SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Strade e autostrade

STRADE E AUTOSTRADE / Tangenziale est esterna di Milano

SCHEDA N. 32

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPE o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/12/2020

Localizzazione
Cup
  • I21B05000290007
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Strade e autostrade

Soggetto titolare

Concessioni Autostradali Lombarde Spa

Descrizione

Il progetto della Tangenziale Est Esterna prevede la realizzazione di un asse autostradale (categoria stradale A in ambito extraurbano) che collega l’autostrada A4 “Milano - Brescia” all’altezza di Agrate Brianza con l’autostrada A1 “Milano - Bologna” all’altezza di Melegnano, per uno sviluppo complessivo di circa 32 Km, oltre a circa 38 Km di opere connesse e compensative. Il tracciato principale interessa per 1,5 km il territorio della provincia di Monza e Brianza, per 23,8 km quello della provincia di Milano e per 7,2 km quello della Provincia di Lodi.

Delibere CIPE e/o ordinanze attuative

95/2005
109/2009
51/2011

Dati storici

2002
L’ANAS pubblica l’avviso per la selezione di proposte.
Il 19 febbraio viene costituita la società Tangenziali Esterne di Milano Spa (T.E.M. Spa), partecipata da Autostrade per l’Italia Spa (32%), Milano Serravalle-Milano Tangenziali (32%), Provincia di Milano (15%), Autostrada To-Al-Pc (8%), Autostrade Lombarde (8%) e Banca Intesa (5%). L’oggetto sociale è la promozione, progettazione, costruzione e gestione della nuova Tangenziale Est esterna di Milano.
In data 26 giugno la Tangenziali Esterne di Milano, in qualità di proponente, presenta il progetto preliminare dell’opera.
2003
L’ANAS comunica di aver approvato il progetto presentato dal promotore e di aver considerato l’intervento come “opera di pubblico interesse”.
L’intervento è compreso nell’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Lombardia dell’11 aprile.
L’ANAS approva una prima versione del progetto preliminare predisposto da “Tangenziali Esterne di Milano Spa” nella qualità di promotore, del costo di 999,7 Meuro.
L’ANAS trasmette il progetto preliminare al MIT, alle altre Amministrazioni competenti e agli enti gestori delle interferenze.
La Regione Lombardia esprime parere favorevole in merito all’approvazione, alla compatibilità ambientale ed alla localizzazione del progetto, formulando numerose prescrizioni.
2004
La Commissione VIA richiede integrazioni ed approfondimenti su alcuni svincoli ed i flussi di traffico.
L’ANAS approva in linea tecnica il progetto preliminare aggiornato che viene definito anche effettuando un confronto tra il collegamento a nord, denominato “alternativa A” e l’interconnessione diretta al sistema viabilistico pedemontano, poi prevista nel progetto ripubblicato, denominata “alternativa B”. L’alternativa A prevede lo svincolo sulla A4 e l’attacco a est di Agrate sulla A51 (attuale Tangenziale est) con una bretella di tipo autostradale a due corsie per senso di marcia, a sud di Caponago con tracciato prossimo al sedime della variante alla SP13 della Cerca già programmata dalla Provincia di Milano, mentre l’alternativa B prevede lo svincolo sull’A4, l’interconnessione diretta con il sistema viabilistico pedemontano a est di Vimercate ed il collegamento alla A51 con la variante alla SP13 della Cerca, in questo caso a singola carreggiata (tipo C1).
L’ANAS trasmette il progetto preliminare aggiornato al MIT e alle altre Amministrazioni competenti.
