'ultimazione delle opere relative alla variante dell'Interconnessione A35-A4 è avvenuta nel mese di novembre 2017, il relativo stato di avanzamento dei lavori risulta pari al 100%.Il certificato di collaudo tecnico amministrativo del Lotto 1 è stato emesso il 23/07/2020, il certificato di collaudo tecnico amministrativo del Lotto 2 è stato emesso il 30/09/2020 mentre il certificato di collaudo tecnico amministrativo del restante Lotto 3 è attualmente in fase di redazione.

Contenzioso
Totale riserve definite
14
Importo complessivo riserve definite
16.967.687,85
Totale riserve da definire
Importo complessivo riserve da definire
Note
Le 14 riserve definite sono afferenti e conclusive dell'intero asse autostradale. L'importo riconosciuto per le riserve non comporta un aumento dell'importo del Quadro Economico dell'opera, in quanto trova copertura nella voce Imprevisti. Si evidenzia che il numero totale delle riserve inoltrate a CAL dal Concessionario Brebemi è di 24 per un totale di € 157.147.176,8 comprensivi di oneri per protrazione temporale. Con il verbale di accordo del 21/05/2014 CAL e Brebemi hanno concordato il riconoscimento dell'importo di € 16.967.687,85 a chiusura del totale riserve sopra riportato.

Varianti
Numero totale
25
Giorni proroga totali
0
Motivi
  • Art. 132 c. 3. D.Lgs. 163/2006
Altri motivi
Art. 132 c. 1 D.Lgs. 163/2006
Importo
2.202.774,98
Importo oneri sicurezza
171.840,02
Somme a disposizione
2.794.199,06
Totale
5.168.814,06
Note
Le varianti riportate sono quelle in corso d'opera, presentate successivamente all'approvazione del progetto esecutivo. La variante n.1, n. 20 e n. 22 non hanno comportato modifica al quadro economico del progetto, le Varianti n. 2, n. 3, n. 4, n. 5, n. 9, n. 13, n. 14, n.15, n.17, n. 23 e n. 24 hanno comportato complessivamente un risparmio. Le varianti n. 6, n. 7, n. 8, n. 10, n. 11, n. 12, n. 16, n. 18, n. 19, n. 21 e n. 25 pur comportando un incremento di costo, non determinano il superamento del limite di spesa fissato dal CIPE nella Delibera n. 42/2009. In aggiunta alle varianti in corso d’opera sopra elencate, è stato inoltre approvato, con Delibera CIPE n. 19/2016, il progetto definitivo di Variante dell’ Interconnessione A35-A4, intervenuta in corso d’opera, i cui dettagli sono di seguito riportati: • Importo lordo lavori: € 50.394.162,45 • Importo oneri sicurezza: € 2.754.443,21 • Importo somme a disposizione: € 10.785.792,38 • Totale (netto):€ 47.582.760,59 • Tipologia e motivazione: rilevante sotto l’aspetto localizzativo, ai sensi dell’art.169 c.3, giustificata ai sensi dell’art.132, comma 1, lettera b), del d.lgs. 163/2006 e sottoposta alla procedura di approvazione di cui art. 167 comma 5 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. L’importo della variante trova copertura nel quadro economico di spesa del progetto definitivo del collegamento autostradale approvato dal CIPE con delibera n.42/2009.
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Bando di gara internazionale ANAS del 27 dicembre 2001
Intesa Generale Quadro tra il governo e la Regione Lombardia dell'11 aprile 2003
Avviso di aggiudicazione ANAS del mese di agosto 2003
Delibera di Giunta della Regione Lombardia n. VII/18656 del 5 agosto 2004
Decreto MIT Prot. 836/CD del 16 ottobre 2004
Delibera CIPE 93/2005 del 29 luglio 2005
Delibera CIPE 142/2005 del 2 dicembre 2005
Legge n. 296 (art. 1, comma 979) del 27 dicembre 2006
Convenzione CAL Spa del 26 marzo 2007
Delibera di Giunta della Regione Lombardia del 3 aprile 2007
Accordo di Programma Regione Lombardia del 7 maggio 2007
Delibera CIPE 109/2007 del 4 ottobre 2007
Protocollo d’Intesa per la progettazione integrativa e la realizzazione delle opere connesse alla Pedemontana e alla Brebemi del 5 novembre 2007
Legge regionale n. 15 del 26 maggio 2008
DPCM del 22 ottobre 2008
Tavolo Lombardia del 23 febbraio 2009
Delibera di Giunta Regione Lombardia del 25 marzo 2009
DPCM del 7 aprile 2009
Delibera CIPE 42/2009 del 26 giugno 2009
Atto aggiuntivo alla Convezione Unica di Concessione tra CAL e Brebemi dell'8 settembre 2009
DPCM del 1° marzo 2010
Delibera CIPE 72/2010 del 22 luglio 2010
Secondo Atto aggiuntivo alla Convezione Unica di Concessione tra CAL e Brebemi del 22 dicembre 2010
Delibera CIPE 4/2011 del 5 maggio 2011
DPCM del 6 maggio 2013
Legge n. 190/2014 del 23 dicembre 2014
Regione Lombardia - Decreto n. 12781 del 30 dicembre 2014
Delibera CIPE 60/2015 del 6 agosto 2015
Delibera CIPE 18/2016 del 1° maggio 2016
Delibera CIPE 19/2016 del 1° maggio 2016
Delibera CIPE 66/2016 del 1° dicembre 2016
Siti internet ufficiali
http://www.brebemi.it