2005
La Regione Lombardia esprime parere favorevole in ordine all’approvazione, alla compatibilità ambientale ed alla localizzazione del progetto preliminare aggiornato, con riferimento all’Alternativa B e con esclusione del tratto a nord dell’A4 fino all’Autostrada Pedemontana, formulando ulteriori prescrizioni.
Il Ministero dell’ambiente trasmette il parere favorevole in merito al progetto preliminare aggiornato, condizionato all’ottemperanza di prescrizioni.
Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole con prescrizioni.
Il MIT trasmette al CIPE la relazione istruttoria sul progetto preliminare della “Tangenziale est esterna di Milano”, proponendone l’approvazione, con prescrizioni e raccomandazioni, ai soli fini procedurali.
Il CIPE, con delibera n. 95, approva il progetto preliminare aggiornato, nella configurazione di cui all’alternativa B e con l’esclusione del prolungamento a nord della A4 sino alla programmata autostrada pedemontana, del costo di 1.742 Meuro. Tale importo costituisce il limite di spesa dell’intervento da realizzare ed è inclusivo degli oneri per opere di mitigazione ambientale e degli oneri conseguenti all’accoglimento delle prescrizioni. Per quanto riguarda la copertura finanziaria si rimanda al momento dell’approvazione del progetto definitivo.
2006
L’opera rientra nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
La legge n. 296/2006 (art. 1, comma 979) autorizza tre contributi quindicennali per complessivi 80 Meuro quale concorso dello Stato al completamento della realizzazione della Pedemontana Lombarda. Lo stesso comma dispone che le funzioni ed i poteri di soggetto concedente e aggiudicatore attribuiti ad ANAS per la realizzazione della Pedemontana, nonché dell'autostrada diretta Brescia-Bergamo-Milano e delle tangenziali esterne di Milano, siano trasferite da ANAS ad un soggetto di diritto pubblico che subentra in tutti i diritti attivi e passivi inerenti la realizzazione delle infrastrutture autostradali e che viene appositamente costituito in forma societaria e partecipato dalla stessa ANAS Spa e dalla regione Lombardia o da soggetto da essa interamente partecipato.
2007
Il 19 febbraio viene costituita la società Concessioni Autostradali Lombarde Spa (CAL), composta al 50% da Anas e al 50% da Infrastrutture Lombarde Spa (società controllata al 100% dalla Regione Lombardia), con il compito di accelerare la realizzazione delle tre grandi opere per la viabilità stradale in Lombardia: Pedemontana, direttissima Milano-Brescia (Brebemi) e Tangenziale est esterna di Milano (Tem).
Il 3 aprile la Giunta regionale della Lombardia presenta il progetto di legge per la realizzazione di infrastrutture strategiche viarie/ferroviarie di preminente interesse nazionale delle quali è stato riconosciuto il "concorrente" interesse regionale nell'intesa Regione/Stato dell'aprile 2003 (L.R. n. 15/2008), con l’obiettivo di ridurre i tempi delle procedure. Viene introdotta la "regionalizzazione" dell'istruttoria: la Regione cercherà un'ulteriore intesa con il Governo per condividere una procedura in co-amministrazione in cui la Regione sia delegata allo svolgimento delle attività necessarie all'approvazione dei progetti delle opere di cui è stato riconosciuto anche l’interesse regionale.
Il MIT, la Regione Lombardia, le Province di Milano e Lodi, CAL, ANAS e la rappresentanza dei Comuni interessati sottoscrivono un Accordo di Programma per garantire la realizzazione della Tangenziale Est.
2008

Il 4 giugno Concessioni Autostradali Lombarde Spa pubblica sulla G.U.C.E la proposta, presentata da “Tangenziali Esterne di Milano Spa”, per la progettazione, costruzione e gestione della Tangenziale Est Esterna di Milano e delle opere ad essa connesse. L’importo complessivo della concessione indicato nel bando di gara è pari a 1.578,9 Meuro.
Il 22 ottobre viene emanato il DPCM recante "Interventi necessari per la realizzazione dell’Expo Milano 2015" successivamente modificato dal DPCM 7 aprile 2009, integrato dal DPCM 1 marzo 2010 e sostituito dal DPCM 6 maggio 2013. Il decreto ha istituito gli organi che provvedono a porre in essere tutti gli interventi necessari per la realizzazione dell'Expo, vale a dire le opere essenziali e le attività di organizzazione e di gestione dell'evento (tali opere sono quindi indicate analiticamente nell’allegato 1 al decreto), nonché le opere connesse (descritte nell’allegato 2), secondo quanto previsto nel dossier di candidatura approvato dal BIE. L’opera "TEM" è inserita tra le opere connesse all'interno della rete viaria di cui all'allegato 2.


2009
A metà gennaio si costituisce la Società TEM di Progetto (STP), che rappresenta la struttura operativa di TEM per le fasi di progettazione e realizzazione dei lavori.
Il 30 gennaio Concessioni Autostradali Lombarde Spa aggiudica in via definitiva la concessione al raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) composto da: Impregilo Spa; Coopsette Soc.Coop.; Unieco Soc.Coop.; Società Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi; Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna; Itinera Spa; Pavimental Spa; Autostrade per l'Italia Spa; Società Milano Serravalle Milano Tangenziali Spa.; S.A.T.A.P. Spa; S.I.N.A. Spa; Banca Infrastrutture, Innovazione e Sviluppo Spa; Impresa Pizzarotti & C. Spa; SPEA Ingegneria Europea Spa; Milano Serravalle Enginnering Srl; PRO ITER Srl; Technital Spa; Girpa Spa; Tangenziali Esterne di Milano Spa.
Nel Tavolo Lombardia del 23 febbraio è approvato l’aggiornamento degli elenchi relativi alle opere essenziali, connesse e necessarie per l’accessibilità EXPO 2015 e l’intervento “Tangenziale Est Esterna di Milano” risulta inserito tra le opere connesse, con un costo 1.742 Meuro, interamente finanziato, una previsione di avvio lavori per dicembre 2010 e di ultimazione lavori per settembre 2014.
La “Tangenziale Est di Milano” rientra tra gli interventi previsti dalla delibera CIPE n. 10 sullo stato di attuazione del PIS, da realizzare con contributi privati.
Il 17 marzo viene firmata dalla Società TEM di Progetto (STP) e CAL la convenzione di concessione, che permette l'avvio della progettazione definitiva dell'opera.
Il 24 luglio viene modificato lo schema di Convenzione unica al fine di recepire le osservazioni presentate dal MIT: il costo dell’opera è pari a 1.441 Meuro, cui sono da aggiungere 137,8 Meuro per le opere concordate in sede di Accordo di Programma. Il costo complessivo è quindi di 1.578,9 Meuro, di cui 1.002,7 riferiti a lavori. Il cronoprogramma prevede che la CdS si svolga entro il mese di aprile 2010.
Il CIPE, con delibera n.109 del 6 novembre 2009, valuta positivamente lo Schema di Convenzione unica, disponendo alcune prescrizioni.
2010
In data 29 luglio viene sottoscritta la Convenzione tra la concessionaria Tangenziale Esterna Spa e la concedente, CAL Spa.
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera "Tangenziale EST di Milano" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
Il Progetto Definitivo, approvato dal CdA della Concessionaria in “linea tecnica”, è stato consegnato a CAL il 21 dicembre 2010. L’inizio dei lavori è previsto nell’autunno 2011, con priorità all’”arco TEEM” per l’integrazione con la futura autostrada BreBeMi.
Aprile 2011

Tangenziale Esterna Spa il 7 febbraio pubblica l’ avviso di pronuncia di compatibilità ambientale e di avvio del procedimento finalizzato alla dichiarazione di pubblica utilità. Nella stessa data CAL trasmette il Progetto Definitivo ai Ministeri competenti, alla Regione Lombardia, alle Province ed ai Comuni interessati oltre che agli Enti gestori delle interferenze.
La Regione Lombardia, con delibera del 6 aprile, esprime parere favorevole con prescrizioni sul progetto. Il 13 aprile si svolge la Conferenza di Servizi.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera "Tangenziale EST di Milano" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011” ; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011,risulta che il progetto definitivo,completato in data 07/02/2011, è in attesa di approvazione da parte del CIPE.


Dicembre 2011

A maggio, il Ministero per i beni e le attività culturali - Direzione generale per il paesaggio, le belle arti l’architettura e l’arte contemporanea, esprime il proprio parere favorevole.
La Regione Lombardia, con nota 27 luglio 2011, esprime parere favorevole alla reiterazione del vincolo preordinato all’esproprio sugli immobili e le aree interessate dalla realizzazione dell’opera, come prevista nel progetto definitivo.
In data 30 giugno, il Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare inoltra il parere della Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale VIA-VAS.
Il CIPE, con delibera n.51 del 3 agosto, prende atto delle varianti inserite nel progetto definitivo dell’opera, del programma di risoluzione delle interferenze e del nuovo cronoprogramma  allegato all’Atto aggiuntivo alla Convenzione Unica, che prevede l’entrata in esercizio al 2 maggio 2015 (data di inizio dell’Expo 2015). Il CIPE quindi approva il progetto definitivo con le varianti proposte, reitera il vincolo preordinato all’esproprio apposto con la delibera n. 95/2005 e valuta positivamente lo schema di 1° Atto aggiuntivo alla Convenzione Unica tra CAL S.p.A. e Tangenziale Esterna SpA.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, risulta imminente l'inizio dei lavori e la loro ultimazione è prevista nel 2015.


Settembre 2012

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, risultano iniziati i lavori in data 11/06/2012 e la loro ultimazione è prevista nel mese di maggio 2015.


Dicembre 2012

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


Giugno 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.
Il 6 maggio viene emanato il DPCM “Nomina del Commissario unico delegato del Governo per EXPO Milano 2015”  che sostituisce il DPCM 22 ottobre 2008 e successive modificazioni ed integrazioni. L’opera "TEM" è inserita tra le opere connesse all'interno della rete viaria di cui all'allegato 2.


Ottobre 2013

L'art. 18, comma 1, del decreto legge 21 giugno 2013, n. 69 , convertito con modificazioni dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, per consentire nell'anno 2013 la  continuità'  dei  cantieri  in corso ovvero il perfezionamento degli atti contrattuali  finalizzati all'avvio dei lavori istituisce presso il MIT un  Fondo  con  una dotazione complessiva pari a  2.069  milioni  di  euro,  di  cui  335 Meuro per l'anno 2013, 405 Meuro per l'anno 2014, 652 Meuro per l'anno 2015, 535 Meuro  per  l'anno 2016 e 142 Meuro per l'anno 2017. La “Tangenziale Esterna Est di Milano”  fa parte degli interventi da finanziare ai sensi del comma 2 con decreti del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, da emanarsi entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto.
Con decreto interministeriale n. 268 del 2013 sono stati assegnati all'opera Tangenziale Esterna Est di Milano 330 Meuro a condizione che entro il 31 dicembre 2013 venga sottoscritto il "closing finanziario". In data 21 dicembre 2013 risulta sottoscritto il "closing finanziario".
L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS)  - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risulta un avanzamento dei lavori del 26,70%.


Giugno 2014

L’11 novembre 2013 è stato sottoscritto il 2° Atto aggiuntivo alla Convenzione del 29.07.2010 tra Concessioni Autostradali Lombarde Spa e Tangenziale Esterna Spa.
Il 21 dicembre 2013 la società Concessionaria Tangenziale Esterna Spa ha sottoscritto il contratto di finanziamento, con Cassa Depositi e Prestiti, Banca Europea per gli Investimenti e nove istituti di credito commerciali, dell’importo di 1.200 Meuro. A tale importo vanno aggiunti 580 Meuro (465 Meuro di capitale sociale e 115 Meuro di prestito subordinato) garantiti dai Soci e i 330 Meuro assicurati dallo Stato con il «Decreto sblocca-cantieri».
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabella A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


Dicembre 2014

Il 23 luglio 2014 è stato aperto al traffico l’«Arco TEEM», il tratto centrale del Lotto B della Tangenziale Est Esterna di Milano, dell’estensione di circa sette chilometri, tra i comuni di Pozzuolo Martesana, Liscate e Comazzo. L’«Arco TEEM» interconnette la nuova Direttissima Brescia-Bergamo-Milano (Brebemi) con la rete stradale ordinaria e tangenziale che si sviluppa attorno a Milano, tramite le strade provinciali «Cassanese» e «Rivoltana».
Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla nota di aggiornamento al DEF 2013.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, risulta un avanzamento dei lavori, a tutto il mese di giugno 2014, del 51,77%.


Marzo 2016

L'opera è riportata nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2015 (aprile e novembre 2015), Allegato 3 Opere prioritarie del Programma Infrastrutture Strategiche.
In data 16 maggio 2015 l’autostrada TEEM-A58 è entrata in esercizio.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risulta un avanzamento dei lavori, a tutto il mese di dicembre 2015, del 96,49%.


Dicembre 2016

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risulta un avanzamento dei lavori, a tutto il mese di ottobre 2016, del 98,85%. Il RUP riferisce inoltre che, in data 12 ottobre 2016, il Concessionario ha presentato un'ulteriore richiesta di proroga al 28 febbraio 2017.


Maggio 2018

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risultano ultimati i lavori ad aprile 2017.


Ottobre 2019

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risultano ultimati i lavori ad aprile 2017.


Dicembre 2020

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risultano ultimati i lavori ad aprile 2017.


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Costo al 21 dicembre 2001
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione al 30 aprile 2004
999,700
- Fonte: Anas Spa
Previsione al 30 aprile 2005
1.200,000
- Fonte: Rapporto 2005 - Unioncamere Lombardia
Costo al 06 aprile 2006
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione al 30 aprile 2007
1.742,000
- Fonte: Delibera CIPE 95/2005
Costo al 30 giugno 2008
0,000
- Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione al 30 aprile 2009
1.578,940
- Fonte: Bando di gara
Previsione al 30 aprile 2010
1.578,940
- Fonte: DPEF 2010-2013
Costo ad aprile 2011
1.578,000
- Fonte: DEF 2011
Previsione al 30 aprile 2011
1.578,940
- Fonte: Delibera CIPE 109/2009
Costo al 30 giugno 2011
1.578,000
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione al 31 dicembre 2011
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Costo al 01 giugno 2012
1.659,900
- Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione al 30 giugno 2012
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Previsione al 30 settembre 2012
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Costo al 01 dicembre 2012
1.659,900
- Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Previsione al 30 giugno 2013
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Costo al 01 settembre 2013
1.659,900
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione al 31 ottobre 2013
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Costo al 01 aprile 2014
1.659,900
- Fonte: DEF 2014
Previsione al 30 giugno 2014
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Costo agosto 2014
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo al 01 settembre 2014
1.659,900
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2014
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Previsione al 31 marzo 2016
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Previsione al 31 dicembre 2016
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Previsione 31 maggio 2017
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Previsione al 31 maggio 2018
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Previsione al 31 ottobre 2019
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
Previsione al 31 dicembre 2020
1.659,900
- Fonte: Delibera CIPE 51/2011
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 dicembre 2020
1.659,900

Tangenziale Esterna Spa
1.329,900
Fonte: Decreto Interministeriale n. 268 e Delibera CIPE 51/2011
Fondo "sblocca cantieri" (d)
330,000
Fonte: Decreto Interministeriale n. 268

Fabbisogno residuo al 31 dicembre 2020
0,000

STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione esecutiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
Progettazione eseguita dal Concessionario TE SpA ai sensi della Convenzione Unica di Concessione del 29/07/2010, mediante affidamento a contraente generale. L'importo di € 1.172.365.039,70 costituisce l'importo lordo dei lavori del progetto definitivo approvato dal CIPE. La progettazione esecutiva risulta conclusa.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione esecutiva Esterno 1.172.365.039,70 Tangenziale Esterna SpA 04/08/2011 14/04/2016

AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore
Concessioni Autostradali Lombarde Spa
Modalità di selezione
Affidamento con bando
Procedura
Procedura ristretta
Sistema di realizzazione
Finanza di progetto (ex art. 153 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.) - Procedimento a doppia gara - Fase II
Criterio di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa
Fase progettuale a base di gara
Preliminare
Tempi di esecuzione
Progettazione
360 giorni
Lavori
1395 giorni
Data bando
04/06/2008
CIG/CUI
017107578C
Data aggiudicazione
30/01/2009
Tipo aggiudicatario
ATI
Nome
Tangenziale Esterna S.p.A.
Codice fiscale
06445740969
Data stipula contratto
29/07/2010
Quadro economico
Importo a base di gara(1)
964.174.520,64
Importo oneri per la sicurezza
38.566.980,83
Importo complessivo a base di gara
1.002.741.501,47
Importo di aggiudicazione(2)
882.219.686,38
Somme a disposizione
576.198.566,48
Importo totale
1.458.418.252,86
% Ribasso di aggiudicazione
12,50
% Rialzo di aggiudicazione
Note
DATI RIPORTATI NEL QUADRO ECONOMICO: L'aggiudicazione è avvenuta a favore della Società TEM di Progetto S.p.A. successivamente denominata Tangenziale Esterna S.p.A. La Convenzione Unica è stata sottoscritta in data 29/07/2010, a valle dell'iter approvativo di cui all'art. 2, comma 82 del D.L. n. 262/2006 convertito in Legge n. 286/2006, ed è stata approvata in data 08/10/2010. CAL è subentrata ad ANAS ai sensi dell'art.1, comma 979 della legge del 27 dicembre 2006 n. 296 (Legge Finanziaria 2007). I dati riportati nel QE si riferiscono alla Convenzione 2010. DATI RIPORTATI NEL QUADRO FINANZIARIO: Il D.I. del 17/07/2013, in attuazione del D.L. n. 69/2013, ha disposto l'erogazione di un finanziamento pubblico pari a € 330.000.000,00 per i lavori di realizzazione della TEEM. Gli importi riportati nel quadro finanziario fanno riferimento alle previsioni di cui all'Atto Aggiuntivo n.2, che adotta il nuovo PEF, che ricomprende il citato finanziamento pubblico, nonché il nuovo QE di seguito riportato: • Importo lavori netto (comprensivi oneri sicurezza): 1.071.682.922,00; • Somme a disposizione: 588.218.163,95; • Importo Totale: 1.659.901.085,095 €. L'Atto Aggiuntivo n.2 è stato approvato con D.I. del 10/02/2014

1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori
Conclusi
Data presunta inizio lavori
Data effettiva inizio lavori
11/06/2012
Stato avanzamento (importo)
1.114.056.896,66
Stato avanzamento (percentuale)
100,00
Data presunta fine lavori
27/02/2016
Data effettiva fine lavori
21/04/2017
Data presunta fine lavori x varianti
30/04/2017
Tempi realizzazione
secondo previsione
Descrizione ritardo
Data collaudo statico
12/11/2018
Data collaudo tecnico-amministrativo
12/11/2018
Note
Su richiesta del Concessionario, nell'ambito del verbale di Accordo ex art. 239 del D.LGS. n. 163/2006 per la risoluzione transattiva di tutte le riserve presentate dal Concessionario, CAL in data 20/11/2017 ha concesso una proroga dei lavori al 30/04/2017. Tra il 30/10 e il 12/11/18 sono stati emessi i Certificati di Collaudo dei tre Lotti approvati dal CdA di CAL in data 18/12/2018.

Contenzioso
Totale riserve definite
57
Importo complessivo riserve definite
39.534.468,97
Totale riserve da definire
0
Importo complessivo riserve da definire
0,00
Note
Le riserve definite sono conclusive di tutto il collegamento autostradale; gli importi riconosciuti non comportano un aumento del QE dell'opera, trovando copertura negli imprevisti. Il numero totale delle riserve presentate dal Contraente Generale al Concessionario TE SpA e a CAL è pari a 152 per un importo totale quantificato dal CG di € 309.119.017,87. Con i verbali di accordo del 21/09/2015 e del 20/11/2017 CAL e TE SpA hanno concordato il riconoscimento complessivo di un importo di € 39.534.468,97 a chiusura del totale riserve sopra riportato.

Varianti
Numero totale
35
Giorni proroga totali
0
Motivi
  • Art. 132 c. 3. D.Lgs. 163/2006
Altri motivi
art. 169 c. 3-4 D.Lgs 163/2006 per le Varianti n. 2, 3 e 10. art. 174 D.Lgs 163/2006
Importo
6.623.894,69
Importo oneri sicurezza
564.364,37
Somme a disposizione
-3.718.920,10
Totale
3.469.338,96
Note
Le varianti riportate sono quelle in corso d'opera, presentate successivamente all'approvazione del progetto esecutivo. Variante n. 1 e n. 4 non hanno comportato modifiche al Quadro Economico del progetto. Le Varianti n. 2,7,9,12,13,14,15,16,17,20,21,22,23,24,25, 26,27,28,29,30,31,32,33,34 e 35 hanno comportato un incremento di costo. Le Varianti n. 3,5,6,8,10,11,18 e 19 hanno comportato un risparmio di costo. L'importo totale delle varianti trova copertura nella voce imprevisti del QE, il cui importo complessivo non varia.
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Avviso per la selezione di proposte ANAS del 2002
Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Lombardia dell'11 aprile 2003
Delibera Regione Lombardia n. VII/14404 del 30 settembre 2003
Delibera Regione Lombardia n. VII/20903 del 16 febbraio 2005
Delibera CIPE 95/2005 del 29 luglio 2005
Delibera di Giunta della Regione Lombardia del 3 aprile 2007
Accordo di Programma tra MIT, Regione Lombardia, Province di Milano e Lodi, CAL Spa, ANAS e la rappresentanza dei Comuni interessati del 5 novembre 2007
Legge regionale n. 15 del 26 maggio 2008
Bando di gara CAL Spa del mese di giugno 2008
DPCM - Interventi necessari per la realizzazione dell'EXPO Milano 2015 del 22 ottobre 2008
Tavolo Lombardia del 23 febbraio 2009
Avviso di aggiudicazione CAL Spa del mese di marzo 2009
Delibera CIPE 109/2009 del 6 novembre 2009
DPCM - Modifiche agli allegati del dpcm del 22 ottobre 2008 sugli interventi necessari per la realizzazione dell'Expo Milano 2015 del 1° marzo 2010
Delibera CIPE 51/2011 del 3 agosto 2011
Decreto-Legge n. 69 del 21 giugno 2013
Decreto Interministeriale n. 268 del 17 luglio 2013
Legge n. 98 del 9 agosto 2013
Comunicato stampa Tangenziale Esterna Spa del 21 dicembre 2013
Siti internet ufficiali
http://www.tangenziale.esterna.it